“Storia italo-francese del Tour de France” in mostra a Palazzo Tursi

Condividi

Sino a domenica 28 luglio nel cortile di Palazzo Tursi sarà possibile ripercorrere alcuni momenti iconici della “Grande Boucle”, quest’anno per la prima volta nella sua storia partita dall’Italia. “Storia italo-francese del Tour de France” è il titolo dell’esposizione fotografica realizzata da Alliance Française de Gênes con l’Ambasciata di Francia in Italia, l’Institut Français Italia ed il patrocinio del Comune di Genova che l’ha inserita nel palinsesto di Genova 2024 Capitale Europea dello Sport.

«Un viaggio nella storia del ciclismo italiano. Grazie alle gesta dei suoi campioni, questo sport ha fatto la storia e, in questo caso particolare del Tour de France che per la prima volta vede il suo percorso fare tappa anche in Italia – afferma Alessandra Bianchi, Assessore allo Sport del Comune di Genova -. Nomi illustri ed immagini iconiche, da Bottecchia fino a Nibali, ultimo italiano ad aggiudicarsi la maglia gialla. Genova può contare su una lunga tradizione ciclistica, un legame rafforzato anche dalla partenza dell’ottava tappa del Giro d’Italia 2024 e dal Giro dell’Appennino, altra corsa iconica capace di entrare nel cuore dei corridori. Nell’anno di Genova 2024 Capitale Europea dello Sport questa mostra rafforza il connubio tra sport e cultura mentre si stringe ulteriormente il legame tra la nostra città e la Francia in un’annualità, quella olimpica, che vedrà anche numerosi atleti genovesi al via di Parigi 2024».

L’esposizione propone un viaggio nella memoria attraverso immagini emblematiche della storia dei corridori italiani vincitori del Tour de France: Ottavio Bottecchia (1894-1927), primo vincitore italiano del Tour, primo corridore a indossare la maglia gialla dalla prima all’ultima tappa e vincitore anche nel 1925; Gino Bartali (1914-2000), che vinse il Tour prima e dopo la Seconda guerra mondiale, nel 1938 e nel 1948, unico corridore ad aver vinto due edizioni del Tour a distanza di dieci anni; Fausto Coppi (1919-1960), il “campionissimo”, vincitore del Tour nel 1949 e nel 1952; Gastone Nencini (1930-1980), “il leone del Mugello”, vincitore del Tour de France nel 1960; Felice Gimondi (1942-2019), vincitore della sua prima partecipazione nel 1965; Marco Pantani (1970-2004), “il pirata”, miglior giovane corridore del Tour nel 1994 e 1995, ha vinto il Tour nel 1998 vincendo le tappe di montagna; Vincenzo Nibali ultimo vincitore italiano del Tour de France nel 2014.
La mostra è stata resa possibile grazie alla cessione temporanea di queste foto da parte della società Amaury Sport Organisation, l’organizzatrice del Tour de France.

Condividi

Articoli correlati

Giro dell’Appennino 2024: una corsa ricca di emozioni

Fabio Barbieri, consigliere dell'US Pontedecimo, racconta le fasi salienti...

Lo svizzero Jan Christen vince il Giro dell’Appennino 2024

Uai Emirates ovunque! Il Team arabo spadroneggia al 85°Giro...

Oggi il Giro dell’Appenino, 85° Edizione, numero uno a Ulissi, in gara anche Pozzovivo e Bonifazi

Vigilia d'attesa per l'edizione 2024 del Giro dell'Appenino, numero...

Oro europeo Under 23 per l’alassino Giaimi

Terzo giorno di gare agli Europei pista di Cottbus...

Us Pontedecimo Ciclismo

L’U.S. Pontedecimo Ciclismo è tra le società liguri affiliate...

Sabato la cicloscala Pontedecimo-Bocchetta

Sabato 6 luglio si svolgerà la gara per amatori...