Dal 13 al 19 luglio allo Stadium della Fiumara il Festival Internazionale degli Scacchi

Condividi

Mancano pochi giorni all’inizio dell’attesissimo Festival Internazionale degli Scacchi, in programma allo Stadium della Fiumara di Sampierdarena dal 13 al 19 luglio e organizzato dal Circolo scacchistico genovese “Luigi Centurini”, nel quadro di Genova 2024 Capitale Europea dello Sport.

Una manifestazione internazionale che promette di entusiasmare i numerosi appassionati di una disciplina per la quale servono un mix di abilità mentali e psicologiche quali intelligenza, concentrazione, studio, memoria, capacità di calcolo e di sintesi, intuizione, attenzione e nervi saldi.

Il Festival Internazionale degli Scacchi porterà a Genova alcuni dei più Grandi Maestri e Maestri Internazionali di tutto il mondo, appartenenti a 21 Federazioni diverse: un evento imperdibile per gli amanti di quello che il più grande scacchista di tutti i tempi, il russo Garry Kasparov, ebbe a definire una volta come «Lo sport più violento che esista», per la “caccia” continua che i giocatori danno ai “pezzi” avversari.

Per una settimana, lo Stadium della Fiumara ospiterà una serie di tornei suddivisi per categoria e validi per l’assegnazione di titoli internazionali, in un contesto di altissima competitività e assoluta eccellenza che vedrà protagonisti alcuni dei migliori giocatori del pianeta, capaci di elaborare strategie e astuzie talmente sorprendenti da lasciare il pubblico a bocca aperta.

A partecipare saranno, tra gli altri, top player mondiali provenienti da Asia, Africa ed Europa come l’indiano Himal Gusain, il sudafricano Solomon Kelly, il croato Bogdan Lalic e il tedesco Igor Glek, oltre allo streamer e influencer italiano Alessio Boraso.

Ma la partecipazione al Festival Internazionale degli Scacchi non sarà riservata soltanto ai Maestri del gioco: il Circolo scacchistico genovese “Luigi Centurini”, infatti, ha previsto anche due tornei B e C rivolti ai giocatori nazionali o amatoriali, per offrire a tutti la possibilità di misurarsi e competere in un ambiente stimolante e appassionante.

Il torneo principale, al via sabato 13 luglio, sarà di nove turni di gioco, mentre i tornei B e C, che inizieranno da lunedì 15 luglio, si svolgeranno su sette turni.

Sempre lunedì 15, a partire dalle ore 10, appuntamento speciale con il Grande Maestro genovese Roberto Mogranzini che terrà una simultanea aperta a tutti coloro che vogliano provare l’emozione di sfidare uno degli scacchisti più forti del mondo.

Il programma completo del Festival

Per maggiori informazioni e iscrizioni si consiglia di visitare il sito web del Circolo scacchistico “Luigi Centurini” dove scoprire come partecipare o assistere dal vivo al Festival.

«Genova è pronta a trasformarsi nella Capitale degli Scacchi ed è felice di dare il benvenuto in città ai tantissimi giocatori che si sfideranno fino all’ultima mossa per la conquista del titolo – dichiara l’assessore allo Sport e al Turismo del Comune di Genova Alessandra BianchiI tornei collaterali forniranno l’occasione a genovesi e appassionati di mettersi alla prova sfidando anche un campione come il Grande Maestro Roberto Mogranzini. Sarà una settimana ricca di appuntamenti e i partecipanti, in arrivo da tutto il mondo, potranno anche scoprire la nostra Capitale Europea dello Sport con tutte le sue bellezze, eccellenze e peculiarità».

«In un panorama internazionale che vede praticare gli scacchi da un sempre maggior numero di appassionati, con una crescita importante anche nel contesto genovese e ligure, in particolare tra i più giovani, grazie ai corsi scolastici organizzati dai nostri circoli – spiega Paolo Aiello, presidente del Circolo scacchistico “Luigi Centurini”, attivo dal 1893 e il più antico d’Italia – siamo orgogliosi di offrire, nell’anno di Genova 2024 Capitale dello Sport, una settimana di grandi partite con la partecipazione di campioni di tutte le età e da ogni provenienza geografica. Invitiamo tutti, curiosi e appassionati, a scoprire le attività dei nostri circoli, con un’offerta variegata che va dall’intrattenimento all’agonismo».

GLI SCACCHI E IL “MISTERO” DELLA CATTEDRALE DI SAN LORENZO

Definiti spesso “IL” gioco per eccellenza, gli scacchi vantano una storia plurimillenaria che non tutti sanno essere profondamente collegata alla storia di Genova.

La sua apparente semplicità – ogni giocatore muove 16 pedine su una griglia quadrata di 64 caselle con l’obiettivo di eliminare il re avversario – cela profonde manovre strategiche che neppure i più moderni computer riescono a risolvere.

Si stima che il gioco sia conosciuto da più di due miliardi di persone nel mondo, e che venga praticato a livello agonistico da milioni di persone. Fra gli appassionati si annoverano bambini di pochi anni fino a giocatori quasi centenari e, solo in Liguria, si contano diverse centinaia di migliaia di praticanti.

Per quanto riguarda il rapporto tra Genova e gli scacchi, impossibile non citare la “misteriosa” scacchiera presente sulla parete esterna della Cattedrale di San Lorenzo affacciata su Piazzetta San Giovanni il Vecchio.

Nel ‘300, secondo la tradizione, su questa scacchiera si sarebbero sfidati a Trebisonda, nell’attuale Turchia, alla corte dell’imperatore bizantino Alessio II, il suo favorito di corte Andronico e il mercante genovese Megollo Lercari che, ingiuriato per tutta la partita, fece successivamente ritorno in città con due galee per vendicarsi dell’affronto ricevuto, razziando e tagliando i nasi ai sudditi dell’imperatore.

Un’altra leggenda racconta il presunto legame esistente tra il gioco degli scacchi e i Cavalieri Templari, che lo avrebbero importato a Genova dall’Oriente. Infine, un’altra storia suggerisce che la scacchiera della Cattedrale sarebbe la stessa su cui due Dogi delle Repubbliche di Genova e Pisa avrebbero giocato nell’epoca in cui le città si contendevano il dominio sul Mar Mediterraneo: il Doge genovese, uscito vincitore, avrebbe dunque collocato la scacchiera sul principale monumento religioso della nostra città.

GENOVA 2024 CAPITALE EUROPEA DELLO SPORT

Il Festival Internazionale degli Scacchi è inserito nel ricchissimo calendario di Genova 2024 Capitale Europea dello Sport.

Genova 2024 Capitale Europea dello Sport ha il patrocinio di Ministero per lo Sport e i Giovani, Ministero del Turismo, Enit, Sport e Salute, Coni, Cip, Ussi.

Sostengono Genova 2024 il Main Sponsor Iren, i Gold Sponsor Frecciarossa (treno ufficiale), Casa della Salute, i Silver Sponsor Givova, Ranieri Tonissi, Rina e i Bronze Sponsor Banca Passadore, Ignazio Messina & C, Sirce, Ance, Archlux, Gecar Spa concessionario Kia.

Il Partner è Porto Antico di Genova SpA, l’Environmental and Sustainable Partner è Esosport mentre Acqua di Calizzano è Acqua ufficiale.

Sono Friends of Genova 2024 Genovarent, NTO srl, Banca d’Alba, Chesterton 1953, Villa Costruzioni, SGM Mercato, Edil 2, Amer Steel, Italmatch Chemicals, SMS group, Biscottificio Grondona.

Condividi

Articoli correlati

Scacchi in biblioteca

Le iniziative di Genova Capitale Italiana del Libro continuano...

Santa Sabina: crescita vertiginosa per il numero dei tesserati

Movimento scacchistico giovanile genovese è boom. S.Sabina la società...

A Fabrizio Milieni il semilampo natalizio UsAcli Santa Sabina

Fabrizio Milieni vince il semilampo natalizio a cura dell'USAcli...

Boom di partecipazione per l’XXI Week End Valbisagno

Si è concluso ieri il XXI Week End Valbisagno,...

Alassio ospita i Campionati italiani “Gioco rapido”

Sabato 21 ottobre, ad Alassio, in coincidenza e in...

Torneo in Municipio dal 27 al 29 ottobre

Dal 27 al 29 ottobre è in programma il...