Sardinia Cup: il Settebello batte anche la Grecia, cinquina Echenique

Condividi

Il Settebello illumina la notte di Alghero. A poco più di tre settimane dall’appuntamento olimpico e dopo le amichevoli contro Francia e Romania, l’Italia debutta nella quarta edizione della Sardinia Cup battendo 13-12 la Grecia.
La gara, trasmessa in diretta su RaiSport con la telecronaca di Nicola Sangiorgio e il commento tecnico di Francesco Postiglione, vede un Super Chalo Echenique, autore di cinque reti (che potevano diventare sei senza il palo nel finale) e in grande forma fisica. Le due nazionali si presentavano a questa sfida dopo tre giorni di common training. È un’Italia più sciolta e lucida. Giocate degne di nota. Palloni al centro ben giocati, ricerca della profondità. Bene anche nelle ripartenze.

Il commissario tecnico degli azzurri Alessandro Campagna conferma la propria soddisfazione al termine del match: “È stata una partita vera, seria. Siamo partiti bene, poi non riuscivamo a stare dietro al loro uomo in più. Ci manca un po’ di verticalità col tiro. Abbiamo abbassato relativamente i carichi di lavoro. Saranno queste le partite alle Olimpiadi: tutte gol a gol. E’ stato un test probante”. Andrea Fondelli è d’accordo con il tecnico azzurro: “Era ovvio che non sarebbe finita con un largo vantaggio. Nel secondo e terzo tempo c’è stato un piccolo calo, ma siamo stati bravi a non disunirci. Abbiamo resistito e faticato. Siamo sulla strada giusta. Parigi? Ho ancora in mente le emozioni di Rio de Janeiro, viviamo per questo”.

ITALIA-GRECIA 13-12
Italia: Del Lungo, Di Fulvio 1, Alesiani, Gianazza 2, Fondelli 2, Velotto, Renzuto Iodice 1, Echenique 5, Iocchi Gratta, Bruni, Di Somma 1, Condemi 1, Nicosia. All. Campagna
Grecia: Zerdevas, Genidounias 1, Skoumpakis, Gkiouvetsis, Fountoulis 4, Kalogeropoulos, Dervisis, Argyropoulos Kanakakis 3, Gkillas 1, Papanikolaou 1, Nikolaidis 2, Vlachopoulos, Tzortzatos. All. Vlachos
Arbitri: Copic (CRO) e Gomez Pordomingo (ESP)
Note: parziali 4-2, 1-4, 4-3, 4-3. Nessun giocatore uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Italia 4/10 + un rigore e Grecia 5/9 + un rigore. In tribuna per l’Italia: Cassia, Cannella, Damonte, Dolce, Marziali, Massaro e Presciutti. Spettatori: 900 circa.

Condividi

Articoli correlati

Locatelli Genova campione d’Italia Under 16 femminile

Festeggia la US L. Locatelli che batte la SIS...

L’Italia vince il Quattro Nazioni di Budapest

Il Settebello completa il tris. L'Italia del ct Campagna...

Quattro Nazioni: Italia piega Ungheria, poker di Fondelli

L'Italia serve il bis. Il Settebello del ct Campagna...

Under 18: l’Italia termina quarta, sconfitta nella finale per il bronzo con Montenegro

L'Italia under 18 chiude quarta ai mondiali di categoria a Buenos...

Bogliasco 1951

Pur essendo espressione di un paese di poco più...