Grande ritorno per l’Hockey Sarzana: Xavi Rubio è rossonero

Condividi

L’ Hockey Sarzana fa sul serio e, nel percorso di allestimento della rosa in vista della stagione 2024/25, mette a segno il primo e pesante colpo di mercato, acquisendo le prestazioni agonistiche dell’atleta spagnolo Xavier “Xavi” Rubio che ritorna a Sarzana dopo sette anni. Xavi Rubio vestirà la maglia numero diciassette dell’ Hockey Sarzana 2024-2025. Cresciuto nella “cantera” del Reus Deportivo, squadra della sua città, con cui percorre la scalata dalle giovanili fino alla prima squadra, arriva in Italia nel 2016 giocando da leader nel Viareggio che centra la finale dell’ Coppa Cers. Nella stagione 2017-18 è stato uno dei punti di forza dell’ Hockey Sarzana, con cui si è classificato all’ottavo posto assoluto nella classifica marcatori, con un totale di 32 reti messe a segno in 26 partite. Dopo Sarzana, Xavi milita a Trissino, Forte dei Marmi, Valdagno e la scorsa stagione, prima Vercelli e poi Giovinazzo dove con le sue prestazioni trascina la squadra di Pino Marzella alla salvezza. Con il ritorno a Sarzana di un giocatore di questo livello, la società lancia un segnale forte in merito alle ambizioni per la prossima stagione, sostituendo nel migliore dei modi la partenza di Jeronimo Garcia.

Dice di lui il Presidente Maurizio Corona, “Giocatore con ottima resistenza, di carattere, non soffre la partita, difende bene e ha un ottimo rapporto con il gol, ma oltre all’indiscussa forza del giocatore in sé, l’ingaggio di Rubio è stata una scelta in ottica di un equilibrio di squadra che di certo sarà capace di dare ed infondere. E poi lui voleva Sarzana e noi volevamo lui ed era l’elemento ad hoc per sostituire Jero Garcia e non farlo rimpiangere. Io personalmente se dovessi scegliere un giocatore “per andare a fare la guerra” porterei Xavi Rubio con me. Sono certo che Xavi Rubio ritornerà da subito un beniamino dei nostri tifosi – Poi Corona chiude parlando del Giovinazzo – Vorrei precisare e ribadire che il nostro rapporto con la società Giovinazzo e col suo presidente Francesco Minervini, che mi onoro di averlo come amico, è stato alla luce del sole. Quando abbiamo saputo la volontà di Xavi Rubio di ritornare a Forte dei Marmi dove vive, anche per iniziare un percorso lavorativo, abbiamo anticipato i tempi per evitare intromissioni delle società limitrofe. Ma ribadendo sia con la società Giovinazzo che con Rubio che se avesse preso la decisione di rimanere a Giovinazzo il nostro accordo sarebbe stato nullo”. Queste le prime parole del giocatore rossonero al ritorno: “Per me è un piacere enorme ritornare a vestire la maglia del Sarzana, ringrazio il Presidente Corona perché fin da quando ci siamo sentiti è stato tutto molto semplice, con lui mi unisce un legame speciale. L’ho voluto tanto, perché per me Sarzana è stata come una seconda casa, quando ci ho giocato 7 anni fa, sono cresciuto tanto e spero e voglio continuare a farlo per ricambiare la fiducia che mi hanno dato”.

Poi una parola per Giovninazzo: “Lascio Giovinazzo con tanto dispiacere, con la consapevolezza che ho dato tutto me stesso per far si che la società rimanesse in serie A1 dopo gli sforzi fatti dalla società e dal presidente Minervini che ringrazio. Volevo approfittarne per ringraziare a tutta la gente di Giovinazzo perché sono stato accolto come un figlio e dopo una metà di stagione particolare e difficile non potevo chiedere di più. Auguro a loro una stagione nella quale possano raggiungere l’obiettivo della salvezza il prima possibile e con tranquillità per avere tempo di programmare il prima possibile l’anno successivo”. Ricominciamo dal quel rigore fallito a Scandiano che costò i play off dopo un girone di ritorno da record con te protagonista assoluto, basti ricordare la vittoria per 3 a 0 contro il Forte dei Marmi di Nolo Romero a Sarzana. “Lo ricordo sempre quel rigore sbagliato, addirittura col loro secondo portiere, ma purtroppo lo sport è anche questo, fatto di vittorie e sconfitte. Ricordo anche quella partita contro il Forte, sembra un sogno ma non lo è. Purtroppo quella squadra era cosi, capace di vincere contro un signor Forte dei Marmi ma perdere contro chiunque allo stesso tempo”.

Poi le altre domande, a cui il neo rossonero non si tira indietro. Cosa pensi della squadra che il Presidente sta allestendo salvezza o qualcosa di più? “Penso che Sarzana ormai da qualche anno sta facendo dei grandi campionati e spero che l’anno prossimo possa essere uguale o meglio, consapevoli che l’obbiettivo è quello di raggiungere la salvezza il prima possibile per poi porci degli obbiettivi piu ambiziosi e consoni a quelli che il Sarzana ci ha abituati negli ultimi anni. Il presidente Corona fa sempre delle ottime squadre, lui mette tutto se stesso in questa società ed è per questo che sono qua, ora sta a noi lavorare per arrivare il più alto possibile”. Sei andato via che la curva si stava formando, ora è una curva hockeystica tra le più belle in Italia che vuoi dire agli Incessanti? “Quando sono andato via io erano in pochi e ora ritorno che sono una delle curve più belle d’ Italia. Posso solo dire che darò il massimo di me stesso sia per questa maglia e sia per loro. Il mio desiderio è di giocare tutte le partite col cartello di tutto esaurito e la squadra e io lavoreremo ogni giorno per questo”.

Xavi Rubio (Reus, 1994), laureato in scienze della formazione primaria, ha giocato l’ultima stagione nella prima parte nelle file del Vercelli poi dopo il ritiro della squadra piemontese ha concluso la stagione nell’AFP Giovinazzo. Il giovane catalano si è formato nelle categorie giovanili del prestigioso club Spagnolo del Reus Deportivo, dove ha poi militato per quattro stagioni nella prima squadra del club giocando l’OK Liga e ha disputato una final four di Coppa Cers, una finale di Coppa di Spagna e due finali di super coppa di Spagna. Per lui anche la maglia della nazionale spagnola nel mondiale under 20 del 2013 con cui ha conquistato la medaglia d’argento. Arrivato in Italia nella stagione 2016-2017 nelle file del CGC Viareggio, nel 2017-2018 a Sarzana, 32 reti segnate, nel 2018-2019 a Trissino, 28 reti segnate, dal 2019 al 2022 al Forte dei Marmi 4 reti messe a segno nella prima stagione e 17 reti nella seconda stagione, nel 2022-2023 a Valdagno con 7 reti messe a segno e poi nell’ ultima stagione prima Vercelli 7 reti segnate, poi a Giovinazzo dove con le su prestazioni ha trascinato la squadra pugliese alla salvezza. In Italia ha vinto una Super Coppa Italiana con il Forte dei Marmi e una Federation Cup con il Sarzana. “Venderemo cara la pelle anche in questa stagione”– è il diktat del presidente lanciato nel momento della presentazione di Xavi Rubio, chiamando a raccolta il popolo rossonero: “E’ il primo colpo del nostro mercato, mancano ancora due tasselli che speriamo al più presto di annunciare. Ma oltre ai giocatori l’acquisto più importante della prossima stagione dovrà essere il pubblico, abbiamo bisogno che il muro rossonero presente nel finale di campionato ci segua per tutta la stagione, un pubblico che dovrà trascinarci ancora a compiere altre imprese anche perché “visto che abbiamo imparato a sognare” non abbiamo nessuna intenzione di smettere”.

Condividi

Articoli correlati

Varata la stagione 2024/2024, Sarzana inizia in trasferta a Monza

Pubblicato oggi il calendario di serie A1 di hockey...

Josè Vianna nuovo allenatore dell’Hockey Sarzana in Serie A2

Sarà Josè Vianna il nuovo allenatore della formazione di...

Maurizio Garofalo riabbraccia l’Hockey Sarzana

Maurizio Garofalo uomo di hockey a tutto tondo, con...

Che spettacolo a Pra’ per il Tricolore Roller Freestyle

Una disciplina di pattinaggio particolarmente adrenalinica e creativa, pronta...

Cosimo Mattuggini approda all’Hockey Sarzana

Il fortemarmino Cosimo Mattuggini la prossima stagione vestirà la...

Roller Freestyle a Pra’: evoluzioni spettacolari per i Tricolori firmati Zena Roller

Una disciplina di pattinaggio particolarmente adrenalinica e creativa, pronta...