La Prima Red Gold Regatta Genova-Carloforte dal 27 luglio al 4 agosto

Condividi

La prima edizione della “Regata dell’Oro Rosso Rotta Tabarkini”, Genova-Carloforte, la Red Gold Regatta, si svolgerà dal 27 luglio al 4 agosto. Il suo percorso di 330 miglia rappresenta uno dei percorsi più lunghi e notevoli del Mediterraneo sia per i partecipanti che per gli organizzatori.
Il Comitato FIV Zona I ha cercato di unire le forze degli enti locali e regionali tra cui: l’Amministrazione di Genova, unita a quelle di Carloforte, Calasetta, Regione Ligure, Regione Sarda, Alghero e soprattutto il Comune di Pegli.Come ricordano gli stessi organizzatori, la regata cattura l’essenza della navigazione e della vela, la storia comune dei Liguri e della Sardegna e di tutti gli abitanti delle sponde del Mediterraneo, e tocca il cuore anche di chi forse non vive vicino al Mediterraneo, ma lo conosce e lo ama.
C’é un forte ed evocativo significato storico dietro tale suggestivo itinerario, accuratamente narrato sul sito della manifestazione, assieme a tutti i dettagli logistici, e di cui si riporta alcuni significativi stralci:

“La regata celebra questo rapporto con il mare e la sua storia antica: il viaggio migratorio di un gruppo di liguri, in maggioranza pegliesi ma anche di altri paesi della riviera, che tra il 1540 e il 1542 salparono per l’isola di Tabarka, oggi penisola , situato a circa 100 km (62 miglia) dalla Tunisia. A partire dal 1738 sorsero insediamenti nelle isole di San Pietro e a Calasetta in Sardegna. Nel corso dei secoli costruirono una propria identità che rimase fondamentalmente ligure nelle tradizioni, nella lingua e nella cucina. I loro antenati lasciarono Pegli per Tabarka con l’intenzione di estrarre “oro rosso” o corallo per scopi commerciali. […]

Red Gold Regatta

 

Dai documenti risulta che una delle famiglie più potenti dell’aristocrazia genovese, i Lomellini, che possedeva terreni e una grande villa a Pegli, ricevette da Carlo V di Spagna una concessione per l’isola di Tabarka. Hanno incoraggiato un gruppo di pescatori di Pegli, esperti nell’estrazione del corallo, ad iniziare a pescare sull’isola tunisina con le sue estese barriere coralline. […] La comunità ligure rimase per quasi due secoli mentre i Lomellini prosperavano grazie all’“oro rosso” di Genova che, dopo aver lavorato il corallo, lo vendeva in tutta Europa.

Col passare del tempo, le barriere coralline si impoverirono e la popolazione locale crebbe, ma anche la persecuzione degli abitanti nativi dell’isola da parte dei pirati e dei Bey di Tunisi e dell’Algeria. I Tabarkini si rivolsero allora al re di Sardegna, Carlo Emanuele III. Egli intendeva ripopolare il territorio ed in particolare l’isola di San Pietro che si trovava al largo della penisola del Sulcis, sulla costa sud-occidentale della Sardegna e del tutto disabitata. Gli interessi della Colonia Genovese e quelli del re coincidevano e nel 1738 un gruppo di circa 600 Tabarkini si trasferì nell’isola che venne chiamata Carloforte in onore del re[…] Nel 1741, il Bey di Tunisi invase Tabarka e ne imprigionò gli abitanti riducendoli in schiavitù. Alla fine furono liberati grazie all’intercessione del Papa Carlo Emanuele III e di Carlo III di Spagna.
Molti degli schiavi liberati tornarono dai loro connazionali a Carloforte mentre altri fondarono due nuove comunità: Calasetta si stabilì sull’isola di Sant’Antioca nel 1770 in Sardegna, di fronte alla baia di Carloforte, e Nueva Tabarca si trovava sull’isola di San Pablo di Alicante. in Spagna. Questi ultimi col tempo si integrarono con la popolazione spagnola e persero nel tempo le proprie radici culturali mentre accadde il contrario per coloro che si stabilirono a Carloforte e Calasette”.

Consultare il sito non solo per tutte le informazioni disponibili, le iscrizioni e i servizi di Live Tracking, ma anche come piattaforma utile per le comunicazioni e gli annunci sugli imbarchi.

 

Condividi

Articoli correlati

U.S. Quarto

Nel piccolo borgo, costituito dalla baia Priaruggina, il 31...

Melania Carta firma CerialeVela

Melania Carta si è aggiudicata una spettacolare edizione della...

Grande successo per gli Europei CAPE 31 a Sanremo

Tre giorni, sette prove e il mare di Sanremo...

Domenica prossima la cinquantesima Gironda Albenganese

In occasione dei 50 anni della Gironda albenganese è...

Yacht Club Italiano

Lo Yacht Club Italiano è il più antico club...

Club Nautico S. Bartolomeo al Mare (Sanbàrt)

Il Club Nautico San Bartolomeo al Mare (amichevolmente “Sanbàrt”)...