Venerdi 24 maggio allo Sciorba Stadium “Un calcio alla leucemia”

Condividi

Una straordinaria serata tra calcio, intrattenimento e solidarietà, con la partecipazione di vecchie glorie del calcio genovese e non solo, per raccogliere fondi a favore dell’Istituto Giannina Gaslini tramite Gaslininsieme.

È stato presentato oggi pomeriggio, al Salone di Rappresentanza di Palazzo Tursi, “Un Calcio alla Leucemia”, il grande evento di beneficenza organizzato dall’ex attaccante della Sampdoria Francesco Flachi, con il sostegno dell’ex compagno di squadra Simone Pavan, in programma venerdì 24 maggio presso lo “Sciorba Stadium”, in via Adamoli 57.
L’incasso sarà devoluto interamente al Dipartimento di Ematologia e Oncologia Pediatrica dell’Istituto Giannina Gaslini di Genova, come già successo nel 2019 con l’altro evento a cavallo tra sport e spettacolo organizzato da Francesco Flachi, “Una Notte da 10”.
“Un Calcio alla Leucemia” inizierà alle ore 16 con un torneo che vedrà scendere in campo i bambini delle scuole calcio di alcune società genovesi. Alle 20.30 il Welcome di benvenuto, quindi alle 21 al via l’attesissimo quadrangolare con le squadre formate da vecchie glorie del calcio cittadino e non solo, tra cui ex calciatori blucerchiati; All Star Vips e campioni del panorama nazionale; “Amici di Fra e Simo”; “La Sud”. L’evento sarà in collaborazione con Calcio Liguria per la parte arbitrale.
Hanno già confermato la loro presenza gli ex calciatori Sergio Volpi, Filippo Maniero, Maurizio Ganz, Stefano Sorrentino, Angelo Palombo, Fabio Quagliarella, Davide Possanzini e Stefano Lucchini. Prevista la partecipazione di altri importanti personaggi del mondo dello spettacolo e dello sport.
Il conduttore della serata sarà il comico Andrea Carlini, protagonista dei programmi televisivi Colorado e Zelig. Intrattenimento musicale a cura della “Banda di Cialtroni”.
biglietti sono in vendita sul sito internet https://www.uncalcioallaleucemia.it/
Prezzi: adulti 15 euro, bambino 5-10 anni 10 euro. Si consiglia di acquistarli online per evitare possibili code all’ingresso della Sciorba.
«Questa idea è venuta in un club, il Sampdoria Club del Gaslini di cui io sono presidente – spiega Francesco Flachi – e per combinazione c’era anche Simone. Mi è venuta questa idea perché ho l’indole di aiutare gli altri, mi reputo una persona fortunata e mi è sempre piaciuto aiutare gli altri anche perché mi hanno tanto aiutato anche a me e mi sembra giusto contraccambiare questi favori con iniziative importanti. Speriamo di fare il massimo, anche se abbiamo avuto poco tempo per organizzarla. Sicuramente protagonista sarà la gente e noi cercheremo di farla divertire: i protagonisti saranno i tifosi e noi cercheremo di dare il massimo perché tutto il ricavato sarà devoluto al Gaslini, per combattere la leucemia. Per noi che abbiamo fatto questo sport, quando finisce, ci manca tantissimo: ritrovare compagni ed ex compagni e rivivere quelle emozioni che abbiamo provato quando abbiamo giocato insieme, sentire e vedere la gente, ci fa stare bene e stavolta lo facciamo per uno scopo importante».
«Dopo il successo di “Una Notte da 10”, Francesco Flachi si mette nuovamente a disposizione per una importante causa sociale: ‘Un Calcio alla Leucemia’, realizzato con la collaborazione di Simone Pavan, si lega in maniera indissolubile alla solidarietà oltre a coinvolgere attivamente tantissimi giovani. Tutti valori appartenenti al nostro progetto di Capitale Europea dello Sport – dichiara l’assessore comunale allo Sport – La presenza di personaggi del mondo dello sport e dello spettacolo, a sostegno di un’eccellenza del nostro territorio come l’Istituto Gaslini, è motivo di grande orgoglio e sono sicura che anche in questa occasione la nostra città risponderà con una grandissima presenza di pubblico».
«Tutto nasce da una splendida serata passata al Sampdoria Club Gaslini, quando Francesco Flachi ha avuto l’idea di fare qualcosa per i bimbi ricoverati al Gaslini e per i loro genitori – racconta Simone Pavan – Essendo stato in prima persona con mio figlio in quei reparti, so che le donazioni non bastano mai. Per questo, insieme a Francesco e a tanti altri amici, siamo davvero contenti di dare una mano nel nostro piccolo ai bambini, alle loro famiglie e ai medici dell’ospedale che li assistono nel loro percorso di cura».
«Desideriamo ringraziare davvero di cuore gli organizzatori di questa bellissima iniziativa per aver pensato, anche in questa occasione, di sostenere l’Istituto Giannina Gaslini – commenta Anna Zanuttini, segretario generale Fondazione Gaslininsieme ETS –. Per noi è motivo d’orgoglio essere legati a manifestazioni che coinvolgono realtà e personalità del nostro territorio che perseguono un obiettivo comune, quello della salute dei bambini. I fondi raccolti dall’iniziativa sosterranno, infatti, il Dipartimento di Emato Oncologia dell’Istituto Giannina Gaslini».
“Un Calcio alla Leucemia” è inserito nel programma di Genova 2024 Capitale Europea dello Sport.

Condividi

Articoli correlati

Approvato il rifacimento del Rinaldo Grondona a Pontedecimo

Approvato dalla giunta comunale, su proposta dell’assessore agli Impianti...

A Christian Rossi il 35° premio “Carlo Geddo”

Venerdì 31 maggio gli arbitri della sezione A.I.A. “Stefano...

Col Bologna l’efficacissima sintesi di una stagione sopra le righe

Rifulge l'undicesimo posto finale, condito con il record di...

Il Genoa saluta stendendo il Bologna rivelazione 2-0

Il boato dello stadio per Frendrup che al novantesimo...

Genoa e Bologna “derby” tra rivelazioni Gasperiniane

Non sarà una semplice passerella, ma neppure un'asperrima battaglia...

Venerdì 24 e sabato 25 maggio il World Football Freestyle Contest illumina il Porto Antico

World Football Freestyle Contest Genova 2024 è la sfida...