A Palermo pagato l’approccio sbagliato. Per la Samp stagione comunque positiva

Serie B 2023/24 - Play-off (Primo turno) | Palermo-Sampdoria Andrea Pirlo (allenatore Sampdoria) Tratta da Pagina Facebook uffiiale UC Sampdoria

Condividi

Col senno di poi, siamo tutti Guardiola e potremmo sparare bellamente sul pianista Pirlo, ma è una forma ingenerosa, ingiusta e illogica di analizzare in questa maniera la débacle (perché tale si è rivelata) di Palermo. Fermiamoci a sostenere una tesi incontrovertibile: la Samp non poteva dire addio in modo più inglorioso ad un playoff che si era meritatamente conquistata in barba a parecchie previsioni contrarie.

I blucerchiati, obbligati a vincere per restare in corsa, si sono fatti… rubare l’idea dai rosanero e non hanno mai svoltato. Vero che a causa di quei due stramaledetti punti di penalizzazione hanno dovuto esibirsi in terra nemica, ma non esageriamo con le attenuanti. Semplicemente si è sbagliata partita, ad iniziare dall’approccio, che peggiore non si sarebbe potuto immaginare. Alla prova dei fatti, le scelte dell’allenatore si sono rivelate fallimentari, ma buona parte di esse erano state universalmente condivise. Come criticare il ritorno di Piccini, un ex nazionale, presumibilmente adatto, anche a livello di esperienza, per certi contesti? Persino l’opzione Depaoli pareva logica, considerando l’incidenza, anche in zona gol, dell’ex veronese nei momenti più felici della stagione. Da apprezzare pure il rientro di Yepes, in fase calante ma autore di un campionato fantastico.

Qualche altra mossa, però, è inspiegabile. Ad esempio, il varo di una coppia di centrocampisti centrali simili tra loro con limitata fisicità e zero propensione al recupero palla. E come spiegare l’esclusione iniziale di Stojanovic, tra i più in palla nell’ultimo mese? E quella di Kasami, ancorché fuori forma, a pro di un Ricci diventato improvvisamente un calciatore imprescindibile dopo mesi di panca?

Alquanto discutibile, questa sì, l’insistenza sulla difesa a tre in una gara da vincere a tutti i costi. La situazione è migliorata di sicuro dopo il passaggio al 4-3-3, che ha irrobustito la cerniera di centrocampo senza peggiorare la già critica fase difensiva, ma non ci voleva un santone del calcio per capirlo.

Qualsiasi orientamento di partenza era comunque da accettare. Non il ritardo abissale col quale si è messa mano alla disposizione tattica. Se il piano iniziale non funziona e presenta gravi crepe, non si può attendere più di mezza partita e il secondo gol al passivo per cambiare. Probabilmente, l’eliminazione non sarebbe stata evitata, ma lo status quo così prolungato è stato un suicidio.

Serie B 2023/24 – Play-off (Primo turno) | Palermo-Sampdoria
Sampdoria – Formazione iniziale (in piedi: Cristiano Piccini-Manuel De Luca-Sebastiano Esposito-Daniele Ghilardi-Facundo Gonzalez Molino-Filip Stankovic; accosciati: Fabio Depaoli-Simone Giordano-Gerard Yepes Laut-Matteo Ricci-Fabio Borini) Tratta da Pagina Facebook UC Sampdoria

Capitolo chiuso. Il campionato va agli archivi e merita apprezzamento la maturità con la quale il mondo Samp ha accolto quest’addio ai sogni di gloria. In effetti, più che guardare a dove si sarebbe potuto arrivare, è giusto rammentare da dove si è partiti e in quale situazione di classifica la Samp ha pascolato sino ad un mese e mezzo fa. Aggiungere che forse la serie A sarebbe stato un salto nel buio – considerando i paletti legati al prossimo mercato e il quadro societario ed economico ancora da definire – sarebbe sposare la favoletta della volpe e dell’uva, ma certe considerazioni sono legittime e non infondate.

Tocca a Manfredi, adesso, sciogliere i nodi più intricati nel minor tempo possibile, a cominciare ovviamente dalla risoluzione della spinosa controversia col Viperetta. A fine mese è previsto un altro capitolo: guai se non ponesse la parola “fine” ad un braccio di ferro stucchevole sulla pelle della Sampdoria e dei suoi commoventi sostenitori. Contemporaneamente, l’intelaiatura della società andrà rivista nei suoi elementi cardine. Legrottaglie chiuderà probabilmente il proprio mandato e Mancini, attuale diesse, dovrà essere affiancato da un responsabile tecnico più esperto.

Serie B 2023/24 – Play-off (Primo turno) | Palermo-Sampdoria
Sopralluogo: Matteo Manfredi (presidente Sampdoria) Tratt da Pagina Facebook Ufficiale UC Sampdoria

Anche la posizione di Pirlo andrà attentamente vagliata. Mister Andrea, già nella sala stampa del Barbera, ha ribadito la propria ferma intenzione di continuare la “mission”, forte di un contratto in scadenza nel giugno 2025, ma una profonda riflessione è doverosa, pur nella difficoltà che comporterebbe il pagamento di due trainer.

Di sicuro, qualsiasi programma di sviluppo non può prescindere da un rafforzamento economico del club, con l’identificazione di nuovi facoltosi partner. Manfredi è fiducioso in merito, ma occorre accertarsi che le auspicabili e sbandierate sinergie non fossero legate al salto di categoria.

Risolte tutte queste problematiche – ma occorre fa presto – si penserà alla squadra, che perderà gran parte dei giovani talenti messi in vetrina quest’anno e restituiti ai club di appartenenza. Una certa ossatura, quella composta dai giocatori ancora sotto contratto, comunque rimane, ma dovrà essere supportata da innesti mirati: ben vengano altre “promesse” provenienti dai club più importanti, ma per vincere la serie B occorrono elementi che conoscano a fondo la categoria, così diversa dalla serie A. Ancora un’avvertenza: si scelgano giocatori senza fragilità muscolari e, possibilmente, dotati di forte personalità. Mai come quest’anno si è avvertita la mancanza di una guida, in campo e non solo in panchina.

PIERLUIGI GAMBINO

 

Condividi

Articoli correlati

Il Sestri Levante riceve il presidente Lega Pro Matteo Marani

Con la Serie C NOW 2024/2025 alle porte, la Lega Pro fa visita...

Il Comune di Genova premia il Genoa Under 18 campione d’Italia

Questa mattina, nel Salone di Rappresentanza di Palazzo Tursi,...

Sciorba Stadium: record di adesioni per il Junior Camp Milan Academy

Da ieri è in svolgimento il Junior Camp Milan...

Il genovese Riccardo Berioli campione italiano Under16 di Calcio da Tavolo

Tante emozioni in quel di Reggio Emilia dove, nel corso del...

Approvato il rifacimento del Rinaldo Grondona a Pontedecimo

Approvato dalla giunta comunale, su proposta dell’assessore agli Impianti...

A Christian Rossi il 35° premio “Carlo Geddo”

Venerdì 31 maggio gli arbitri della sezione A.I.A. “Stefano...