La Samp contro il Como ha confermato pregi e difetti

Serie B 2023/24 | Sampdoria-Como Alessio Iovine-Nicola Murru Tratto da pagina Facebook Ufficiale UC Sampdoria

Condividi

Si temeva, eccome, questo quart’ultimo turno di regular season. Il Como è giunto a Marassi con le ali ai piedi e le rivali dirette per una poltrona privilegiata erano spinte da un calendario favorevole. Invece la giornata cadetta si è risolta in una catena di pareggi che in teoria ha lasciato immutato il quadro ma in pratica vede la Samp assai più vicina al traguardo.

La sfida con i secondi in classifica non induce a cambiare radicalmente il giudizio di fondo sui blucerchiati, ma qualche novità l’ha comunque evidenziata. La più rilevante riguarda l’apporto di sostanza e robustezza garantito al reparto difensivo da Piccini, la cui assenza prolungata per infortunio si è avvertita parecchio. L’esperto centrale ha cementato il reparto facendo pesare personalità e classe indiscusse. Non che gli azzurri di Fabregas siano stati neutralizzati completamente, ma probabilmente non è un caso che con il fiorentino in campo la porta di Stankovic sia rimasta intonsa. Uscito Piccini, certe crepe sono riemerse.

Per il resto, la solita Samp, che da tempo non riesce a spuntarla sotto il profilo del gioco. Il Como ha stradominato nella prima mezzora e complessivamente si è espresso a livelli ben più elevati, ma anche il Bari, il Palermo, il Sudtirol e lo stesso Spezia, a prescindere dai risultati, avevano vinto la sfida a livello territoriale e di palleggio. I blucerchiati corrono meno dei rivali e in queste ultime settimane stanno patendo un calo di forma dei centrocampisti. Darboe è stato accantonato, mentre Kasami e Yepes, tra i migliori interpreti della categoria, brillano a sprazzi, senza continuità.

Da ciò l’andamento altalenante di ogni prestazione, con gli iniziali 30 minuti spesso da dimenticare. Se il Como avesse segnato uno o anche due gol in quel periodo, nessuno avrebbe osato eccepire. Neppure uno psicologo riuscirebbe a identificare le radici di questo malessere, il motivo di certi approcci timidi e balbettanti.

La Samp ha pure dei pregi, e vanno rimarcati. Specialmente contro gli squadroni ha sempre saputo rimanere in partita, superando il momentaccio con danni sopportabili o addirittura senza pagare dazio. Verso fine primo tempo, come se scattasse un interruttore, ecco una squadra finalmente presentabile, in corrispondenza con la fisiologica flessione dei rivali. Nei secondi tempi la banda di Pirlo tiene quasi sempre botta e spesso trova l’acuto decisivo grazie all’impareggiabile ventaglio di individualità dalla metà campo in avanti. Vero, sino al rientro di De Luca manca un efficace terminale, ma quale altra squadra può vantare un numero così alto di potenziali mattatori?

Serie B 2023/24 | Sampdoria-Como
Gol Sampdoria (1-0): esultanza Fabio Borini – delusione Daniele Baselli Tratto da pagina Facebook Ufficiale UC Sampdoria

Sabato Esposito e Borini, che per lunga pezza non si erano assolutamente distinti, hanno partorito l’assist e la conclusione vincenti e in altre gare avevano provveduto a turno Kasami, Depaoli, Verre e i centrali difensivi, letali sui calci fermi. Non esiste il cannoniere principe, ma la cooperativa del gol funziona ed è invidiata da tutta la concorrenza.

Proprio da questa ricchezza di soluzioni offensive scaturisce l’ottimismo non solo limitato alla conquista dei playoff. Questa Samp che non crolla mai contro gli squadroni, sa soffrire, è cinica al punto giusto e ha le potenzialità sufficienti per alimentare un sogno proibito.

PIERLUIGI GAMBINO

Condividi

Articoli correlati

A Savona la Fase Regionale dei Campionati Studenteschi di Corsa d’Orientamento

Lunedì mattina, tra un temporale e uno scroscio d’acqua,...

Ardita tra sport e salute con i corsi di Pilates

Un'offerta sempre maggiore agli affezionati tesserati. A Nervi il...

Al PalAlessia una tappa del Tour Scipione organizzato dal C.T. Liguria Ponente

Domenica 5 maggio, il PalAlessia ha ospitato una tappa del Tour Scipione organizzato...

Polisportiva del Finale Kettlebell: grandi risultati per Borghello e Colella ai World Championship 2024

Grandi risultati per Christian Borghello e Alice Dorotea Colella, atleti della sezione...