Dote Sport: Confartigianato e Rete Maker al fianco delle famiglie per presentare la domanda

Condividi

In un’epoca in cui la sedentarietà giovanile è in costante aumento, aggravata dagli effetti della pandemia globale e dal crescente impegno digitale, l’iniziativa “Dote Sport” emerge come una opportunità verso un futuro più sano e attivo per i giovani. Questo programma infatti mira a fornire a bambini e adolescenti residenti in Liguria le risorse necessarie per accedere a sport e attività fisiche, promuovendo stili di vita attivi e inclusivi.

La “Dote Sport” è una iniziativa unica nel suo genere, proposta da Regione Liguria per abbattere le barriere economiche e sociali che impediscono ai giovani di partecipare allo sport. Attraverso questa dote, le famiglie possono ricevere un contributo finanziario fino a 400 euro per iscrivere i propri figli di età compresa tra i 5 e i 17 anni presso le Associazioni e Società sportive liguri. Questo programma, finanziato da Regione con le risorse del Fondo Sociale Europeo, non solo facilita l’accesso allo sport, ma incoraggia anche una partecipazione più ampia e diversificata, riflettendo l’impegno della nostra società verso l’inclusione e l’uguaglianza. Il limite di ISEE per aderire è fino a 35.000 €.

Gli effetti benefici dello sport sui giovani sono ampiamente documentati: migliore salute fisica, maggiore autostima, riduzione dello stress e ansia e miglioramento delle capacità sociali e di teamwork. “Dote Sport” si propone di estendere questi benefici a un numero maggiore di giovani, offrendo loro le basi per uno stile di vita sano e attivo che può continuare ben oltre gli anni dell’adolescenza.

Invitiamo le famiglie, gli educatori, e i leader comunitari a sostenere e promuovere l’iniziativa “Dote Sport”. È fondamentale che questa opportunità raggiunga quante più famiglie possibili, affinché tutti i giovani, indipendentemente dal loro background economico o sociale, possano usufruire dei benefici dello sport. È per questo motivo che Confartigianato Liguria e RETE MAKER intendono supportare gratuitamente le famiglie garantendo assistenza alla predisposizione dell’ISEE, presso la sede di Via Assarotti 7 a Genova e alla compilazione della richiesta di contributo, presso i centri sportivi aderenti a MAKER (*).

«Tutti devono avere la possibilità di praticare sport in Liguria. Nella nostra regione abbiamo inserito a partire dal 2021 questa nuova misura, Dote Sport, che rappresenta un passo in avanti importante proprio verso la piena accessibilità alla pratica sportiva per tanti giovani liguri. In questa nuova edizione abbiamo incrementato i fondi fino a due milioni, alzato il tetto ISEE e aumentato l’importo dei singoli contributi. Auspico che tutte le famiglie aventi diritto presentino domanda e in questo senso l’iniziativa di Confartigianato Liguria e a RETE MAKER è davvero lodevole: così come per vincere una partita serve un lavoro di squadra, allo stesso modo un bando ha successo solo se c’è una grande collaborazione tra tutti gli attori in campo, dagli uffici tecnici alle realtà che operano a contatto con il territorio e i cittadini». dichiara Simona Ferro, assessore allo sport di Regione Liguria.

«Dote Sport si è rivelata una misura di grandissimo successo e, per questa ragione, abbiamo deciso di aumentare le risorse per sostenerla fino a stanziare 2 milioni di euro dal Fondo sociale europeo per l’edizione 2024 – spiega l’assessore regionale alla Formazione Marco Scajola -. Vogliamo che tutte le famiglie e tutti i giovani non debbano mai rinunciare all’attività sportiva per ragioni di tipo economico».

«Con “Dote Sport”, ci impegniamo a costruire una generazione di giovani più sana, più forte e più unita. Questa iniziativa rappresenta un passo avanti significativo verso il raggiungimento di questo obiettivo, offrendo ai giovani le risorse necessarie per crescere, imparare e prosperare attraverso lo sport. Insieme, possiamo fare la differenza nella vita dei giovani, fornendo loro le opportunità di scoprire il proprio potenziale e di raggiungere vette sempre più alte. Ringrazio tutti i gestori degli impianti sportivi, che hanno subito sposato questi principi, aderendo all’iniziativa». dichiara Gianluca Argiolas, coordinatore sport di Confartigianato e Presidente di MAKER.

Condividi

Articoli correlati

“Emofilia e sport”: i benefici dell’attivita fisica in sicurezza con Vita

<span;>Un percorso importante lanciato dal Centro Polisportivo Vita di...

La Regione regolamenta le “Palestre della Salute”. Ferro: “Passo avanti importante”

Via libera, su proposta dell’assessore allo Sport, al disegno...

Nuova esperienza con i centri estivi dell’Ardita

Un'esperienza importante per i bimbi e ragazzi dai 3...

“Genova 2024 Capitale Europea dello Sport” premiata al 36° Gala ACES Europe

Un altro importante riconoscimento per la Città di Genova,...

“Psicologia dello Sport” martedì il convegno a Savona

Domani, martedì 30 aprile dalle ore 15 alle ore...