Il Frosinone è una ghiotta occasione per mettersi ancora più in mostra per molti ragazzi del Genoa

Condividi

Genoa-Frosinone non calamita attenzioni solo in Liguria e in Ciociaria. Gli exploit del Grifone gilardiniano e in particolare dei suoi dioscuri ha elevato il Grifo verso una nuova dimensione, e solo col tempo sapremo se si rivelerà conveniente o meno per la tifoseria rossoblù.

Di sicuro a parecchi genoani attuali non mancano stimoli particolari, da trasformare in moneta sonante nelle gare di campionato. Retegui si gioca un futuro da protagonista agli Europei, mentre Gudmundsson, che il principale appuntamento continentale ha visto beffardamente sfumare con la sua Islanda, sa di essere nel mirino delle “big”. Infine Gilardino, sempre più chiacchierato e attenzionato lontano da Genova: ora come ora, è la Fiorentina ad insidiare la dirigenza rossoblù, che si sta prodigando per ottenere dal trainer biellese il “sì” ad almeno un altro anno di matrimonio.

I pensieri in prospettiva del trio delle meraviglie non possono non incidere sul presente del Grifone, che sta portando avanti una stagione fantastica – se rapportata alle iniziali aspettative – ma non intende fermare la propria ascesa. C’è da chiedersi però se Gilardino intenda insistere su un modulo collaudato, intriso di realismo e prudenza, o se preferisca mostrare di sé un volto tatticamente spregiudicato. Dalle sue scelte dipende anche la resa dei due attaccanti principi, che auspicano di poter giocare abbastanza vicini alla porta avversaria e di ricevere continui rifornimenti dai compagni.

Insomma, c’è parecchia carne al fuoco in questa vigilia pasquale, e sul tavolo potrebbe anche apparire un altro calcistico manicaretto: Vitinha. Già, ma dal primo minuto o in corso d’opera? La tentazione di schierarlo dall’inizio è stemperata da un acciacchetto non preoccupante ma sufficiente a porlo in dubbio addirittura per la panchina.

Tratta da Pagina Facebook Ufficiale CFC Genoa 1893

A margine del dibattito relativo alla prima linea, altri calciatori rossoblù attendono di sapere se e dove giocheranno. Messias, ad esempio, è in bilico tra la mediana e la fascia sinistra e Malinovskyi resta sospeso tra campo e panchina. Lo stesso Spence, bravissimo “chez Juventus”, meriterebbe ampiamente la riconferma, ma sarà accontentato?

Minori dubbi riguardano la retroguardia, sempre che Vasquez, di ritorno dal Sudamerica, si dimostri sufficientemente lucido e tonico. Altrimenti, spazio a Vogliacco, dato che Cittadini, altro osservato speciale in chiave futuristica, finirà in tribuna causa infortunio.

Gilardino pretende di tornare marcare tre punti in un colpo, chiudendo la comunque breve fase di rallentamento. L’avversario dovrebbe facilitare l’impresa, ammesso che non lo si sottovaluti. I gialloblù laziali navigano in acque limacciose e da tempo hanno abbandonato i sogni di tranquillità per rituffarsi nell’inquietudine. Mister Eusebio Di Francesco ha pagato sulla propria pelle certe visioni talebane, è vi via diventato più duttile e concreto ma adesso sta faticando a tenere in carreggiata una squadra dall’età media bassissima.

Il team ciociario appare deboluccio in fase difesa e si affida al talento dei ragazzotti spediti in provincia dalla Juventus per farsi le ossa. Soulè è un fantasista dall’avvenire radioso: la sua imprevedibilità è la principale carta salvezza dei gialloblù, che in Cheddira non hanno un centravanti alquanto prolifico. Attenzione però alle sue doti di contropiedista.

In regìa giostra Barrenechea, altro baby che punta molto in alto. Il Genoa gli ha messo gli occhi sopra riuscendo a prenotarlo per l’anno a venire. Intelligenza calcistica e pulizia di tocco non gli mancano: in rossoblù, con gli insegnamenti di un luminare come Badelj, potrebbe completare la maturazione e proporsi ad altissimi livelli. Anche per lui, comunque, il Ferraris si presenta come una vetrina alquanto luminosa.

PIERLUIGI GAMBINO

Condividi

Articoli correlati

Coppa Italia Under 19: Audax Verona la spunta all’extra time

Super De Cao all'extra time e l'Audace Verona conquista la...

Samp stanca e fortunata a uscire con un punto dal confronto con lo Spezia

Comprensibile il sorriso di Andrea Pirlo al termine del...

Il Bitonto si conferma campione: 7-3 al TikiTaka, la Coppa Italia resta in Puglia!

Ancora Bitonto, ancora Lucilèia. Le campionesse in carica si confermano...

Coppa Italia Futsal: le Under 19 di Audace Verona e Kick Off grandi protagoniste

Audace Verona e Kick Off di nuovo opposte nella finale di Coppa...

Sconfitta non preoccupante per il Genoa contro la Lazio, ma sono emersi vecchi problemi

La sconfitta di fronte alla Lazio non scalfisce minimamente...

Sampdoria e Spezia si dividono la posta

La Samp ottiene il primo zero a zero stagionale...