Samp-Ternana, le sfide tra amiche a Marassi: le prime in A negli anni ’70, l’ultima in B nel 2002

Condividi

La sera di Pasquetta la Sampdoria riceve la Ternana per proseguire nella sua rincorsa ai play-off, opposta ad una formazione alla ricerca di punti salvezza. Un confronto che a Marassi manca da oltre 21 anni, tra due formazioni le cui tifoserie sono unite da un antico ed inossidabile gemellaggio: era l’8 dicembre 2002 ed i rossoverdi guidati da Mario Beretta inflissero alla squadra di Walter Novellino, che sarà promossa a fine stagione, la prima sconfitta interna stagionale grazie ad una doppietta di Mario Frick, leggendario attaccante del piccolo Liechtenstein, dopo il rapido vantaggio siglato da Bazzani. Quel giorno in campo tra gli umbri un ex come D’Aversa e due ex genoani, Brevi e Davide Nicola.

È questo l’unico successo delle “Fere” nei 9 precedenti, completati da 4 vittorie blucerchiate e 4 pareggi: i primi due incontri si giocarono a livello di massima serie nei primi anni settanta, con la squadra guidata da Corrado Viciani ed il suo gioco corto che imposero lo 0-0 il 19/11/1972 ad un undici allenato da Heriberto Herrera che era ancora a caccia del primo successo stagionale; i tentativi di un attacco molto spuntato guidato dai vari Spadetto, Sauro Petrini e Villa s’infransero in una fredda e piovosa giornata sferzata dalla tramontana contro la difesa imperniata su un libero di grande spessore quale era Giorgio Mastropasqua. A fine stagione gli umbri retrocessero, ma il 30/3/1975 ancora in serie A un rigore di Mario Maraschi regalò alla Samp una fondamentale vittoria sulla strada verso la salvezza, quel giorno ci fu l’aggancio proprio con gli umbri a quota 18 ed a fine stagione la Samp di Corsini si salvò a differenza dell’undici di Riccomini, che poi negli anni successivi guidò i liguri .

“U l’a segnou u Maraschi”: il ricordo oltre la rovesciata

Tutti gli altri incroci si giocarono nella serie cadetta tra cui ricordiamo un pirotecnico 3-3: era il 24/6/1979, ultima giornata di un campionato in cui entrambe le formazioni erano partite con ben altri propositi e si trovarono a condividere un’anonima posizione di centroclassifica. Lo stadio era semideserto in una caldissima giornata d’inizio estate, le partite iniziavano alle 17 e tra i pochi che presero la via del Ferraris la maggior parte era in abbigliamento da spiaggia, con canottiera ed infradito. In campo scesero due squadre molto libere mentalmente, per la Samp guidata da Giorgis segnarono Lippi, Orlandi e Paolini mentre le reti umbre portarono la firma di Bonini, Mitri e Passalacqua, con un giovane Renzo Ulivieri sulla panchina umbra che poche stagioni dopo diventò il mister che riportò i blucerchiati nella massima serie. Un’ultima curiosità: nel match giocato il 3/9/2000, era la prima giornata, vinse la Samp per 2-1 grazie ai gol dei subentrati Flachi e del giovane Matzuzzi, con sigillo umbro di Borgobello, nella giornata in cui prima Jovicic e quindi Carmine Esposito sbagliarono due calci di rigore.

MARCO FERRERA    

Condividi

Articoli correlati

Coppa Italia Under 19: Audax Verona la spunta all’extra time

Super De Cao all'extra time e l'Audace Verona conquista la...

Samp stanca e fortunata a uscire con un punto dal confronto con lo Spezia

Comprensibile il sorriso di Andrea Pirlo al termine del...

Il Bitonto si conferma campione: 7-3 al TikiTaka, la Coppa Italia resta in Puglia!

Ancora Bitonto, ancora Lucilèia. Le campionesse in carica si confermano...

Coppa Italia Futsal: le Under 19 di Audace Verona e Kick Off grandi protagoniste

Audace Verona e Kick Off di nuovo opposte nella finale di Coppa...

Sconfitta non preoccupante per il Genoa contro la Lazio, ma sono emersi vecchi problemi

La sconfitta di fronte alla Lazio non scalfisce minimamente...

Sampdoria e Spezia si dividono la posta

La Samp ottiene il primo zero a zero stagionale...