Rapallo Pallanuoto domina in Calabria: Cosenza battuto 20-6

Condividi

La Calabria sorride al Rapallo PN, che si impone per 20 a 6 sul Cosenza Pallanuoto in una piscina gremita. Tre punti molto importanti in attesa del posticipo tra SIS Roma e Pallanuoto Trieste che consentirà alle giallo blu di riavvicinarsi alle posizioni di vertice e continuare a lottare per un posto nei play off Scudetto. Obiettivo non semplice ma la formazione di Coach Antonucci è pronta a provarci e a lottare fino alla fine. La partita Il match delle liguri inizia solo al quinto minuto del primo tempo, fino ad allora da segnalare solo un tiro di rigore sbagliato e una partenza sprint del Cosenza che si porta sul 3 a 0 con la doppietta di Ermakova inframezzata dal gol di Morrone. Poi sale in cattedra Roberta Bianconi che sigla, in superiorità, il primo dei suoi sette gol. La fuoriclasse si ripete dopo una manciata di secondi e quindi Zanetta finalizza la controfuga che annulla il vantaggio delle padrone di casa. Quindi Grasso, Bianconi e Marcialis realizzano per il 6 a 3 che chiude il primo quarto. Le ragazze di Mister Fasanella tenute a digiuno per circa dodici minuti, non riescono a tenere il passo imposto dal RPN, che chiude il secondo parziale con un roboante 8 a 1. Tre le doppiette realizzate da: Kudella, Marcialis e Bianconi, alternate rispettivamente dagli squilli singoli di Gnetti, brava a girarsi e realizzare eludendo la marcatura al centro, la giovanissima Lara Bianco che realizza con freddezza dai cinque metri, e una gran botta di Milicevic. Si va al cambio vasca con un più dieci (4-14), ma il Rapallo, pur abbassando leggermente il ritmo, non cala la concentrazione chiudendo il parziale sul 1 a 4, al nuovo bis di Bianconi e ai centri di Zanetta e Milicevic risponde allo scadere Mandelli. L’ultima frazione di gioco vede le ospiti gestire sapientemente il vantaggio conquistando anche l’ultimo parziale per 2 a 1. La settima di Bianconi arriva dai cinque metri e Kudella sigla il gol che le vale la tripletta personale, poi Ciudad Herrera realizza un rigore a pochi secondi dalla sirena finale. Dopo i minuti iniziali Gitto e compagne prendono le misure alle cosentine, sfornando una prestazione molto positiva in tutte le fasi di gioco, e anche a livello di tenuta mentale, dimostrano di aver smaltito gli strascichi polemici del match con il Padova, sopperendo con la giovanissima Bianco all’assenza di Vomastkova, che proprio nell’ultima uscita di campionato era stata costretta ad una corsa in ospedale per un colpo subito. Buono l’apporto di tutte le ragazze in distinta che quando chiamate in causa hanno saputo farsi trovare pronte.

TABELLINO: Superiorità numeriche: Cosenza 2/6 + un rigore; Rapallo 6/8 + 4 rigori. Brandimarte (C) para un rigore a Gitto dopo 53″ del primo tempo e a Bianconi dopo 1’54” del terzo tempo. Uscita per limite di falli Cabona (C) nel terzo tempo. A metà quarto tempo Pizzimbone (R) sostituisce Caso tra i pali. Arbitri Bonavita, Rotunno. Spettatori: 200 circa.

L’analisi della partita è affidata al Coach Luca Antonucci queste le sue parole: “Un’ottima risposta dopo la partita di sabato scorso che definirei “particolare”, era molto importante dal punto di vista del morale riprendersi al più presto e sono contento della reazione delle ragazze. Il risultato è abbastanza eloquente, dopo i minuti iniziali del primo quarto la partita non è mai stata in discussione. Siamo state coese affrontando da squadra l’impegno, e abbiamo fatto bene sia in fase difensiva che in attacco. Tre punti molto importanti, adesso pensiamo al prossimo impegno in Coppa Italia dove proveremo a fare del nostro meglio per ben figurare. Poi non molleremo fino alla fine, proveremo con tutte le nostre forze a contendere un posto nei play off”. Per lei non è l’esordio in massima serie, nonostante la giovanissima età (classe 2008) ma festeggia il suo primo gol Lara Bianco, che racconta le sue impressioni: “Sono contentissima di aver preso parte alla partita e di aver potuto dare il mio contributo, il gol è stata la ciliegina sulla torta di un traguardo che mi ero prefissata, spero sia il primo di una lunga serie, perché questa lunga trasferta, questa partita, per me deve essere un punto di partenza. Voglio ringraziare tutte le mie compagne per il supporto che mi danno, non solo oggi ma nel quotidiano, essendo la più piccola del gruppo. Una dedica speciale a Daniela (Vomastokova n.d.r.) che oggi ho sostituito e che ci guardava da casa dopo il brutto infortunio subito. Forza Daniela tornerai presto e più forte di prima”.

Condividi

Articoli correlati

Ch. League, la Pro Recco in campo a Marsiglia

Conclusa la regular season di campionato, la Pro Recco...

Al via i lavori per la costruzione della nuova piscina al Palamariotti della Spezia

Sono iniziati i lavori per la realizzazione del nuovo...

Vittorie importantissime per Locatelli Genova e Rapallo

Tutto in bilico anche nella lotta per evitare la...

Netafim Bogliasco 1951 sconfitta a Padova

Niente da fare per le ragazze del Netafim Bogliasco 1951 nella...

Pro Recco corsara a Savona

La Pro Recco vince il derby in casa del...