Nel quarto d’ora finale la Samp ribalta l’Ascoli e passa dalla zona playout ai playoff

Serie B 2023/24 | Sampdoria-Ascoli Sebastiano Esposito-Pajtim Kasami-Petar Stojanovic - Esultanza finale Tratta da pagina Facebook Ufficiale UC Sampdoria

Condividi

Non volevano più lasciare il campo i giocatori della Sampdoria alla fine della battaglia sportiva contro l’Ascoli, acclamati dalla Sud e dall’intero stadio per salutare una vittoria di fondamentale importanza. Ad un quarto d’ora dal termine i ragazzi di Pirlo rivedevano i fantasmi della zona calda, con la rete ascolana in avvio che in quel momento avrebbe fatto nuovamente piangere la classifica ma l’uno-due in sette minuti firmato Kasami e De Luca ribalta tutto e permette alla Samp di agganciare Pisa e Cittadella sull’ultimo gradino utile per i play-off a quota 37. Senza i due punti di penalizzazione la Samp stasera dopo ventinove giornate sarebbe addirittura settima davanti al Brescia, dopo tre quarti di stagione con più ombre che luci: questo anche per spiegare la pazzia di questo campionato cadetto.

Ma sgombriamo subito i dubbi, questa è una vittoria di platino soprattutto in ottica salvezza, con lo Spezia, quintultimo, ricacciato questa sera a meno sette e con Bari, Cosenza, Sudtirol, Modena e Reggiana a fare da cuscinetto con la zona calda e l’Ascoli, distanziato di nove lunghezze quando al 32’ della ripresa era ancora a meno tre.

Serie B 2023/24 | Sampdoria-Ascoli
Sopralluogo: Matteo Manfredi (presidente Sampdoria)-Maheta Matteo Molango (c.d.a. Sampdoria) Tratta da pagina Facebook Ufficiale UC Sampdoria

È la prima di Manfredi da presidente e prima del fischio di Dionisi il pubblico che è accorso numeroso, con i prezzi popolari e gli omaggi alle donne nella circostanza, omaggia con un minuto di silenzio Pietro Sabatini, terzino della Sampdoria di fine anni sessanta, con quella filastrocca imparata a memoria che cominciava dagli altoparlanti del Ferraris…. Battara, Sabadini, Sabatini…. E con Pietro che si innamorò di Genova e si fermò nella nostra città, gestendo per decenni la trattoria di Creto.

Serie B 2023/24 | Sampdoria-Ascoli
Ascoli-Sampdoria – Minuto di raccoglimento dedicato a Pietro Sabatini (ex giocatore Sampdoria) Tratta da pagina Facebook Ufficiale UC Sampdoria
Tratta da Pagina Facebook Ufficiale UC Sampdoria

 

Pirlo conferma Leoni nel pacchetto difensivo più giovane d’Europa stante l’indisponibilità di Piccini, Verre è tenuto a riposo per un fastidio muscolare dopo lo splendido rientro della scorsa settimana ed Esposito e Borini, dopo quasi quattro mesi, vanno in panchina pronti ad entrare e regalando maggiori scelte al tecnico bresciano.

Castori deve fare a meno di molti titolari, a cominciare dal portiere Viviano, ex idolo della Sud, per proseguire con il bomber Mendes e perde nella rifinitura anche Botteghin ma l’avvio del “Picchio” è propositivo e di grande personalità, i ragazzi in maglia bianconera corrono il doppio e vincono tutte le seconde palle ed al 10’ vanno in vantaggio, con il consueto appoggio dei blucerchiati, scesi in campo troppo svagati e deconcentrati: Darboe autore di un pessimo avvio è troppo molle sulla tre quarti, Duris riceve in area defilato a destra dove può girarsi senza la giusta opposizione e calciare di sinistro, con il tacco di Ghilardi che fa impennare la sfera che s’infila nell’angolo opposto di Stankovic con una traiettoria beffarda, con il goffo ed inutile tentativo di Stojanovic di respingere. Poco dopo Rodriguez servito da destra da Falzerano manda a lato di testa ed il primo tentativo blucerchiato viene sprecato al 17’ da Kasami che cicca clamorosamente davanti a Vasquez, servito dalla destra da Darboe, con Quaranta che spedisce in corner.

Serie B 2023/24 | Sampdoria-Ascoli
Petar Stojanovic-Karim Zedadka Tratta da pagina Facebook Ufficiale UC Sampdoria Tratta da pagina Facebook Ufficiale UC Sampdoria

Soffre tremendamente la Samp di fronte ad un Ascoli che fa la partita chiesta da Castori, gli ospiti corrono il doppio rispetto alla Samp ed hanno la meglio su un centrocampo blucerchiato molto involuto in Darboe e Kasami, con Bellusci, migliore dei suoi, a guidare la difesa ; ad ogni ripartenza gli ospiti si rendono pericolosi ed al 34’ un pasticcio tra Darboe e Yepes permette la fuga di Rodriguez che si presenta davanti a Stankovic che è strepitoso nel deviare con la mano aperta sul palo la conclusione vincente dello spagnolo, cinque minuti dopo il tocco vincente sottomisura dell’ala spagnola viene vanificata dalla posizione di fuorigioco dello stesso. Solo nel finale di tempo la Samp riesce a creare qualcosa, con il sinistro dalla distanza di Kasami che viene ribattuto in volo plastico da Vasquez, con Alvarez anticipato al momento del tiro dopo una bella sovrapposizione a destra di Stojanovic e con un colpo di testa troppo debole di Kasami per impensierire l’estremo ospite.

Nella ripresa la Samp attacca sotto la Sud che spinge i suoi ad una reazione e dopo due minuti la punizione dal limite di Alvarez coglie il palo esterno alla destra di Vasquez che al 9’ blocca senza problemi una debole e centrale conclusione di Kasami dal limite; i ragazzi di Castori continuano a correre senza sosta anche se in questa fase non riescono ad essere propositivi come nella prima frazione, Darboe calcia di poco a lato dal limite e Pirlo opta per l’ingresso di Esposito al posto del gambiano, autore di una prova confusionaria ed insufficiente. Da subito l’ex interista appare tarantolato, fa un grande controllo in corsa su lancio di Alvarez e si lancia in area dove viene affrontato in contrasto da un difensore avversario, reclama il rigore con Dionisi che fa proseguire, la Samp si fa trovare sguarnita con Rodriguez che sfugge da sinistra, partendo da una probabile posizione di fuorigioco e servendo Duris che calcia incredibilmente alto da due metri con la porta spalancata. Ancora Esposito poco dopo protesta per una spinta ai suoi danni di Bellusci nei sedici metri, entra anche De Paoli per il giovane Leoni, Castori richiama l’esausto Caligara per D’Uffizi con Nestorovski che rileva Duris, sul quale pesa l’incredibile errore di pochi minuti prima con Rodriguez che viene richiamato poco prima della mezz’ora rilevato da Maiga. Lo stadio spinge la Samp che pur mantenendo il comando delle operazioni non riesce a rendersi pericolosa e l’incubo di una nuova sconfitta interna sembra materializzarsi quando al 32’ una corta respinta di testa di Quaranta permette ad Esposito di servire sulla corsa l’arrembante Kasami che anticipa De Luca e dal limite con un sinistro chirurgico infila Vasquez.

Lo stadio diventa una bolgia, Vasquez precede con un uscita di pugno Alvarez lasciando qualche dubbio su un possibile intervento passibile di rivisitazione Var ai danni dell’uruguaiano che Pirlo richiama subito dopo per Borini, al rientro dopo quattro mesi , i blucerchiati credono al sorpasso che arriva al 39’ quando Kasami, cresciuto enormemente dopo un’ora sottotono, fa viaggiare a sinistra Barreca che mette in mezzo con il contagiri con De Luca che infila di coscia nel delirio della Sud, lasciato colpevolmente libero da una retroguardia che pochi minuti prima aveva dovuto sostituire il suo leader difensivo Bellusci, con tutta la panchina che salta in campo a festeggiare il centravanti al primo gol stagionale al Ferrraris.

Serie B 2023/24 | Sampdoria-Ascoli
Gol Sampdoria (2-1): esultanza Manuel De Luca – delusione Raffaele Celia Tratta da pagina Facebook Ufficiale UC Sampdoria

I cinque di recupero si giocano in una bolgia indescrivibile, lo stadio spinge ed i ragazzi in campo in blucerchiato raccolgono tutte le forze per arrivare indenni al termine, Vasquez si oppone a Borini e nel finale evita un clamoroso autogol di Vaisanen, i marchigiani si lanciano in avanti per riacchiappare un risultato positivo che non sarebbe immeritato per quanto fatto vedere per un’ora abbondante ma il fischio finale di Dionisi sancisce la vittoria più sofferta ed importante della stagione.

Tre punti che non devono far dimenticare le solite difficoltà della formazione blucerchiata che per un’ora ha ruminato calcio, spesso in balia della maggiore velocità della squadra avversaria, in una serata in cui per una volta gli episodi hanno detto bene ai ragazzi di Pirlo. Decisivo l’ingresso di Esposito che al netto dei soliti eccessi di nervosismo ha mandato in tilt la retroguardia marchigiana che in sette minuti ha dovuto inchinarsi al crescendo blucerchiato, impersonificato al meglio da un finale di grande intensità tecnica ed agonistica di capitan Kasami. Sfolla felice la gente blucerchiata, sabato pomeriggio a Bari contro l’undici guidato dall’ex Iachini passerà un altro snodo importantissimo prima della sosta e del rush finale nel quale Pirlo, che ha dichiarato che è stata la vittoria del gruppo, potrà recuperare tutti i suoi titolari per troppo tempo assenti.

L’Ascoli terzultimo è piaciuto più di tante squadre in altre posizioni di classifica, la posizione è difficile ma Castori non mollerà la presa ed i bianconeri lotteranno fino alla fine per evitare la caduta in Lega Pro.

SAMPDORIA-ASCOLI 2-1 Serie B 2023-24

Reti: p.t. 10’Duris s.t. 32’ Kasami 39’ De Luca

SAMPDORIA (3-5-2): Stankovic 7 – Leoni 6 (22’ s.t. De Paoli 6,5) Ghilardi 6 Gonzalez 6,5 – Stojanovic 6 Kasami 7 Yepes 6,5 Darboe 5 (15’ s.t. Esposito 7) Barreca 6,5 – Alvarez 6 (36’ s.t. Borini 6,5) De Luca 7 All: Pirlo 7 A disposizione: Ravaglia, Askildsen, Lotjonen, Giordano, Girelli, Conti, Ntanda, Alesi, Pozzato

ASCOLI (3-4 -2-1): Vasquez 6,5 – Quaranta 5 Bellusci 7 (36’ s.t. Vaisanen 5) Mantovani 6 – Falzerano 6,5 (36’ s.t. Celia 5,5) Valzania 6 Giovane 5,5 Zedadka 6 – Caligara 6,5 (21’ s.t. D’Uffizi 5,5) Rodriguez 6,5 (28’ s.t. Maiga Silvestri 5) – Duris 6 (21’ s.t. Nestorovski 5,5) All: Castori 6,5 A disposizione: Bolletta, Sciammarella, Streng, Tarantino, Milanese, Bayeye, Tavcar

Arbitro: Dionisi di L’Aquila 6

Note: serata con temperatura sui 9 gradi, terreno di gioco in discrete condizioni. Ammoniti: Quaranta, Vasquez, Valzania (A) Stojanovic, De Luca, Esposito (S). Calci d’angolo 7-3 per la Sampdoria. Spettatori paganti 21395 per un incasso di Euro 229816 più 1753 ingressi gratuiti per le donne. Recupero 3 + 5.

MARCO FERRERA 

Condividi

Articoli correlati

Coppa Italia Under 19: Audax Verona la spunta all’extra time

Super De Cao all'extra time e l'Audace Verona conquista la...

Samp stanca e fortunata a uscire con un punto dal confronto con lo Spezia

Comprensibile il sorriso di Andrea Pirlo al termine del...

Il Bitonto si conferma campione: 7-3 al TikiTaka, la Coppa Italia resta in Puglia!

Ancora Bitonto, ancora Lucilèia. Le campionesse in carica si confermano...

Coppa Italia Futsal: le Under 19 di Audace Verona e Kick Off grandi protagoniste

Audace Verona e Kick Off di nuovo opposte nella finale di Coppa...

Sconfitta non preoccupante per il Genoa contro la Lazio, ma sono emersi vecchi problemi

La sconfitta di fronte alla Lazio non scalfisce minimamente...

Sampdoria e Spezia si dividono la posta

La Samp ottiene il primo zero a zero stagionale...