Col Brescia Samp più sprecona che sfortunata

Serie B 2023/24 | Sampdoria-Brescia Gol annullato Sampdoria: Agustin Alvarez Martinez Pagina Facebook Ufficiale UC Sampdoria

Condividi

Il rammarico sale sino a vette siderali, e non si lega soltanto all’episodio contingente. È tutto il campionato che la Samp getta alle ortiche punti abbordabilissimi e poi s’accorge che con un briciolo di attenzione in più la zona playoff sarebbe vicinissima o addirittura già raggiunta. Fa rabbia prendere atto che sotto le prime sei moschettiere giocano un po’ tutte a ciapanò, senza la forza di allungare il passo. Il Cittadella è ancora settimo e in caduta libera, ma presto cederà il suo posto al sole ad una formazione appena più vogliosa di emergere.

I blucerchiati, osservando questo scempio, invece di approfittarne ci si buttano dentro sino a diventarne involontari protagonisti. Così, in questo continuo sdoppiamento ottico, la banda di Pirlo è costretta a mirare in fondo, a quella zona pericolo che i successi di Spezia e Ternana hanno avvicinato paurosamente.

Si dirà: la Samp ha qualità di organico tali da non rischiare il peggio, ma questa forma di autoconvincimento è sempre più debole. La verità è che i limiti endemici rimangono e piangersi addosso accusando l’arbitro di turno o la jella appare un esercizio sterile e forse controproducente. Vero, ci sarebbe da discutere sul gol annullato ad Alvarez e sul mancato penalty concesso a Depaoli, ma non si tratta di decisioni clamorose. La vittoria sul Brescia era ugualmente alla portata ed è sfuggita principalmente per ragioni endemiche.

L’analisi post-partita dell’allenatore è stata di spietato realismo. Nessun accenno a fattori esterni e solo una secca tirare d’orecchie ad una squadra che si è fatta del male da sola. Il gol incassato nel recupero è stato allucinante: assurdo concedere un lancio lungo così agevole senza neppure provare a fare fallo. E in area si poteva intervenire su Adorni con ben altra decisione. Onestamente, si può crucifiggere un diciassettenne al secondo spezzone di match in serie B? Forse, con Piccini il colpo di testa letale sarebbe stato scongiurato, ma l’esperto difensore era fuori per via di un equivoco – raccontato da Pirlo – che ha del grottesco: il vocabolo “calma” è stato confuso dal medico con “cambio” e si è così proceduto ad un’indebita sostituzione.

Ci può stare, comunque, di subire una rete pur evitabile. Sarebbe bastato chiudere anzitempo la gara, concretizzando le opportunità offensive create durante una lunga fase di superiorità nettissima. La mancanza di un centravanti goleador si trascina da agosto senza che la società abbia cercato un rimedio, ma è un po’ tutta la squadra – non soltanto il malcapitato De Luca – a dover recitare il “mea culpa” per certi errori imperdonabili in area avversaria.

Serie B 2023/24 | Sampdoria-Brescia
Andrea Papetti-Manuel De Luca Pagina Facebook Ufficiale UC Sampdoria

A tutto ciò si aggiunga la pessima abitudine di farsi acchiappare nei minuti conclusivi. Per un’ottantina di minuti il Doria ha controllato la gara da par suo, per poi calare ringalluzzendo un’antagonista che pareva morto e sepolto. Può incidere il fattore atletico, ma quando certe situazioni si ripetono, specialmente a Marassi, è necessario coinvolgere anche la psicologia. questa Samp vanta alcuni giocatori di esperienza, ma soprattutto giovani al primo anno da titolari: la paura di vincere li sta paralizzando con eccessiva frequenza. Tocca a Pirlo trovare le giuste contrarie, ma non sarà un compito facile agire sulla testa più che sulle gambe dei suoi ragazzi.

                     PIERLUIGI GAMBINO

Condividi

Articoli correlati

Col Südtirol la Samp deve continuare l’assalto al sesto posto

Con tutto il rispetto per il Brescia, per ora...

Genoa in Val di Fassa, la Pre-Season 2024

Per la seconda stagione consecutiva il Genoa inizierà la...

Genova e Campoligure cuore della Coppa Italia Futsal Femminile

Quattro coccarde tricolori femminili in palio, quattro giorni di...

A Verona un Genoa superiore agli avversari per idee e qualità

Punti nell'orgoglio dopo l'ondata di critiche susseguente alla partitaccia...

A Palermo una Samp decorosa ma non scintillante

L'abitudine a festeggiare le vittorie è tale che in...

Futsal: martedì a Tursi su il sipario sulle finali di Coppa Italia femminile

Domani, martedì 9 aprile alle ore 17.30, nel Salone di...