La Samp domina col Brescia ma si fa raggiungere in zona Cesarini: 1-1

Serie B 2023/24 | Sampdoria-Brescia Andrea Papetti-Manuel De Luca Pagina Facebook Ufficiale UC Sampdoria

Condividi

È il minuto 94, quarto dei sei minuti di recupero e la Samp sta conducendo con merito sul Brescia, mai resosi pericoloso dalle parti di Stankovic, con i blucerchiati che poco prima avevano sprecato prima con Ntanda e poi con Stojanovic la possibilità di chiudere la partita. Paghera poco oltre la propria metà campo, defilato a destra, lascia partire un lungo traversone che va a morire nel cuore dell’area doriana, con Stankovic che è leggermente fuori dalla porta; il nuovo entrato Leoni, classe 2006, si fa anticipare nello stacco da Adorni che infila per un pari che sa tanto di sconfitta per De Paoli e compagni, considerato che nel pomeriggio Ternana e Spezia, entrambe vittoriose, hanno accorciato in classifica dove ora la Samp ha solo tre punti di margine dalla zona play out. Altro che sogni di gloria e di riaggancio alla zona play off, lo scriviamo da tempo che la Samp deve guardarsi prima di tutto le spalle ed i sei punti ottenuti nelle ultime otto partite, con un successo casalingo che manca da dicembre quando superò il Lecco e da allora nei cinque match davanti alla propria gente i blucerchiati hanno ottenuto la miseria di tre pareggi, con gli ultimi impegni contro Modena e Brescia in cui gli avversari hanno recuperato da una situazione di svantaggio.

Serie B 2023/24 | Sampdoria-Brescia
Gol Brescia (1-1): delusione Giovanni Leoni-Facundo Gonzalez Molino-Daniele Ghilardi Fonte: Pagina Facebook Ufficiale UC Sampdoria

Non è nemmeno fortunata la Samp che oltre a dover fare a meno del solito numero industriale di infortunati perde a dieci minuti dalla fine Piccini, fino a quel momento il migliore della retroguardia, con l’ingresso del classe 2006 Leoni, protagonista in negativo nell’episodio cruciale decisivo, quando Pirlo avrebbe forse potuto cercare di arginare le spuntate rondinelle con un passaggio alla difesa a quattro. È però innegabile che quando nel calcio sbagli le occasioni per seppellire un match di vitale importanza, spesso vieni castigato. Ma nella circostanza la punizione è davvero eccessiva, anche perché è arrivata contro un Brescia che pure lamentava molte assenze ma che mai era riuscito a mettere in difficoltà una retroguardia irreprensibile fino a quel fatidico minuto novantaquattro.

Dopo un avvio guardingo e privo di occasioni, con Stankovic primo portiere impegnato in una facile deviazione in corner su destro da fuori di Bertagnoli, la Samp prende in mano le chiavi del gioco, con un centrocampo imperniato su Yepes, Darboe e Kasami che vince alla grande il duello con i dirimpettai lombardi e De Paoli e Barreca propositivi a spingere sulle fasce; Alvarez si vede poco ma quando entra negli episodi è determinante mentre continua a latitare l’apporto offensivo di De Luca.

Serie B 2023/24 | Sampdoria-Brescia
Andrea Papetti-Samuel Ntanda Lukisa Pagina Facebook Ufficiale UC Sampdoria

Al 19’ ottima imbucata di Yepes per De Paoli il cui destro sottomisura viene salvato in corner da Adorni, al 22’ Alvarez infila con una precisa incornata il servizio da destra di De Luca ma Volpi rileva una spinta dell’uruguaiano ai danni di Dickman , annullando la segnatura tra molti dubbi che permangono dopo aver rivisto le immagini. La manovra dei blucerchiati è ariosa ed al 34’ ci si mette anche la sfortuna, sottoforma di traversa, che respinge il preciso colpo di testa di Alvarez, sempre tempista nel gioco aereo nonostante non sia un granatiere, a capitalizzare il cross da destra di De Paoli. Due minuti dopo è invece De Luca a cestinare clamorosamente in gradinata un rigore in movimento, con Andrenacci ormai preparato al peggio, dopo un’ottima imbucata di Piccini per il traversone in corsa di un Barreca alla miglior prova stagionale.

Una Samp che avrebbe ampiamente meritato il vantaggio rientra sul terreno dopo l’intervallo prendendo nuovamente il possesso del match contro un Brescia che fa unicamente partita di contenimento, si lamenta De Paoli per un contatto sospetto di Bjarnason nei sedici metri ma il mediocre Volpi fa segno di proseguire, con il Var che avalla la decisione.

Il Brescia che aveva inserito Jallow per un inesistente Bianchi però continua a subire la Samp che al 17’ passa meritatamente: da un contrasto aereo a centrocampo tra Alvarez e Dickman la sfera entra in possesso di Darboe che trova un varco centrale, lo impegna e serve l’arrembante Kasami che di sinistro fredda Andrenacci in uscita per il vantaggio doriano.

Serie B 2023/24 | Sampdoria-Brescia
Gol Sampdoria (1-0): esultanza Gerard Yepes Laut-Pajtim Kasami Pagina Facebook Ufficiale UC Sampdoria

La Samp arretra un poco il baricentro ma poco dopo in proiezione offensiva Gonzalez non arriva per un pelo ad impattare la punizione da sinistra di Barreca, finisce la partita dell’ottimo ma ammonito Darboe rilevato da Benedetti mentre Maran, dopo l’ingresso di Mangraviti e del giovane Ferro, si affida alle geometrie di Paghera per un anonimo Van de Looi. Entra anche Besaggio per Bertagnoli e a dieci minuti dal novantesimo si deve arrendere ad un problema muscolare l’ottimo Piccini con l’ingresso del giovanissimo Leoni. Il Brescia prende possesso della metà campo doriana ma i padroni di casa sembrano controllare agevolmente gli sterili tentativi ospiti, Maran viene espulso per proteste ed al 37’ uno sfinito De Luca, che poco prima non aveva sfruttato un contropiede che avrebbe potuto seppellire la partita, serve al limite Kasami il cui sinistro è centrale e troppo debole per impensierire Andrenacci.

A quattro minuti dallo stop, con colpevole ritardo, Ntanda rileva un De Luca che da almeno un quarto d’ora non riusciva nemmeno a garantire uno straccio di pressing sui centrali avversari, escono anche Alvarez e Yepes lasciando spazio ad Askildsen e Stojanovic. E nei sei minuti di recupero la giovane, stanca ed inesperta Samp butta via due punti di vitale importanza, prima sciupando con Ntanda , che si fa ingolosire dalla possibile prima rete da professionista e che invece di servire al centro i liberissimi Benedetti e Kasami cerca una giocata individuale e subito dopo con Stojanovic che non riesce a sfruttare a pochi metri da Andrenacci, facendosi ribattere la conclusione troppo debole dal corpo del portiere, dopo un sinistro di Benedetti deviato da Papetti. E sul rovesciamento di fronte arriva la zuccata vincente di Adorni, a far calare le streghe sull’attonita gente fasciata di blucerchiato che ha cantato per tutta la partita, con Pirlo, tardivo in alcune sue decisioni, che lascia il terreno a capo chino.

Un pareggio che sa tanto di sconfitta, arrivato al termine di una partita che la Samp ha condotto bene per un’ora per poi difendersi comunque con ordine davanti a Stankovic, praticamente inoperoso per l’intera partita; confortante la prova di Barreca, tenuto spesso ai margini da Pirlo, che ha mostrato buona personalità, esperienza e tecnica sulla fascia, più che sufficienti le prestazioni di Kasami, uomo squadra e goleador e di Darboe, quantità e senso tattico in mezzo al campo. Buona anche la prestazione del terzetto difensivo, particolarmente di Piccini che con il suo infortunio ha privato la Samp di un tassello determinante nello sfortunato finale mentre insufficienti risultano oltre a De Luca, dal quale non ci aspetta solo l’impegno ma anche qualche rete, considerato che è un centravanti, anche Stojanovic, che non ha sfruttato un’occasione colossale per raddoppiare ed il giovane Leoni, che in occasione del pareggio ospite ha mostrato tutte le lacune e l’inesperienza della giovanissima età, colpevole al pari di Stankovic che ha letto male la lunghissima traiettoria di Paghera sulla quale avrebbe potuto uscire impedendo la deviazione vincente di Adorni.

Venerdì si torna in campo nella lontana e difficile trasferta di Cosenza per poi ricevere tra dieci giorni nel turno infrasettimanale la Cremonese in lotta per la promozione: speriamo che in società si abbandonino definitivamente i sogni di play off, dedicando anima e corpo in queste ultime tredici partite che dovranno essere affrontate come tredici finali, per evitare un epilogo infausto e drammatico dal punto di vista sportivo che avrebbe ripercussioni devastanti per la società blucerchiata.

SAMPDORIA-BRESCIA 1-1 Serie B 2023-24

Reti: s.t. 17’ Kasami 49’ Adorni

SAMPDORIA (3-5-2): Stankovic 5 – Piccini 6,5 (35’ s.t. Leoni 5) Ghilardi 6 Gonzalez 6 – De Paoli 6 Kasami 6,5 Yepes 6 (41’ s.t. Askildsen n.c.) Darboe 6,5 (24’ s.t. Benedetti 5,5) Barreca 6,5 – Alvarez 6 (41’ s.t. Stojanovic 5) De Luca 5 (41’ s.t. Ntanda 5,5) All: Pirlo 5 A disposizione: Tantalocchi, Ravaglia, Girelli, Langella, Alesi, Pozzato, Uberti

BRESCIA (4-3-1-2): Andrenacci 6 – Dickmann 5 Papetti 5 Adorni 7 Fares 5,5 (12’ s.t. Mangraviti 6) – Bisoli 6 Van de Looi 5 (26’ s.t. Paghera 6,5) Bertagnoli 6 (32’ s.t. Besaggio 6) – Bjarnason 5 (12’ s.t. Ferro 6) – Moncini 6 Bianchi 5 (1’ s.t. Jallow 6) All: Maran 6 A disposizione: Avella, Huard, Cartano

Arbitro: Volpi di Arezzo 5

Note: pomeriggio di sole e gradevole, temperatura sui 17 gradi. Terreno di gioco in discrete condizioni. Ammoniti: Moncini, Fares (B) Darboe (S) . Espulso Maran per proteste al 34’ s.t..Recupero 0 + 6 minuti. Spettatori paganti 21368 (18229 abbonati più 3409 paganti) per un incasso di Euro 252.072 . Calci d’angolo 6-2 per il Brescia.

MARCO FERRERA

Condividi

Articoli correlati

Col Südtirol la Samp deve continuare l’assalto al sesto posto

Con tutto il rispetto per il Brescia, per ora...

Genoa in Val di Fassa, la Pre-Season 2024

Per la seconda stagione consecutiva il Genoa inizierà la...

Genova e Campoligure cuore della Coppa Italia Futsal Femminile

Quattro coccarde tricolori femminili in palio, quattro giorni di...

A Verona un Genoa superiore agli avversari per idee e qualità

Punti nell'orgoglio dopo l'ondata di critiche susseguente alla partitaccia...

A Palermo una Samp decorosa ma non scintillante

L'abitudine a festeggiare le vittorie è tale che in...

Futsal: martedì a Tursi su il sipario sulle finali di Coppa Italia femminile

Domani, martedì 9 aprile alle ore 17.30, nel Salone di...