Il Settebello batte gli Stati Uniti e vola a Parigi

Condividi

Serviva una vittoria per la certezza matematica. Gli azzurri battono di misura gli Stati Uniti negli ottavi di finale dei mondiali di Doha e diventano la prima selezione italiana di uno sport di squadra a qualificarsi alle Olimpiadi di Parigi.

Un match durissimo che l’Italia ha condotto anche di tre reti (7-4), ma gli Usa sono stati bravi a rimanere attaccati segnando il pareggio con il giocatore della Telimar Hooper a metà quarto tempo (10-10). L’istantaneo rigore di Di Somma e la terza magia in pochi minuti di Di Fulvio hanno messo in cassaforte il risultato con l’Italia che ha gestito gli ultimi due minuti subendo l’ininfluente gol di Bowen a 14 secondi dal termine.
Non potevano e non dovevano essere gli americani la squadra da temere per l’Italia, però il peso psicologico dell’obiettivo da raggiungere avrebbe potuto rendere la partita complicata. Invece gli azzurri sono stati bravissimi a gestire i momenti di difficoltà e a tagliare un traguardo frutto di un lungo lavoro di preparazione cominciato con l’argento conquistato ai mondiali di Budapest 2022 che ha aperto il nuovo ciclo olimpico.
Ora i quarti di finale contro la Grecia, vicecampione in carica. Palla al centro il 13 febbraio alle 15.30 italiane per l’accesso alla zona medaglie scappata sei mesi ai rigori contro la Serbia a Fukuoka.

Le dichiarazioni del ct Campagna: “Ci volevano anche i colpi di classe da parte dei singoli giocatori. Il singolo deve supportare la squadra e la squadra deve supportare il singolo. Ai ragazzi ho detto prima della partita che questo incontro ci avrebbe fatto crescere ancora di più. Quando si gioca sotto stress in questa maniera vuol dire che sta nascendo qualcosa di importante. Io l’avevo detto che questo percorso ci avrebbe fatto bene, perché avevamo bisogno di sofferenza. Anche le sconfitte fanno bene. Vincere senza soffrire non è mai positivo. Alle Olimpiadi ci sarà un equilibrio spaventoso”.

Le dichiarazioni del mancino Echenique: “È stata una battaglia in acqua. Siamo riusciti a vincere e guadagnare il pass. Non vogliamo fermarci qua, tra due giorni dobbiamo conquistare la semifinale”.

Le dichiarazioni di Fondelli: “Ci serviva vincere, ma anche levarci la paura dei rigori. Sarei falso a dire che non c’era un po’ di tensione. Abbiamo giocato con un macigno sulle spalle. Adesso siamo più sereni”.

Le dichiarazioni del capitano Di Fulvio: “Ora ci possiamo concentrare sul Mondiale. Il Settebello deve arrivare sempre tra le prime quattro di ogni competizione. La strada è ancora lunga. Ci saranno sicuramente dei passi falsi, ma dobbiamo essere bravi a non pensare al passato. Andare avanti a testa alta. Sono orgoglioso di questo gruppo. Sicuramente ci toglieremo delle soddisfazioni”.

Tabellino USA-Italia 12-13
USA: Weinberg, Hooper 2, Vavic, Obert 1, Daube 4 (2 rig.), Cupido, Woodhead, Bowen 3, C. Dood, R. Dood 2, Irving, Holland, Abramson. All. Udovicic
Italia: Del Lungo, F. Di Fulvio 3, Marziali, A. Fondelli 3 (2 rig.), Renzuto, Echenique 1, N. Presciutti 1, Bruni 2, E. Di Somma 2 (1 rig.), Velotto, Nicosia, Condemi 1, Iocchi Gratta. All. Campagna
Arbitri: Buch (Esp), Zwart (Ned)
Note: parziali 3-3, 1-3, 4-4, 4-3. Spettatori 300 circa. Espulsi per gioco violento Renzuto a 5’34 e Woodhead (U) a 7’36 nel secondo tempo. Usciti per limite di falli: Fondelli nel terzo tempo, Irving e C. Dood (U) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Usa 9/14 + 2 rigori, Italia 5/11 + 3 rigori.

Condividi

Articoli correlati

Prima Giornata Round Scudetto Serie A 1: 6-6 a Brescia per la R.N. Savona

La BPER R.N. Savona ha pareggiato, ieri, contro l'A.N....

Netafim Bogliasco 1951: ripartenza con il botto

E’ un ritorno in acqua col botto quello delle...

La Pro Recco riparte battendo l’Ortigia: 10-5 nell’esordio del girone Scudetto

La Pro Recco ricomincia il 2024 con una vittoria:...