Genova capitale internazionale del Ju-Jitsu: 22 nazioni e oltre 500 atleti in gara da venerdì

Condividi

Il Ju Jitsu internazionale abbraccia la Capitale Europea dello Sport 2024. Da domani a domenica (ore 9-17), grazie all’organizzazione curata dalla Lino Team Ju Jitsu e Judo per conto della Ju Jitsu international Federation, lo Stadium Genova della Fiumara ospita il Ju Jitsu Genoa Open 2024, gara internazionale che assegnerà punti preziosi nella ranking list mondiale nella classe Adult in vista della qualificazione ai World Games 2025 di Chengdu. Per la prima volta Genova, dopo l’organizzazione degli Europei 2001 e 2012, è quindi sede di una tappa del circuito mondiale di Ju Jitsu, che svolge le sue prove in importanti capitali europee e mondiali come, ad esempio, Parigi, Bucarest e Bangkok. 

 

Saranno ben 506 le presenze degli atleti sui tatami in arrivo da ben 22 nazioni: Arabia Saudita, Austria, Belgio, Congo, Danimarca, Francia, Ungheria, Israele, Italia, Kazakistan, Mauritius, Messico, Montenegro, Olanda, Macedonia, Norvegia, Romania, Slovenia, Spagna, Svizzera, Svezia e Ucraina. E’ proprio la delegazione ucraina a esprimere la delegazione straniera più numerosa con 60 iscritti.  In totale, comprendendo anche tecnici e dirigenti, sono oltre 700 gli accreditati per un totale di circa 1200 presenze giornaliere con riferimento a famiglie e accompagnatori.

 

Le specialità di gara saranno Fighting System, Duo System, Duo Show, Jiu Jitsu e Contact Ju Jitsu, con la novità dell’inserimento del Para Ju JItsu come importante occasione di sport inclusivo. Sono previste, quindi, tutte le competizioni internazionali agonistiche inserite nello sporting code. Per la prima volta in Europa, ci saranno i confronti nel contact ju jitsu, disciplina nata in Asia.  Le classi d’età sono Under 14, Under 16, Under 18, Under 21 e Adult. Sono diciotto gli arbitri internazionali chiamati a dirigere la competizione, quattro di loro hanno la licenza mondiale e tra essi spicca la genovese Chika Costantini, unico arbitro italiano con qualifica mondiale nominata dalla JJIF Head referee per la disciplina del Fighting System, insieme ad Alexandre Nascimento da UAE per il Jiu Jitsu, Birgitte Dalsgaard dalla Danimarca per il Duo e Fabio Carril dal Portogallo per il Contact. Saranno presenti le massime autorità sportive della Ju Jitsu International Federation (JJIF): dal presidente  Panagiotis Theodoropoulos al direttore generale Joachim Thumfart, passando per il membro del board e responsabile progetto JJ4Goods (Ju Jitsu e sostenibilità) Christian Horvath e la Sport Director Claudia Behnke. Interverrà anche il vicepresidente europeo Michael Korn.

Sul fronte agonistico, ci saranno tre leader del ranking mondiale assoluto Adult: la francese Estelle Gaspard (-52 kg Fighting System), la olandese Geneviene Bogers (-57 Kg Fighting System), e la coppia austriaca di Duo Riegel/Horak. Presenti molti atleti medagliati ai Mondiali ed Europei sia adult che giovanili e la vincitrice ai Combat Games in scena a Riyad in autunno Daria Honcharenko dall’Ucraina.

Al via sui tatami genovesi anche tutti i migliori atleti italiani tra cui Ben Brahim Salah ed Elisa Marcantoni, oro agli Europei di Zagabria adult, Antonella Farnè argento ai Mondiali 2023 in Mongolia, Erasmo Pagano argento agli Europei 2023, e la genovese Martina Porcile oro al Mondiale 2022. La società organizzatrice Lino Team sarà presente in massa con tutta la squadra al completo e con tutti i medagliati internazionali delle precedenti competizioni ufficiali: Elio Moretti, argento mondiale e bronzo europeo, Luana Lauri. argento europeo, Francesco Pighetti e Federica Mazza (entrambi bronzi europei).

«l Ju Jitsu Open Genova 2024 è il primo appuntamento internazionale della rassegna di Genova 2024 Capitale Europea dello Sport e sono felice di poter già dare il benvenuto oggi, a Palazzo Tursi, ai team di Ucraina e Montenegro – dice l’assessore allo Sport e agli Impianti sportivi del Comune di Genova Alessandra Bianchi -. Questa tre giorni di grande sport rappresenta anche un’opportunità unica per promuovere le bellezze e le eccellenze del nostro territorio. Gli atleti, lo staff, i dirigenti così come famigliari ed accompagnatori potranno scoprire la nostra città e tutto ciò che ha da offrire. Il Ju Jitsu Genoa Open 2024 non è solo un evento sportivo agonistico ma anche una splendida occasione per promuovere lo sport per tutte le abilità con le gare di Para Ju Jitsu perseguendo così anche tutti quei valori di inclusione ed integrazione che come Capitale Europea dello Sport vogliamo diffondere».

«Il Ju Jitsu Genoa Open 2024 poterà a Genova un evento che non sarà solo sportivo, ma anche turistico. Si tratta di un ottimo esempio per testimoniare ancora una volta come la nostra regione sia in grado di ospitare, grazie alla capacità e alla professionalità di dirigenti appassionati, manifestazioni che abbiano un altissimo valore sportivo, ma possano essere veicolo di promozione turistica – prosegue l’assessore regionale allo Sport Simona Ferro – . Complimenti a Matteo Repetto e a tutto il suo staff per l’organizzazione di una manifestazione che porterà in Liguria numeri importanti e altissima qualità. Avere anche il patrocinio della Federazione internazionale significa essere considerati tra i migliori al mondo nell’organizzazione di eventi. Come assessore alla Scuola e all’Università della Regione Liguria mi congratulo per la doppia iniziativa che coinvolgerà la facoltà di Scienze Motorie dell’Università di Genova e il liceo linguistico Deledda. Come assessore alle Pari Opportunità, invece, trovo che la scelta di presentare competizioni dimostrative di Para Ju Jitsu denoti anche una grande sensibilità da parte degli organizzatori. Il Ju Jitsu Genoa Open 2024 è senza dubbio uno di quegli eventi che saprà dare lustro a Genova capitale europea dello sport 2024 in attesa di celebrare nel 2025 la Liguria come regione europea dello sport».

«Abbiamo lavorato a lungo per l’organizzazione di questo evento e le presenze finali ci ripagano sicuramente per il grande impegno – afferma l’organizzatore Matteo Repetto – Abbiamo fatto squadra sia con la Jitsu International Federation sia con le realtà locali e in particolare siamo lieti di poter partecipare al programma di Genova 2024 Capitale Europea dello Sport con una manifestazione che in sé racchiude gli aspetti agonistici, inclusivi con la prova per gli atleti disabilità, turistici con la possibilità per tutti i team di visitare la nostra bellissima città e anche il tema della sostenibilità».

La gara sarà anche il primo banco di prova per diverse novità regolamentari: per la prima volta in Europa si svolgeranno le gare di Contact Ju Jitsu,  la prova di Duo “Open Gender”, e verranno introdotte le nuove regole di gara del Duo System. Tutte queste novità verranno presentate durante i seminari arbitrali e tecnici in programma oggi, giovedì 1 febbraio, al Tower Hotel Airport.

È stata attivata in collaborazione con l’ Università di Scienze Motorie di Genova una ADE dedicata all’evento che consentirà a 30 studenti del corso di laurea di conoscere il Ju Jitsu, le sue basi tecniche, e gli aspetti organizzativi di una manifestazione di alto livello. Per l’evento viene attivata anche una attività extra-curriculare che coinvolgerà gli studenti del Liceo Linguistico Grazia Deledda, che fungeranno da interpreti per i numerosi stranieri presenti alla manifestazione.

Il Ju Jitsu Genoa Open 2024 è un evento sostenuto dal Comune di Genova, patrocinato dalla Regione Liguria e inserito all’interno del programma di Genova 2024 Capitale Europea dello Sport.

  

Condividi

Articoli correlati

Due titoli italiani Juniores per il Sakura Arma di Taggia a Ostia

Nella prestigiosa struttura del Palapellicone di Ostia Lido (Roma)...

Pro Recco Judo diciottesima in Italia e prima in Liguria

La Federazione Italiana Judo, Lotta, Karate e Arti Marziali...

La Scuola Kung Fu Touei Chou di Finale Ligure brilla nelle gare di combattimento a Bergamo

La Scuola Kung Fu Touei Chou, sezione della Polisportiva del Finale A.S.D.,...

Ju Jitsu Genoa Open 2024: i campioni danno spettacolo

Una edizione da record. Per numeri e qualità delle...