Serie A2: Netafim Bogliasco piega anche Lavagna

Condividi

L’8-5 imposto ai tigullini consente alla formazione di Gimmi Guidaldi di mantenersi a punteggio pieno in testa alla classifica del campionato cadetto. Una vittoria anomala quella conquistata quest’oggi alla Vassallo. I biancazzurri l’hanno infatti ottenuta giocando meglio nei momenti potenzialmente più difficili rispetto a quelli che sulla carta sarebbero dovuti essere più agevoli. Proprio quando la sfida sembrava essersi messa in discesa per Boero e compagni, sono iniziate le difficoltà. A segnare la partita è stata l’espulsione per brutalità combinata a metà del secondo tempo al lavagnese Pelliccia. Un cartellino rosso che oltre a privare gli ospiti di un’importante pedina, li ha costretti a disputare quattro minuti di gioco in inferiorità numerica. Un lasso di tempo enorme nel quale tuttavia i bogliaschini non hanno saputo infliggere alcun dolore alla difesa bianconera. Per fortuna, tuttavia, la strada giusta era già stata tracciata precedentemente grazie ai primi 11 minuti di gioco nei quali il Bogliasco era riuscito a portarsi sul 6-2 con la doppietta di Gavazzi e le reti singole di Mugnaini, Canepa, Broggi Mazzetti e Vavassori.

La seconda metà di partita è stata così di pura gestione, malgrado i tentativi lavagnesi di riaprire la contesa. Canepa e Blanchard mettevano a referto un’altra rete ciascuno ma erano soprattutto le grandi parate di Edo Prian, nominato MVP Hub 799 al termine del match, a blindare la quinta vittoria consecutiva dei biancazzurri.

“Se guardo la partita di oggi – analizza a bocce ferma coach Guidaldi – sono molto contento per quanto fatto nella prima parte, quando abbiamo giocato con attenzione e concentrazione facendo le cose come vanno fatte. Poi paradossalmente, quando la gara sembrava essersi messa per noi in maniera più semplice, sono iniziati i problemi. Troppe volte abbiamo preso la decisione sbagliata soprattutto in attacco lasciando aperta una pratica che invece avremmo potuto chiudere molto tempo prima della sirena. Per fortuna in difesa siamo stati al contrario molto attenti, evidenziando quei passi avanti che avevo chiesto di fare dopo le prime uscite stagionali. Prendiamoci la vittoria ma, anche se loro sono una buona squadra, non esaltiamoci troppo per come l’abbiamo conquistata”.

Condividi

Articoli correlati

RN Savona, Bruni e Nicosia raccontano l’Argento italiano a Doha 2024

A pochi giorni dalla conquista della medaglia d’argento nella...

Netafim Bogliasco 1951 fa festa dopo il derby con il Chiavari

Le vittorie sono tutte belle e importanti. Ma qualcuna...

Maledetti rigori! Settebello d’argento e Croazia campione del mondo

Si spegne sul più bello il sogno iridato. L'Italia...

Parigi! Il Setterosa travolge il Canada e stacca il pass olimpico

. Le azzurre superano per la seconda volta le...