Doppietta di De Paoli, la Samp batte lo Spezia 2-1 e si aggiudica un acceso Derby Ligure

Serie B 2023/24 | Sampdoria-Spezia Gol Sampdoria (2-1): Fabio Depaoli pagina Facebook UC Sampdoria

Condividi

La Sampdoria finalmente è una squadra ed è definitivamente entrata nella mentalità della cadetteria. Di fronte a 25000 spettatori che hanno scaldato l’ambiente nel freddo catino in riva al Bisagno, i ragazzi di Pirlo ottengono la terza vittoria consecutiva, quarta nelle ultime cinque, imponendosi nel derby regionale contro lo Spezia alla prima con D’Angelo in panchina, con gli aquilotti che restano nei bassifondi della graduatoria.

Pirlo conferma per dieci undicesimi la squadra vittoriosa a Modena, con il rientro di Verre dalla squalifica e con De Luca che ritorna in panchina, entrambi i tecnici devono fare i conti con numerose assenze anche pesanti, come quella di Reca per gli ospiti arrivata in settimana.

L’avvio è di studio nello stadio ribollente di colori e tifo ed alla prima occasione passano i blucerchiati: il destro di Borini è sporcato da un difensore spezzino, la sfera attraversa i sedici metri e De Paoli brucia Elia ed infila di destro sottomisura facendo esplodere la Sud.

La reazione ospite è immediata in un avvio di match scoppiettante ed avvincente, da destra Kouda mette in mezzo con De Paoli che salva in corner su Elia che al 15’ sfugge a destra ad un frastornato Giordano e serve a centro area Amian che alza di testa , con il centrale difensivo che un minuto dopo tramuta in oro la battuta da sinistra di Verde, cogliendo la traversa di Stankovic, con Kouda che ribatte nella porta sguarnita, mostrando la maglietta con dedica all’ex compagno Salva Ferrer, alle prese con una brutta malattia . Pari meritato che premia i cinque minuti arrembanti dell’undici di D’Angelo e Samp che spreca l’opportunità del vantaggio arrivato in avvio.

Il match è teso e combattuto ed il mediocre Giua ci mette del suo non sanzionando con il giallo un paio di spezzini, specialmente Cassata che solo al terzo intervento finirà al 35’ sul taccuino dei cattivi, con il solo Yepes ammonito in avvio di partita. Gli ospiti manovrano bene e la Samp fatica a proporsi ma nella seconda metà del tempo riguadagna campo e mette a nudo i limiti della fase difensiva ospite, andando più volte vicina alla rete del nuovo vantaggio.

Al 24’ Verre fa l’unica cosa buona della sua solita partita anonima e poco grintosa smarcando con un lancio illuminante Borini, che preferisce l’assist ad Esposito che invece di concludere davanti a Dragowski cede di nuovo al compagno che sciupa facendosi precedere da Nikolau, lo stesso Verre poco dopo non serve l’arrembante Kasami e va a cozzare contro Bertola, Kouda fa correre ancora un brivido mettendo a lato di testa dopo ottima accelerazione a sinistra di Elia. Sul campo non c’è tregua e la partita è molto bella, poco prima della mezz’ora trema la traversa su girata in torsione stilisticamente perfetta di Seba Esposito che poco dopo impegna centralmente in corner Dragowski. Il centravanti blucerchiato entra in tutte le azioni importanti, al 36’ smarca in area di testa Borini che tutto solo coglie il palo destro della porta spezzina, fallendo una colossale opportunità. Nel finale di tempo sale ancora in cattedra Giua che non sanziona Kouda per una reiterata cintura su Giordano e nel recupero, dopo una protesta doriana per un destro di Esposito respinto da un braccio largo di Nikolau, ammonisce il doriano ed espelle mister Pirlo che era andato a chiedere spiegazioni al fischio che manda i ventidue al riposo.

Nella ripresa il match cala decisamente di cifra tecnica ed intensità, lo Spezia si rintana a difesa di un punto che diventa l’obiettivo degli aquilotti, la Samp tiene il comando delle operazioni ma non riesce più a sviluppare quelle trame di gioco che sono state prerogativa della prima frazione. Il taccuino rimane vuoto, Verre viene fermato al limite e rientra dopo un paio di minuti di spugnature, è larga la punizione di Salvatore Esposito, regista bianconero. Poco dopo il ventesimo Baronio, in panchina al posto di Pirlo, fa entrare De Luca per Verre che non ha inciso riproponendo l’undici vincente a Modena, un minuto dopo anche D’Angelo richiama l’impalpabile Moro per Francesco Pio Esposito ed ora tutti e tre i fratelli sono in campo e poco dopo esce anche Antonucci per Zurkovski.

Serie B 2023/24 | Sampdoria-Spezia
Ronaldo Augusto Vieira Nan-Kelvin Amian Adou-Szymon Piotr Zurkowski pagina Facebook UC Sampdoria

Si stira Borini ed entra di Delle Monache, lo Spezia riesce ad allentare la pressione pur sterile ed il possesso palla doriano ma improvvisamente al 33’ arriva la rete del nuovo vantaggio: è rapida e ficcante la circolazione di palla che libera sulla sinistra Vieira che alza la testa e scodella in mezzo per De Paoli che di testa brucia anche De Luca e gira verso il secondo palo, con la sfera che incoccia il  terzo legno di serata e con Dragowski che non è reattivo nell’intervento prima che la sfera varchi la linea bianca.

Subito dopo una splendida verticalizzazione di Delle Monache non viene sfruttata al meglio da Esposito che si intestardisce nel dribbling permettendo il recupero di Nikolau, entrano nel finale Ricci e Stojanovic ed anche D’Angelo manda in campo altri uomini tra cui l’ex Ekdal. Ma la Samp si chiude davanti a Stankovic, inoperoso per tutta la partita, De Luca ciabatta a lato e non sfrutta il lungo lancio di Kasami, si accende una mischia davanti alla panchina blucerchiata con Giua che ammonisce Amian ed il panchinaro Conti e dopo sei minuti il triplice fischio del mediocre fischietto sardo sancisce la vittoria doriana.

Tre punti davvero importanti che confermano il buon momento dei ragazzi di Pirlo: prestazione attenta dei due giovani centrali difensivi che acquistano sempre più personalità, con Gonzalez che si fa preferire per la maggiore tecnica rispetto a Ghilardi che deve ancora affinare certi suoi interventi che lo portano ad essere a volte troppo irruento; sulla fascia mancina ha sofferto molto per tutta la prima frazione Giordano l’intraprendenza di Kouda mentre sulla destra De Paoli è stato una spina costante nello scacchiere ospite, realizzando anche la doppietta da raccontare ai nipoti, riversando sul terreno grinta, corsa ed esperienza che lo hanno fatto apparire di livello decisamente superiore rispetto agli avversari. Ma ancora una volta dobbiamo segnalare l’ottima prova dei tre centrocampisti, con Yepes perno centrale che non si è fatto condizionare dall’ammonizione ricevuta in avvio ed ha disputato una prova di grande sostanza e tecnica, supportato dai lati da Kasami, ormai leader indiscusso del gruppo per personalità e capacità di leggere le situazioni di gioco e da un Vieira mai visto a questi livelli, decisivo nell’azione che ha portato al raddoppio di De Paoli. Insufficienti le prove di Verre e di Borini, sperando che lo stop dell’attaccante fermato da un problema all’adduttore non sia troppo lungo, in costante crescita Esposito che deve solo trovare maggiore concretezza nei sedici metri ma che ha pressato come un ossesso in fase di non possesso. Non benissimo i subentrati Delle Monache e De Luca in un finale in cui i blucerchiati avrebbero potuto sfruttare meglio gli spazi concessi dagli avversari alla ricerca del pari.

Lo Spezia è piaciuto per una parte del primo tempo poi la squadra ospite ha denotato limiti tecnici e caratteriali sui quali D’Angelo dovrà lavorare non poco per risalire la classifica. Sono piaciuti i soli Kouda ed Elia, per il resto dobbiamo registrare un attacco impalpabile con Verde che appare sempre più intristito lontano dalla porta e con Salvatore Esposito che ha predicato piuttosto inutilmente nel deserto.

Assolutamente negativa la prestazione di Giua che ha rischiato di far degenerare una partita nervosa con una serie di decisioni davvero incomprensibili e tenendo troppo a lungo nel taschino quei cartellini sventolati copiosamente con colpevole ritardo.

SAMPDORIA-SPEZIA 2-1 Serie B 2023-24

Reti: p.t. 11’ De Paoli 16’ Kouda s.t. 33’ De Paoli

SAMPDORIA (4-3-2-1): Stankovic 6 – De Paoli 8 Ghilardi 6 Gonzalez 6,5 Giordano 5,5 – Kasami 7 Yepes 7 (38’ s.t. Ricci n.c.) Vieira 7 – Verre 5 (21’ s.t. De Luca 5,5) Borini 5,5 (28’ s.t. Delle Monache 5,5) –  Sebastiano Esposito 6,5 (38’ s.t. Stojanovic n.c.) All: Pirlo 6,5

SPEZIA (4-3-1-2): Dragowski 5,5 – Amian 6 Bertola 5,5 Nikolau 5,5 Elia 6,5 – Kouda 7 (39’ s.t. Krollis n.c.) Salvatore Esposito 6 Cassata 5,5 (39’ s.t. Cipot n.c.) – Verde 5,5 (39’ s.t. Ekdal n.c.) Antonucci 4,5 (26’ s.t. Zurkovski 5,5) – Moro 4,5 (22’ s.t. Francesco Pio Esposito 5,5) All: D’Angelo 6

Arbitro: Giua di Olbia 4,5

Note: serata fredda, temperatura sui 9 gradi. Terreno di gioco in discrete condizioni . Ammoniti: Yepes, Esposito , Ghilardi, Gonzalez, Conti (dalla panchina) (Samp) Cassata, Salvatore Esposito, Zurkovski, Amian (Spezia).

Espulso Pirlo al 46’ per proteste. Calci d’angolo 6-2 per lo Spezia. Recupero 1 + 6 minuti. Spettatori  paganti 24918 (18229 abbonati più 6689 paganti) per un incasso di Euro 266.259.

                                                                                             MARCO FERRERA

 

 

Condividi

Articoli correlati

Cosenza bivio insidioso per la Samp frenata da troppi passi falsi

In casa Samp vige il “vorrei ma non posso”....

Genoa e Sampdoria sposano il progetto di Genova 2024 Capitale Europea dello Sport

La patch di Genova “Capitale Europea dello Sport 2024”...

A Santa Margherita Ligure il secondo Centro Federale FIGC-SGS

Presentato questa mattina a Villa Durazzo, a Santa Margherita...

Col Brescia Samp più sprecona che sfortunata

Il rammarico sale sino a vette siderali, e non...

A Napoli il Genoa ha scontato antichi vizi ma si è confermato in crescita

Un capitolo già letto, un dejà-vu che suscita rimpianti...

La Samp domina col Brescia ma si fa raggiungere in zona Cesarini: 1-1

È il minuto 94, quarto dei sei minuti di...