Yacht Club Italiano

Yacht Club Italia

Condividi

Lo Yacht Club Italiano è il più antico club velico del Paese e uno dei più antichi del Mediterraneo: fondato a Genova nel 1879 e annovera circa 1.100 soci.
La storia del Club inizia nella Genova di fine Ottocento, quando il vulcanico Vittorio Augusto Vecchi (detto Jack la Bolina) e un gruppo di appassionati di vela decisero di fondare, con l’adesione di Sua Maestà il Re Umberto I, il Regio Yacht Club Italiano.
Dalla prima regata inaugurale dell’8 agosto 1880, che aprì la stagione sportiva del Club, con 177 imbarcazioni a regatare nel Golfo della Spezia, lo Yacht Club Italiano ha sempre avuto come obiettivi la diffusione dello yachting, l’organizzazione di regate nazionali e internazionali e l’istruzione dei giovani. Proprio dallo Yacht Club Italiano, nei primi anni ’30, è cominciato il processo di associazione di altri circoli (Napoli, Palermo, Trieste, Venezia) che ha portato nel dopoguerra alla nascita della Federazione Italiana Vela.
Sin dai primi anni del ‘900 la storia dello Yacht Club Italiano è stata ricca di fatti di rilievo: la vittoria nel 1902 della Coppa di Francia del 10 tonnellate Artica di S.A.R il Duca degli Abruzzi, che segnò l’ingresso del Club nel mondo agonistico internazionale; la medaglia d’oro conquistata dall’8 Metri S.I. Italia alla XI Olimpiade a Kiel nel 1936; gli esperimenti del socio Guglielmo Marconi a bordo di Elettra, ormeggiato nel Porticciolo Duca degli Abruzzi con l’accensione delle luci del municipio di Sydney; la partecipazione alla Coppa America ’87 con un’altra ‘Italia’.
Emergono dal passato del Club le figure di grandi personaggi che hanno fatto la storia dello yachting mondiale, come Luigi Durand de La Penne, medaglia d’oro al valor militare e Beppe Croce, amato Presidente del Club per 28 anni e unico non anglosassone a reggere per 17 anni il timone della Federazione Internazionale della Vela (ISAF). Per arrivare poi ai più recenti Luca Devoti e Alessandra Sensini, che hanno arricchito con le loro medaglie, olimpiche e non, la ricca e prestigiosa bacheca del Club.
Nel corso degli anni l’impulso allo yachting come percorso di formazione dei giovani ha portato alla realizzazione di numerosi progetti come la fondazione della STA-I nel 1996, in collaborazione con la Marina Militare, per dare la possibilità a tanti ragazzi di imbarcarsi come equipaggio in addestramento su imbarcazioni civili e militari.
Sempre con la Marina Militare, nel 2007, lo Yacht Club Italiano ha istituito la Fondazione Tender to Nave Italia, che promuove progetti di recupero, sostegno e miglioramento della qualità della vita di persone rese fragili da disagio o disabilità, a bordo del brigantino di 61 metri Nave Italia.
Nel 2000 è poi nata la Scuola di Mare Beppe Croce, la cui attività si sviluppa su un ampio programma didattico con corsi, aperti a soci e non soci del club, di introduzione e perfezionamento alla vela, di navigazione d’altura e di preparazione al conseguimento della patente nautica.
Una lunga storia che ci porta ai giorni nostri, alla presidenza di Gerolamo Bianchi, fortemente orientata all’apertura del Club alla città e alle sue istituzioni. Al suo fianco un Direttivo, che basa le sue fondamenta sull’esperienza dei profili, un mix di affermati professionisti conosciuti nel mondo vela ed ex agonisti.
Oggi lo YCI può registrare nel suo calendario alcune delle regate più celebri del Mediterraneo, come ad esempio le Regate di Primavera di Portofino, riservate ai Maxi Yachts, anticipate dalla Genova Sailing Week.

Morgana, ITA21111, Armatore: Francesco De Santis, Club: , Tipo: SWS100, Lunghezza: 30,5mt

A maggio trova compimento il Trofeo Siad Bombola d’Oro, dedicato ai saettanti Dinghy, che spiana la strada all’evento più prestigioso del programma biancorosso: la Rolex Giraglia. Nel mese di giugno ‘la regina del Mediterraneo’ prevede la partenza del prologo da Sanremo, per Saint Tropez, dove per quattro giorni i partecipanti provenienti da tutto il mondo si sfidano poi in regate costiere, prima del gran finale ovvero la regata ‘Lunga’ che dalla Francia porta tutti a Genova.
Qui la manifestazione si chiude, in attesa del rush finale della stagione.
Previsto a fine agosto il Campionato Mondiale 8mr SI, con la partecipazione di circa 30 “gioielli del mare” provenienti da tutto il mondo. Una manifestazione che riporta agli antichi fasti della vela.. Genova, e lo Yacht Club Italiano hanno, infatti, ospitato le prime edizioni del campionato nel 1909 , dal 1925 al 27 e nel triennio 1937/39,
A seguire , sotto con la tradizionale veleggiata ‘Millevele’, in concomitanza con il Salone Nautico Internazionale di Genova. Un evento che porta in mare centinaia di barche e migliaia di appassionati velisti per una vera… “ festa del mare “.

 

 

 

Condividi

Articoli correlati

Lann Ael 3 di Didier Gaudoux è il vincitore della Loro Piana Giraglia

Un prototipo pensato per le navigazioni oceaniche in equipaggio...

‘Regata Rosa’, a Genova vele spiegate contro il tumore al seno

Si terrà a Genova, dal 15 al 17 giugno,...

Il CV Erix alla 71a Giraglia con Melagodo e Tarantella

È terminata la 71° LORO PIANA GIRAGLIA 2024 caratterizzata...

Loro Piana Giraglia: Black Jack 100 primo a Genova

Dopo 15 ore, 11 minuti e 43 secondi di navigazione, alle...

Nuovo corso VHF SRC domenica 21 Luglio

Il Comitato I Zona FIV, nell'ambito del progetto della...
Articolo precedente
Articolo successivo