Champions League: a Lavagna super Pro Recco contro Hannover

Condividi

La Pro Recco demolisce la Waspo Hannover nella decima giornata di Champions League: i campioni divertono il pubblico di Lavagna sconfiggendo i tedeschi per 21-4. Quattro gol per Zalanki e Fondelli, migliori marcatori di serata, ma sul punteggio ci sono le impronte delle mani di Del Lungo che tiene chiusa la porta per quasi 25 minuti di gioco con i biancocelesti che volano sul 14-0 a fine terzo tempo.  Tre punti che consentono ai ragazzi di Sukno di scavalcare l’Olympiacos, sconfitto a Barcellona, al secondo posto.
Vasca gremita che si scalda già nel riscaldamento con una serie di premiazioni: la Pro Recco per Andrea Mangiante, grande ex del club; il Lavagna 90 per arbitri e delegato in ricordo di Ernani Nanni Paggi, guru del mondo arbitrale; il Comune per il nuotatore di casa Alberto Razzetti e il chiavarese Maurizio Felugo, presidente biancoceleste.
In vasca i campioni d’Europa impiegano appena 80 secondi per sbloccare la gara grazie a Ivovic che dai sei metri buca Benke capitalizzando la prima superiorità. Zalanki raddoppia da posizione 2 a metà tempo e propizia il tap-in di Aicardi con l’uomo in più. La difesa è granitica sorretta dalle mani di Del Lungo, in avanti c’è ancora tempo per calare il poker: Cannella sfrutta una dormita della difesa tedesca e lanciato a rete non ha difficoltà a segnare il 4-0 che chiude il quarto.
La Pro Recco continua a cannoneggiare la porta del malcapitato Benke volando sul 7-0 dopo dodici minuti: a segno vanno Fondelli, Iocchi Gratta e Ivovic. Biancocelesti precisi in superiorità, Cannella fa 4/5 a due minuti dal riposo siglando l’8-0 e poi si ripete 60 secondi più tardi, con Schipper nel pozzetto, per il +9 in fotocopia che manda le squadre al riposo lungo.
Copione che non cambia neppure nel terzo tempo perché Del Lungo è in serata Batman e quando non ci arriva lo salvano i legni. E allora il divario aumenta grazie alle reti di Iocchi Gratta, Fondelli, due volte Loncar e Di Fulvio su rigore, che portano la Pro Recco sul 14-0 alla terza sirena.
Dopo 40 secondi del quarto tempo ecco il primo gol dell’Hannover: lo segna Basic che poi ingaggia una sfida personale con Zalanki, entrambi autori di tre reti in tre minuti. Festival del gol che prosegue (saranno 11 le reti a fine tempo) per il 21-4 definitivo.
“Contento della prestazione dei ragazzi, non è mai semplice giocare dopo la pausa per gli impegni delle nazionali e con pochi allenamenti tutti insieme – le parole del tecnico Sukno -.  La squadra ha affrontato la partita con serietà e concentrazione in una vasca che ha risposto alla grande: c’erano tanti giovani ed è stato bellissimo giocare in questa atmosfera”.

PRO RECCO: Del Lungo, Di Fulvio 1 (rig.), Zalanki 4, Cannella 3, Younger, Fondelli 4, Iocchi Gratta 2, Echenique, Ivovic 2, Velotto, Aicardi 2, Loncar 3, Negri. All. Sukno.
HANNOVER: Gotz, Corusic, Schipper, Froreich, Schutze F., Schutze L., Lozina, Macan, Kubisch, Gansen 1, Benic, Basic 3 (1 rig.), Benke. All. Seehafer.
Arbitri: Putnikovic (Serbia), Kovacs (Ungheria)
Parziali: 4-0, 5-0, 5-0, 7-4.
Superiorità: Pro Recco 9/11, Hannover 1/6. Rigori: PR 1/1, H 1/1. Usciti per limite di falli Iocchi Gratta e Velotto (PR) nel quarto tempo. Gotz (H) sostituisce Benke nel quarto tempo.

Condividi

Articoli correlati

Duilio Puccio approda all’Iren Genova Quinto

Non vuole perdere tempo Duilio Puccio, nuovo giocatore dell’Iren Genova...

Netafim Bogliasco 1951: arriva il rinnovo di Capitan Boero

Sarà ancora Giacomo Boero l'alfiere del Netafim Bogliasco 1951...

Alvaro Granados è un nuovo giocatore della Pro Recco

Alvaro Granados è un nuovo giocatore della Pro Recco....

Il programma del Settebello verso le Olimpiadi

Missione olimpica. Il Settebello torna a lavoro a ranghi...

Nuova conferma per il Netafim Bogliasco 1951: ufficiale il rinnovo di Davide Broggi Mazzetti

Altra pedina confermata nello scacchiere che il Netafim Bogliasco...

Altro rinnovo per il Netafim Bogliasco 1951: Edoardo Prian resta in biancazzurro

Ci sarà ancora una calottina biancazzurra sulla testa di...