Team Holcim-PRB a pieni punti dopo una corsa da record

Condividi

A due settimane dalla partenza della terza tappa da Città del Capo, lo skipper Kevin Escoffier e i suoi compagni di equipaggio di Team Holcim-PRB hanno conquistato il massimo dei punti, guidando la flotta degli IMOCA allo scoring gate della terza tappa alle 17:45:38 UTC di domenica 12 marzo.

Sono state 24 ore fruttuose per il team. Nelle prime ore di domenica mattina, l’equipaggio di Holcim-PRB ha stabilito un nuovo record di distanza sulle 24 ore della classe IMOCA, raggiungendo 595,26 miglia (1.102 km), superando di 50 miglia il record stabilito prima della regata.

“Il ritmo di queste ultime ore di regata è stato scandito da una grande corsa verso il cancello e da questi primi punti della terza tappa”, ha dichiarato Escoffier in un’intervista in francese. “Abbiamo accumulato un grande vantaggio all’inizio della tappa, ma gli altri hanno preso un fronte meteo favorevole e qualche giorno fa c’è stata quasi una ripartenza. Ma siamo riusciti a mantenere un po’ di vantaggio in questa situazione, che volevamo davvero conservare per il cancello”.

“Ieri (sabato) lo stato del mare era abbastanza gestibile e i record di velocità degli IMOCA continuavano a cadere. Siamo molto contenti di aver ottenuto il record, anche se non era questo l’obiettivo, ma un mezzo per raggiungere l’obiettivo di guidare la classifica al cancello. Continuiamo a imparare come portare la barca e a trovare il modo di andare sempre più veloce”.

Raccogliendo 5 punti al cancello, Escoffier e il suo team sono rimasti a punteggio pieno nella classifica della regata e ora si trovano a quota 15, dopo le vittorie nelle frazioni 1 e 2.

La lotta per il secondo posto al cancello si gioca a 150 miglia (circa 7,5 ore) di distanza, dove Team Malizia di Boris Herrmann ha mostrato un ritmo impressionante nella giornata di domenica, superando 11th Hour Racing Team di Charlie Enright e accumulando un margine di vantaggio di quasi 10 miglia, in costante aumento.

“Oggi abbiamo assistito a una battaglia serratissima”, ha dichiarato Will Harris di Malizia, facendo ruotare la sua macchina fotografica per mostrare l’avversario mentre il suo team effettuava il sorpasso. “Siamo appena riusciti a superarli. Loro volano, ma per fortuna noi siamo riusciti ad andare un po’ più veloci”.

Biotherm è a 40 miglia di distanza, dopo essere rimasto indietro durante la giornata di sabato.

“Dopo aver superato Biotherm ieri sera, oggi pomeriggio è toccato a Malizia fare lo stesso con noi”, ha scritto Amory Ross, responsabile media dell’equipaggio.

“Sembra che riescano a portare più tela e a tenere la prua alta, presumibilmente grazie alla forma dello scafo, e mentre noi lottavamo tra le onde per non ingavonare, loro riuscivano a navigare alla stessa velocità, ma più bassi. Siamo rimasti a guardare mentre si avvicinavano a noi, passando avanti, e continuavano a navigare più a sud”.

Dopo più di tre giorni di navigazione a velocità sostenuta e a un ritmo da record verso il cancello ( tutti i team hanno battuto il record precedente di almeno 30 miglia), è possibile che gli equipaggi si prendano del tempo per controllare l’attrezzatura dopo aver raccolto i punti alla longitudine di 143 gradi est.

11th Hour Racing Team, ad esempio, deve controllare l’usura di due timoni e Team Malizia ha riparato l’albero da appena una settimana. Anche i team Holcim-PRB e Biotherm stanno indubbiamente spingendo barche e attrezzature oltre il normale.

Sebbene Il cancello segni un momento cruciale nella tappa più lunga dei 50 anni di storia di The Ocean Race, i team hanno ancora più di 7.500 miglia da percorrere prima del traguardo di Itajai, in Brasile. Metà dei punti sono stati assegnati, ma la metà del percorso non è ancora stata raggiunta.

L’orario di passaggio per Team Malizia e 11th Hour Racing Team al cancello è previsto lunedì mattina alle 01:00 UTC, mentre Biotherm si trova a 2,5 ore di distanza. La regata continua senza tregua.

Lunedì sarà disponibile su Discovery+ e sull’app di Eurosport nei territori europei uno speciale sullo scoring gate della tappa 3.

Articoli correlati

Intercircoli: brillano Tekno, Articolo V, Sbanca, Pully e GS Design

Sabato 18 marzo si è svolta la seconda prova...

Trofeo Primavera: grande successo per la prima regata Optimist

Un fine settimana all’insegna della vela per la città...

Ventiquattro nuovi istruttori per la I-Zona FIV

Si è concluso il percorso di formazione degli istruttori...

Europei ILCA 6 e 7 ad Andora: Chiara Benini Floriani e Alessio Spadoni i migliori azzurri

Gli atleti della squadra azzurra hanno lasciato il segno...

Intercircoli: sabato e domenica la seconda e terza prova

Questo fine settimana, nelle giornate di sabato e domenica,...

Genova vara il “Learning Program” di The Ocean Race

The Ocean Race non è solo una straordinaria sfida...