Una buona Sampdoria si fa raggiungere su rigore a tempo scaduto a Monza

Serie A 2022/23 | Monza-Sampdoria Manolo Gabbiadini - Delusione finale Fonte: UC Sampdoria.it

Condividi

Una buona Sampdoria, come sempre da dopo la sosta, spreca un’altra grande occasione a Monza, facendosi raggiungere a tempo abbondantemente scaduto (Chiffi, perché oltre i sei minuti?) su rigore originato da un fallo abbastanza stupido di Murru su Petagna.

Stankovic butta nella mischia dall’inizio i nuovi acquisti Cuisance e Gunter, con il turco costretto però al forfait nel riscaldamento a causa di un guaio muscolare, sostituito dal rientrante Colley. Difesa quindi tutta mancina davanti a capitan Audero, con Amione a destra, Nuytinck centrale e Colley a sinistra. A centrocampo Leris ed Augello larghi, Winks e Cuisance interni, Djuricic dietro a Gabbiadini e Lammers.

Palladino invece conferma in blocco l’undici dell’Allianz Stadium, con la sola eccezione di Petagna al centro dell’attacco. Una scelta che si rivelerà decisiva.

In uno stadio dove si alzano forti i cori dei quasi tremila blucerchiati al seguito, ma questa volta dall’altra parte c’è una tifoseria in grado di competere, è il Monza a iniziare meglio, e al 6’ Caprari, fortunato nel rimpallo, tira fuori da sinistra dopo un triangolo stretto.

Serie A 2022/23 | Monza-Sampdoria
Tifosi Sampdoria

La Sampdoria è viva, e al 10’, su cross di Augello, Lammers di testa sfiora per Gabbiadini, che di petto impegna Di Gregorio.

I due sono protagonisti del vantaggio dei giallocerchiati al 12’. Lammers serve Gabbiadini, che aggira un molle Caldirola e lascia partire un sinistro che vede non impeccabile il portiere brianzolo per il vantaggio ospite.

Serie A 2022/23 | Monza-Sampdoria
Gol Sampdoria (1-2): esultanza Martin Turk-Fabio Quagliarella-Manolo Gabbiadini-Mehdi Pascal Marcel Leris-Nicola Ravaglia Fonte: UC Sampdoria.it

Il Monza reagisce, e al 16’ Carlos Augusto impegna Audero in calcio d’angolo. Ma è una fiammata: mentre i tifosi blucerchiati intonano la cara, vecchia “Doria Ole”, Colley va via sulla sinistra e col suo piede preferito impegna ancora il portiere di casa.

Attorno alla mezz’ora il Doria sembra in controllo: Leris si libera bene sulla sinistra e traversa basso: Izzo sbroglia in corner.

Ma proprio in questa fase la squadra di Stankovic si fa trovare impreparata: Petagna, in transizione, si gira bene su un poco efficace Nuytinck e di sinistro mette sull’angolo opposto. Audero sfiora ma non riesce ad evitare il pareggio locale.

La Sampdoria patisce le verticalizzazioni monzesi, che invece non trovano spazi sulle fasce, ben presidiate: questa volta Petagna riceve palla sul lato destro, il suo tiro viene respinto bene da Audero e Pablo Marì viene murato in corner nel tentativo di tap in.

Serie A 2022/23 | Monza-Sampdoria
Flavio Paoletti-Matteo Pessina

L’ultima opportunità della prima frazione è di marca doriana: Djuricic, più convincente delle ultime uscite, ruba un bel pallone e di sinistro impegna a terra Di Gregorio.

Pari nel complesso equo all’intervallo: il Doria non è più, da tempo, la squadra che tutti prendono a pallonate, ma in difesa manca sempre un centesimo per fare un milione, e fatalmente il gol avversario arriva. Lunghissima la striscia di partite con rete al passivo: questa è la decima consecutiva.

Stankovic lascia negli spogliatoi Nuytinck per Murru e Cuisance – spesso avulso dal contesto, ma con discreti numeri – per Rincon.

L’inizio ripresa blucerchiato è buono: al 51’ Gabbiadini pesca a sinistra Augello, che con il mancino sfiora l’eurogol, con palla fuori di un soffio con Di Gregorio immobile.

Dopo una bella percussione di Carlos Augusto sulla destra, limitato in angolo da Augello, al 58’ il Doria torna avanti. Cross da sinistra dell’ottimo Winks, testa di Leris sul quale Di Gregorio si supera, ma Gabbiadini è lestissimo, questa volta di destro, a ribadire in rete per la doppietta personale.

Serie A 2022/23 | Monza-Sampdoria
Gol Sampdoria (1-2): esultanza Manolo Gabbiadini-Mehdi Pascal Marcel Leris-Fabio Quagliarella Fonte: UC Sampdoria.it

Inizia la sarabanda dei cambi. Nel Doria esce Djuricic, che non ne ha più, per Paoletti, mentre Palladino – che non è contento dei suoi – ne cambia quattro in successione: fuori Ciurria e Machin, quest’ultimo davvero maluccio, per Birindelli e Rovella, e poi Mota e l’incerto Caldirola per Valoti e Colpani, disegnando una squadra offensiva. Esce anche Lammers, sempre generoso ma spuntato, per Quagliarella, e nel finale anche Leris – che, ammonito, salterà la prossima gara – per Zanoli.

Il Monza ha una reazione rabbiosa, e la Sampdoria non riesce più ad uscire e a tenere il pallone, ma i molti palloni gettati in avanti senza troppa logica dalle tante punte e mezze punte di Palladino finiscono sempre preda dei difensori di Stankovic. Si spegne progressivamente anche Caprari, incisivo nella prima parte di gara ma poi troppo nervoso, come in ogni occasione in cui incontra la sua ex squadra.

Chiffi, che non aveva diretto male, comanda un recupero monstre, sei minuti, francamente esagerati. Il sesto ed ultimo è già scaduto da una decina di secondi, con la palla a centrocampo, quando il Monza tenta un ultimo assalto. Pallone lungo per Petagna, abbracciato in area da Murru. Rigore che può starci, anche se arriva ben oltre lo scadere del recupero (e questo è un bel mistero): dopo qualche minuto di proteste Pessina va sul dischetto e di sinistro spiazza Audero. Non si torna nemmeno a metà campo: finisce qui.

Resta una grande, grandissima amarezza. La Sampdoria esce nuovamente penalizzata da un episodio e perde un’occasione colossale per fare un salto in avanti di importanza capitale. Stankovic ha portato un po’ di gioco, efficacia, grinta, il centrocampo con Winks è rinato, e se taluni difetti (una certa mancanza di peso offensivo, errori difensivi abbastanza evidenti) non sono scomparsi, è anche vero che – diciamo così – la squadra del presidente Lanna è sempre sfortunata nelle chiamate arbitrali. Solo mettendo gli episodi negativi di Empoli (clamoroso), del gol viziato da fallo dell’Udinese a Marassi e di questa sera sarebbero quattro punti in più. E farebbero la differenza.

Monza-Sampdoria 2-2 Serie A 2022-23

Monza (3-4-2-1): Di Gregorio 6; Izzo 5,5 (57’ Marlon 6), Pablo Marì 6, Caldirola 5 (78’ Valoti n.g.); Ciurria 5,5 (72’ Birindelli 6), Machin 5 (72’ Rovella 6), Pessina 6,5, Carlos Augusto 6,5; Mota 5,5 (79’ Colpani n.g.), Caprari 6; Petagna 7. All. Palladino 6

Sampdoria (3-4-1-2): Audero 6; Amione 6, Nuytinck 5,5 (46’ Murru 5), Colley 6; Leris 6 (86’ Zanoli n.g.), Winks 6,5, Cuisance 5,5 (46’ Rincon 6), Augello 6,5; Djuricic 6 (68’ Paoletti 6); Gabbiadini 7,5, Lammers 6 (74’ Quagliarella n.g.). All. Stankovic 6,5.

Reti: Gabbiadini 12’, Petagna 32’, Gabbiadini 58’, Pessina (R) 99’

Ammoniti: Leris 34’, Izzo 51’, Amione 64’, Caprari 78’, Rincon 90’, Murru 97’.

Calci d’angolo 9-3

Recupero 1’ e 6’

Note: serata fresca, ampia rappresentanza di tifosi blucerchiati.

Condividi

Articoli correlati

A Palermo pagato l’approccio sbagliato. Per la Samp stagione comunque positiva

Col senno di poi, siamo tutti Guardiola e potremmo...

La Sampdoria saluta i playoff, 0-2 a Palermo

La Sampdoria esce sconfitta malamente a Palermo e dice...

Samp, credici! Blucerchiati superiori al Palermo

“Cosa andiamo a fare in serie A? Società e...

Tripletta Borini e la Samp passa anche a Catanzaro, ma resta 7°

Una tripletta di Capitan Borini permette alla Sampdoria di...

Samp a Catanzaro a caccia del sesto posto

Andrea Pirlo non è uno sprovveduto e fa benissimo...

Momento d’oro Samp, condizione atletica e infortunio Pedrola uniche macchie

Meglio non svegliare il can che dorme, procedere quatti...