Serie A1, obiettivo salvezza per il CUS Genova Rugby

Condividi

Ancora due settimane prima del ritorno in campo del CUS Genova Rugby. Biancorossi attesi dalla prima giornata del girone di ritorno il 29 gennaio contro il Rugby Parma, in uno degli scontri diretti per la salvezza nel Girone 1 di Serie A. Analizziamo il momento e la stagione della squadra attraverso le parole di Francesco Bernardini, co-allenatore della squadra.

Lo staff tecnico si è rinforzato appena prima della pausa natalizia. Già in occasione della sfida contro il Biella Rugby gli Universitari hanno potuto contare sull’arrivo in panchina di Ian Snook, tecnico neozelandese gira-mondo che già aveva ricoperto la carica di allenatore del CUS per un biennio, salutando nel 2010.

“L’arrivo di Snook ci porta sicuramente enorme esperienza”, spiega Bernardini, “parliamo di un tecnico che comunque ha girato il mondo e ha allenato tantissime squadre”. Cosa potrà aggiungere in particolare alla gestione tecnica? “Oltre al punto di vista tecnico sicuramente ci darà una mano nella gestione del gruppo”, afferma, aggiungendo che “anche nelle gerarchie in campo con il nuovo arrivo si è rimesso in discussione tutto e quindi i ragazzi si stanno giocando le loro chance in allenamento”.

Come sta procedendo la preparazione durante questa lunga sosta? “Abbiamo avuto un mese e mezzo per rivedere alcune cose che non andavano bene e per scendere un po’ più nel particolare”, racconta il tecnico, “abbiamo fatto anche abbastanza contatti per tenerli più abituati, così come tanta corsa”. Inoltre, “è cambiata un po’ la struttura del gioco”, aggiunge, “abbiamo fatto qualcosa di diverso rispetto a come giocavamo prima e vediamo come proseguirà la stagione”.

Un campionato, in particolare il Girone 1, che sta rispettando abbastanza i pronostici di inizio stagione. “Sapevo che la squadra da battere fosse il Parabiago”, commenta Bernardini, “forse mi aspettavo qualcosina di più dal Biella per come si era comportato l’anno scorso come risultati, per il resto invece più o meno i valori sono quelli previsti a inizio stagione” .

Quale la possibile roadmap per puntare alla salvezza? “Dobbiamo sicuramente cercare di fare punti con tutte le squadre, realisticamente credo che al momento le partite chiave possano essere quelle con Parma, Noceto, Alghero, Milano e poi chiaramente il derby”, in programma allo Stadio Carlini-Bollesan il 23 aprile, sfida alla terzultima di campionato che al momento rischia di essere uno spareggio.

“Abbiamo lavorato tanto e abbiamo bisogno che rientri qualche altro giocatore, piano piano stanno rientrando e speriamo che siano sufficientemente in forma per la ripresa del campionato”. “Speriamo di riuscire a performare fin dalla prima sfida con il Parma”, in chiusura, “sfida già molto importante per noi e in grado di darci qualche indicazione in più”.

spot_img

Articoli correlati

AuxDance brilla al Teatro della Tosse

Prima uscita dell' anno di AuxDance con il gruppo...

MySport festeggia dieci anni al servizio dei genovesi

Un compleanno speciale per MySport. E’ infatti dal 1°...

Invernale di Loano: al via la seconda manche

Dopo la pausa del periodo natalizio e la sosta...

Iren Genova Quinto, Molina: “Con il Savona test importante, tutto è possibile”

Turno infrasettimanale, domani, nel campionato di serie A1, per...

La Lega Navale di Chiavari-Lavagna compie 115 anni

Il 26 gennaio 2023 la Lega Navale di Chiavari-Lavagna...
- Advertisement -spot_img