Gamma Innovation Sarzana ferma anche il Lodi

Gamma Innovation Sarzana fantastico al “PalaCastellotti”. I rossoneri pareggiano 3-3 a sei secondi dal suono della sirena finale davanti all’ Amatori Wasken Lodi, secondo in classifica generale, nel 15esimo turno di campionato, al termine di un incontro a dir poco rocambolesco.

I padroni di casa comandano tre quarti di partita, chiudendo il primo tempo sul 3-0 grazie alle reti dell’ ex Fantozzi, Antonioni e Barbieri e giocando la prima parte  della ripresa in controllo e sfiorando in varie occasioni la quarta rete . Un lampo di Sergio Festa nel finale però riaccende le speranze della formazione di Paolo De Rinaldis, osannato dal pubblico lodigiano per il suo passato alla guida della formazione giallorossa comminata con la conquista della Coppa Italia, che trovano prima la rete del 3 a 2 con Garcia ben imbeccato da Festa e il pareggio a 8 secondi dalla sirena su rigore con il capitano Davide Borsi in un finale a dir poco infuocato. Contento per i suoi ragazzi, Il Presidente Maurizio Corona, che a fine gara si è lasciato andare ad un’esultanza genuina per la conquista di un punto insperato, non rinuncia a godersi il momento “Abbiamo fatto un’incredibile rimonta contro una squadra come l’Amatori Wasken Lodi seconda in classifica e che non più tardi di mercoledì aveva eliminato il Forte dei Marmi in Coppa Italia. Un pareggio strameritato per il cuore gettato oltre l’ostacolo da parte dei nostri ragazzi, una prestazione che ha evidenziato una squadra caratterialmente mai doma. Però ora guardiamo avanti, il capitolo Lodi è chiuso, a Sarzana sabato arriva il Bassano e quella è una partita da vincere seppur consci del valore degli avversari. Una partita dove la vittoria vale doppio, anche solo per rivalsa contro una squadra che ci ha battuto in campionato ed eliminato dalla Coppa Italia con due vittorie di “corto muso”. Ci vogliamo godere il momento, a Lodi è la seconda volta in tutta la nostra storia di serie A1 che usciamo con un punto, l’ultima volta dodici anni fa ma stiamo con i piedi per terra. Una cosa però è certa giocando con il cuore come sabato sera ci possiamo togliere ancora delle soddisfazioni. I ragazzi stanno giocando questo campionato come la nostra gente sognava – continua il Presidente – e poi la cosa più importante, che sono consci di avere una città da rappresentare a livello nazionale e internazionale. Avevamo contro un’ottima squadra, penso che il Lodi sia la squadra che il gioca il miglior hockey di questo Campionato, la formazione di Bresciani è una squadra che ha le potenzialità  per ambire di arrivare in fondo a tutte le competizioni. Comunque – continua il Presidente – sono molto soddisfatto della mia squadra e di come mister Paolo De Rinaldis ha lavorato per ridare a questi ragazzi la carica dopo la serata storta di mercoledì. Ora dobbiamo migliorare ancora se vogliamo conquistare al più presto quella manciata di punti che ci servono ancora per la conquista della salvezza diretta e poi alzare l’asticella. Poi il Presidente   conclude parlando dell’ accoglienza riservata a Paolo De Rinaldis  dal pubblico del Palacastellotti  – “Non mi era mai capitato in tutta la mia vita hockeystica di vedere un’accoglienza del genere ad un ex. Un intero palazzetto in piedi ad applaudire oltre ai cori personali riservati. Da brividi, infatti ho visto Paolo stordito e a fine gara si è lasciato andare ad un pianto dirotto, io gli ho detto di godersi il momento  perché la gente non regala niente e se hanno fatto questo significa che se lo meritava tutto” 

Ma veniamo alla cronaca della gara mister Pier Luigi Bresciani, si presenta al Pala Castellotti con l’organico al gran completo e schiera il suo starting-five titolare con Giovannetti e Faccin  assieme alla coppia d’attacco composta dall’ ex Pablo Najera  e Fernandes con il Campione del mondo Valentin Grimalt a difesa della porta e a disposizione Barbieri, Fantozzi, Antonioni, Bozzetto e il secondo portiere Porchera. Paolo De Rinaldis che ritrova l’organico al gran completo con il rientro di Francesco De Rinaldis risponde con Corona, Borsi, Facundo Ortiz, Garcia, Festa. Partita iniziata e subito emozioni, i rossoneri partono molto bene Garcia si presenta tutto solo davanti a Grimalt e si fa ipnotizzare dal portiere argentino poi Festa colpisce la traversa a portiere battuto e Garcia il palo.  Il Lodi dopo l’inizio veemente del Sarzana prende in mano la partita Corona è miracoloso su Fernandes.  Al 12’,14” Lodi in vantaggio. Festa viene stoppato al limite dell’area e nella ripartenza Antonioni serve Andrea Fantozzi, uno degli ex della partita, che si presenta tutto solo davanti a Corona e lo batte. Una rete che ha frenato gli ardori dei sarzanesi che scompaiono dalla pista e al 19’,14” incassano il 2-0 su azione personale di Antonioni. A mettere il sigillo al 1° tempo ci ha pensato Barbieri al 20’,41” con tiraccio da lunga distanza che sorprende Corona coperto per l’occasione  e si infila sotto la traversa. Al 21’,41” lo stesso Barbieri finisce sotto le forche caudine dell’arbitro Fronte reo di un aggancio ad Ortiz. Tiro di prima dello stesso Ortiz che Grimalt para poi il portiere argentino si esalta nel susseguente power play. Il suono della sirena manda le squadre negli spogliatoi con il Lodi in vantaggio per 3 a 0.  Nel secondo tempo i primi quindici minuti sono tutto di marca dei padroni di casa che confezionano un’ infinità di palle gol ma trovano davanti a loro un Corona insuperabile. Al 16’,24” Sarzana trova la rete con Festa che con una finta mette fuori causa Fantozzi e poi lascia partire una sassata che si insacca all’incrocio dei pali della porta difesa da Grimalt. Passano due minuti e lo stesso Festa confeziona un assist a Jeronimo Garcia che batte Grimalt per la rete del 3 a 2 . Lodi in balia del Sarzana e al 18’,55  Grimalt commette un fallo da rigore su Festa. Va alla battuta del penalty Borsi e Grimalt per due volte si muove in anticipo e viene punito con il cartellino blu. Entra Porchera che si esalta e para il rigore a Borsi e poi resiste per due minuti con ottimi interventi all’inferiorità numerica del Lodi. Sarzana che prova in tutte le maniere. Najera ha la palla per chiudere l’incontro a un minuto dalla fine ma il suo alza e schiaccia trova la risposta di Corona. A sei secondi dalla fine Fantozzi ferma la pallina in area con una mano. Rigore sacrosanto che viene affidato ancora a Borsi alla prima conclusione Grimalt si muove nettamente in anticipo e alla seconda conclusione il capitano rossonero fa secco il suo ex compagno di squadra a Matera.

Il risultato finale è di 3 a 3 e rossoneri che ritrovano un punto a Lodi dopo dodici anni.  Ora per i il Gamma Innovation Sarzana  sabato prossimo partita al Vecchio Mercato contro l’ Ubroker Bassano .

Condividi
Nato a Genova il 7 febbraio 1984, inizia a scrivere all'età di 17 anni. E' coordinatore del portale LiguriaSport.com, autore dell'Annuario Ligure dello Sport e tra gli organizzatori del progetto Stelle nello Sport per la valorizzazione dello sport in Liguria. Collabora con RTL 102.5 ed Il Messaggero. E' autore della trasmissione "Stelle nello Sport" su PrimocanaleSport. Dal 2009 al 2012 è responsabile del settore Comunicazione della Federazione Italiana Canottaggio. Dal maggio 2013, lancia il portale CanottaggioMania.com. Dal 2009 a oggi è presidente ligure della FICSF. Dal 2009 a oggi è membro del Consiglio Regionale del Coni Liguria. Dal 2013 a oggi è membro della Giunta Regionale del Coni Liguria. Stella di Bronzo al Merito Sportivo 2017.