Blitz della Pro Recco in casa della Waspo Hannover

La Pro Recco in Champions League (foto ProRecco.it)
La Pro Recco in Champions League (foto ProRecco.it)

La Pro Recco espugna il campo della Waspo Hannover per 8-11 e aggancia al secondo posto del girone A l’Olympiakos, sconfitto in casa dal Barceloneta adesso solo in testa al gruppo.

Rispetto all’ultima gara del 2022 mister Sukno riaffida la porta a Del Lungo e ritrova Nicholas Presciutti dopo quasi due mesi di assenza, lasciando a riposo Echenique, Velotto e Hallock.

Ivovic da posizione 2 apre il match dopo tre minuti di gioco, un vantaggio che dura poco perché Basic riprende la Pro Recco alla prima superiorità; faticano con l’uomo in meno i  biancocelesti, acciuffati altre due volte nel 3-3 che matura a 130 secondi dalla prima sirena. L’equilibrio lo rompe Aicardi, bravo a girarsi al centro, poi Di Fulvio pesca da posizione centrale il +2 che chiude il tempo.

Si riparte e la Waspo Hannover segna il 4-5 con Benic che sfrutta la sosta nel pozzetto di Fondelli. Le mani di Del Lungo fermano il croato ex Jug e mantengono il vantaggio biancoceleste. Ivovic e compagni però smarriscono nel secondo tempo la via del gol: la ritrovano solo a 27 secondi dal cambio campo grazie a Cannella che da posizione 4 beffa Benke e chiude la prima metà di gara sul 4-6.

Venti secondi del terzo tempo e Aicardi tutto solo al centro porta i campioni d’Europa per la prima volta sul +3. Basic con l’uomo in più segna la sua terza rete personale a metà quarto, ma Ivovic imbeccato da Zalanki con Radovic nel pozzetto non può sbagliare a tu per tu con Benke: è il 5-8 che manda le squadre agli ultimi otto minuti di gara.

Partita aperta allo Stadionbad di Hannover: Lozina sfugge alla marcatura della difesa biancoceleste e dopo due minuti sigla il 6-8. Pro Recco di nuovo sul +3 con Ivovic in doppia superiorità. Il mancino di Schuetze da posizione 2 accorcia, ma Zalanki con Benic nel pozzetto non dà scampo a Benke per il 7-10 che a meno di due minuti dalla fine fa vedere il traguardo alla Pro Recco. Il lucchetto al match lo mette Fondelli a 80 secondi dalla sirena per il 7-11 che significa tre punti.

“Emozionante ritornare a giocare, queste sensazioni mi mancavano – le parole di Presciutti  al termine della gara -. Non sono ancora al cento per cento, ma era importante riprendere il ritmo partita. Portiamo a casa i tre punti, non è mai facile giocare dopo la pausa natalizia. Forse dovevamo alzare il ritmo, portare qualche controfuga in più ed essere più aggressivi in attacco, ma l’obiettivo era la vittoria e lo abbiamo centrato”.

Waspo Hannover: Gotz, Corusic, Schipper, Froreich 1, F. Schütze 1, A. Radovic, Lozina 1, Macan 1, P. Kubisch, Gansen, Benic 1, Basic 3, Benke. All. Seehafer
Pro Recco: Del Lungo, Di Fulvio 1, Zalanki 1, Figlioli, Younger, Fondelli 1, N. Presciutti 1, Cannella 1, Ivovic 3, Iocchi Gratta 1, Aicardi 2, Loncar, Negri. All. Sukno.
Arbitri: Stavridis (Grecia), Berishvili (Georgia).
Parziali:  3-5, 1-1, 1-2, 3-3.
Superiorità numeriche: WH 5/10, PR 5/11. Uscito per limite di falli Benic (WH) nel quarto tempo.

Condividi
Nato a Genova il 7 febbraio 1984, inizia a scrivere all'età di 17 anni. E' coordinatore del portale LiguriaSport.com, autore dell'Annuario Ligure dello Sport e tra gli organizzatori del progetto Stelle nello Sport per la valorizzazione dello sport in Liguria. Collabora con RTL 102.5 ed Il Messaggero. E' autore della trasmissione "Stelle nello Sport" su PrimocanaleSport. Dal 2009 al 2012 è responsabile del settore Comunicazione della Federazione Italiana Canottaggio. Dal maggio 2013, lancia il portale CanottaggioMania.com. Dal 2009 a oggi è presidente ligure della FICSF. Dal 2009 a oggi è membro del Consiglio Regionale del Coni Liguria. Dal 2013 a oggi è membro della Giunta Regionale del Coni Liguria. Stella di Bronzo al Merito Sportivo 2017.