Al via i FISU Winter World University Games a Lake Placid

Condividi

Da domani al via la XXXI edizione dei FISU Winter World University Games a Lake Placid, negli
USA. L’Universiade, massima competizione internazionale sportiva universitaria, torna dunque a quattro anni dall’ultima edizione, andata in scena nel 2019 a Krasnoyarsk, in Russia.
All’evento, in scena in terra americana dal 12 al 22 gennaio, prenderanno parte 50 nazioni e 2.500 tra
atleti e tecnici provenienti da tutto il mondo. Sportivi che si sfideranno in 13 discipline diverse tra eventi sciistici e di ghiaccio in una kermesse sportiva internazionale dall’elevato tasso tecnico, in cui prenderanno parte atleti con apparizioni in Coppe del Mondo, Mondiali e anche Olimpiadi nelle rispettive discipline.

A Lake Placid si sono già svolti i FISU World University Winter Games con il nome di Universiadi nel 1972 ed inoltre è stata sede dei Giochi Olimpici Invernali nel 1980.

Trentaquattro gli atleti che gareggeranno per l’Italia, con una delegazione complessiva di oltre cinquanta componenti inglobando staff tecnico e personale medico. Importante la componente del CUS Genova, impreziosita dalla presenza di Mauro Nasciuti, storico Presidente del CUS Genova e attuale Presidente della Commissione Tecnica CUSI, in terra americana nella veste di Capo Delegazione. Tra gli atleti sono della delegazione azzurra sono presenti anche Stefano Cordone e Davide Damanti, due atleti-studenti
dell’Università degli Studi di Genova che hanno preso parte anche alla spedizione del CUS Genova ai Campionati Nazionali Universitari Invernali andati in scena nel marzo 2022.

Mauro Nasciuti
Mauro Nasciuti

Per la delegazione azzurra del CUSI l’obiettivo di rinfoltire il palmares storico composto da oltre
centocinquanta medaglie, di cui ben 53 ori, cercando di migliorare il risultato di un oro, un argento ed un bronzo conquistati a Krasnojarsk nell’Universiade in Siberia.

Sei differenti discipline e più di venti gli  Atenei rappresentati. Nove in totale le discipline invernali previste dal calendario dei Giochi, in cui si
cimenteranno studenti-atleti tra i 17 ed i 25 anni di oltre seicento università di tutto il mondo.

Questo il commento di Antonio Dima, Presidente del CUSI: «Oggi, a distanza di quattro anni, l’Italia
può rispondere con numeri e qualità all’edizione americana delle Universiadi Invernali che per la prima volta nella storia cambierà nome. La forte identità che lega l’animo dei nostri giovani studenti-atleti sarà l’arma in più che utilizzeremo sin dal primo giorno di gare: rappresenteranno non solo l’Italia universitaria sportiva ed i rispettivi Atenei, ma soprattutto la generazione della freschezza, della gioventù e delle buone speranze di cui il mondo ha bisogno».

Queste le parole di Mauro Nasciuti, capo delegazione degli Azzurri: «Ho la fortuna di aver preso parte a 29 tra Universiadi estive e invernali, dieci delle quali nella veste di capo delegazione. Non è un’emozione nuova ma è sempre un’emozione. I ragazzi cambiano, così come le loro esigenze, e quindi bisogna sapersi adeguare al nuovo. Ora che siamo diventati Federazione c’è più aspettativa anche se abbiamo avuto non tantissimo tempo per organizzare il tutto. Sarà difficile ripetere il medagliere del 2019 ma non siamo qui certo per perdere».

Questo il commento di Stefano Cordone: «Sono contento di essere riuscito a ottenere la convocazione.Erano già un po’ di anni che volevo prendere parte a un evento del genere. Penso essermici avvicinato bene, avendo prediletto l’allenamento alle gare. Ho partecipato a una parte di calendario istituzionale italiano e francese perché mi potevano essere utili per la preparazione. Negli ultimi 15 giorni mi sono
concentrato in allenamento a Sestrese per puntare al massimo risultato possibile».

Queste, infine, le parole di Davide Damanti: «Siamo pronti, gasati e preparati. Mi sono allenato bene
soprattutto durante le vacanze natalizie, in cui abbiamo intensificato la preparazione in Via Lattea, nella zona di Sestriere. Non mi sbilancio per un determinato risultato sicuramente ma sono sicuro che sarà una bellissima esperienza e me la godrò tutta».

spot_img

Articoli correlati

AuxDance brilla al Teatro della Tosse

Prima uscita dell' anno di AuxDance con il gruppo...

MySport festeggia dieci anni al servizio dei genovesi

Un compleanno speciale per MySport. E’ infatti dal 1°...

Invernale di Loano: al via la seconda manche

Dopo la pausa del periodo natalizio e la sosta...

Iren Genova Quinto, Molina: “Con il Savona test importante, tutto è possibile”

Turno infrasettimanale, domani, nel campionato di serie A1, per...

La Lega Navale di Chiavari-Lavagna compie 115 anni

Il 26 gennaio 2023 la Lega Navale di Chiavari-Lavagna...
- Advertisement -spot_img