Napoli capolista troppo forte per la Samp in 10 dal 38′, finisce 0-2; commosso il tributo a Vialli e Mihajlović

Condividi

Luca Vialli, Luca Vialli, Luca Vialli alé alé, noi ti amiamo e ti adoriamo tu sei meglio di Pelé. La Sud canta a cinque minuti dalla fine, il Napoli ha da poco segnato la seconda rete e sembra di tornare indietro nel tempo, a quella squadra fantastica, che nella bella stagione triturava gli avversari a Marassi, sotto lo sguardo compiaciuto di papà Paolo in tribuna. Sono passati oltre tre decenni ma l’atmosfera è la stessa, fatta di ragazzi che gremiscono gli spalti che Gianluca e compagni li hanno solo visti nei filmati e nei racconti dei loro padri, fatta di tifosi che quando la Samp vinceva erano adolescenti e trentenni e che non riescono a trattenere le lacrime nel tributo prima del match per Gianluca e Sinisa, un altro che ci ha lasciati troppo presto, con la squadra che fa riscaldamento con tutti i protagonisti che indossano la maglia numero nove che fu di Luca e con tre dei figli di Sinisa a bordo campo abbracciati da Stankovic, visibilmente commosso.

E poi c’è la partita, da subito indirizzata quando non sono trascorsi nemmeno due minuti quando Abisso, richiamato al Var da Valeri, concede un rigore assurdo per un contatto tra Murru ed Anguissa; quando Politano va a calciare sotto la Sud sembra di tornare a quel Sampdoria Sassuolo, spareggio in serie B, in cui Da Costa neutralizzò il rigore calciato da Sansone in un frastuono assordante, i fischi sono gli stessi ed Audero si lancia sulla sinistra sospinto dalla gente alle sue spalle e devia di quel tanto sul palo , rendendo giustizia ad una decisione clamorosamente errata.

Il confronto è impari, la Samp dopo il blitz di Reggio Emilia mette in campo tutte le sue risorse, con una difesa raffazzonata ma lo spirito dei ragazzi di Stankovic è diverso da quello di prima della sosta mondiale ed i primi venti minuti sono bellissimi e ricchi di occasioni, da una parte e dall’altra.

Serie A 2022/23 | Sampdoria-Napoli
Matteo Politano-Emil Mulyadi Audero – Rigore parato

È il 9’ quando un tonico Verre ruba palla a Di Lorenzo e verticalizza per Lammers che ciabatta a lato da dentro l’area, Audero sventa su Elmas, Lammers difende bene palla al limite ed appoggia indietro per Verre che carica il sinistro da oltre venti metri e chiama Meret al plastico volo in corner, dalla battuta del quale il sinistro morbido di Gabbiadini pesca la pelata di Nuytinck a centro area ma il colpo di testa sfila a lato sulla destra del portiere campano.

Osimhen impegna Audero nella deviazione sotto la traversa su imperioso colpo di testa ed al minuto 19 gli ospiti passano: Mario Rui avanza sulla sinistra, la retroguardia non è piazzata al meglio e Murru, ammonito in occasione del rigore, non riesce ad arginare Osimhen che infila da centravanti vero.

La Samp rischia il raddoppio poco dopo quando Kvaratskhelia sfugge a tutti centralmente e si presenta davanti ad Audero che ci mette tutto il corpo per arginarlo ma la Samp rimane in partita, con Lammers, autore di un buon avvio, che spara alto di destro dal limite. Ma al 38’ l’episodio che incanala in maniera definitiva il match, Osimhen sfugge sotto le tribune a Nuytinck e si lancia verso la porta blucerchiata partendo da destra, Rincon in disperato recupero ne stronca la falcata con un intervento da dietro ed Abisso non ha dubbi nell’estrarre il rosso diretto che lascia la Samp in dieci con un’ora ancora da giocare, con Kvara che nel recupero in diagonale sfiora il palo sinistro dopo imbeccata di Politano.

Al rientro Stankovic dispone la squadra con il 4-4-1, esce Gabbiadini a scopo precauzionale, per aver sentito un piccolo fastidio all’adduttore, sostituito da Djuricic, con Zanoli che rileva Murillo in difesa, tra gli ospiti Rrhamani sostituisce Kim. Il Napoli controlla senza però riuscire ad affondare e a creare pericoli ma la Samp, in inferiorità numerica, non riesce mai a ribaltare l’azione, con Villar che entra al posto di Verre autore di un ottimo primo tempo ma spentosi con il passare dei minuti. Spalletti manda in campo Lozano e Zielinski per Politano e Kvaratskhelia e subito dopo Ndombele entra per l’ottimo Anguissa. Il giro palla stucchevole della capolista non trova varchi ma i blucerchiati, fiaccati fisicamente e moralmente, pensano solo a non subire il raddoppio che porrebbe fine alla contesa, ma ad una decina di minuti dal termine è ancora il Var a richiamare Abisso su un tocco di mano fortuito in area di Vieira e questa volta Lozano infila sotto l’incrocio.

C’è tempo per l’ingresso di Montevago e per l’esordio assoluto di Paoletti, centrocampista classe 2004 e finisce sotto la pioggia che bagna i volti della gente blucerchiata, mischiata alle lacrime di un pomeriggio vissuto con tutto l’amore che ancora una volta il popolo doriano ha saputo trasmettere con i suoi canti, i colori, le bandiere ed il ricordo di due ragazzi che ci hanno fatto sognare con la maglia più bella del mondo e che hanno dovuto salutare troppo presto la vita terrena.

Serie A 2022/23 | Sampdoria-Napoli
Tifosi Sampdoria – Tributo a Gianluca Vialli (ex giocatore Sampdoria)

SAMPDORIA- NAPOLI 0-2

Reti: p.t. 19’ Osimhen s.t. 37’ Elmas (rig.)

SAMPDORIA (3-4-1-2): Audero 7,5 – Murillo 5,5 (1’ s.t. Zanoli 5,5) Nuytinck 5,5 Murru 5 – Leris 6 Rincon 5 Vieira 6,5 (38’ s.t. Paoletti n.c.) Augello 6 – Verre 6,5 (8’ s.t. Villar 5) – Gabbiadini 6 (1’ s.t. Djuricic 5) Lammers 6 (38’ s.t. Montevago n.c.) All: Stankovic 6

NAPOLI (4-3-3): Meret 7 – Di Lorenzo 6 Kim 6 (1’ s.t. Rrhamani 6) Jesus 6 Mario Rui 6,5 – Anguissa 7 (21’ s.t. Ndombele 6) Lobotka 6,5 Elmas 6,5 (42’ s.t. Raspadori n.c.) – Politano 5,5 (17’ s.t. Lozano 6) Osimhen 7 Kvaratskhelia 5,5 (17’ s.t. Zielinski 6) All: Spalletti 6

Arbitro: Abisso di Palermo 4

Note: pomeriggio piovoso ma non freddo, terreno scivoloso ma in discrete condizioni. Calci d’angolo 5-2 per il Napoli. Ammoniti: Murru, Murillo, Leris (S), Jesus, Anguissa (N). Espulso Rincon al 38’ p.t. per gioco scorretto. Recupero 5 + 4 minuti. Spettatori 24490 (14578 abbonati + 9912 paganti) per un incasso di Euro 470212.

                                                                                            MARCO FERRERA

Serie A 2022/23 | Sampdoria-Napoli
Marco Lanna (presidente Sampdoria)-Dejan Stankovic (allenatore Sampdoria) – Tributo a Gianluca Vialli (ex giocatore Sampdoria)
spot_img

Articoli correlati

China Plan: Genova “sbarca” in Cina grazie a The Ocean Race

Si chiama “China Plan” ed è il percorso multimediale...

Portofino Run: vincono Lhoussine e El Kannoussi

Si parte alle 15 in punto, sulle note dell'hit...

Sampdoria a Monza con la testa alle vicende societarie

La partita di Monza? È laggiù, sullo sfondo, un'immagine...

Giancarlo Abete all’Assemblea LND Liguria: “Il calcio ligure è in salute”

Numeri e sfide del calcio ligure sono stati analizzati...

Un mese al via del 32° Campionato Intercircoli

Anche nella primavera 2023 ritorna l'appuntamento con il Campionato...

FIP Liguria: si dimettono i 4 consiglieri, decade il Presidente

Ieri pomeriggio, il Comitato Regionale della Federazione Italiana Pallacanestro...
- Advertisement -spot_img