Pietro Mondini: “Quinto avventura stimolante, pronto a dare il mio contributo“

Condividi

Ventinove anni, una formazione economica maturata a Londra, importanti esperienze nel settore finanziario a Milano, quindi amministratore delegato di Vesper Holding, società che si occupa di individuare e affiancare nella crescita, sotto tutti gli aspetti, le più interessanti startup italiane e non solo, in qualsiasi settore.

È il profilo di Pietro Mondini che, insieme a Ferdinando Garrè e Stefano Paganuzzi, da qualche giorno è un nuovo membro del Consiglio Direttivo dello Sporting Club Quinto.

Il mio interesse verso la pallanuoto nasce parecchi anni fa, quando ero un bambino e seguivo mio padre Giovanni impegnato con la Pro Recco – racconta lo stesso Pietro Mondini – Poi ho giocato qualche anno nelle giovanili del Quinto, ho avuto anche Fabrizio Brondi come allenatore. Ho lasciato la pallanuoto giocata per dedicarmi ad altro, prima al mio percorso di studi e poi al lavoro, ma non ho mai perso del tutto i contatti con il mondo biancorosso, anche da distante mi sono sempre sentito legato al Quinto e negli ultimi anni, da semplice tifoso, ho seguito tante partite casalinghe disputate alla ‘Marco Paganuzzi’ di Albaro. Quando il presidente Giorgio Giorgi mi ha proposto di entrare nel Consiglio Direttivo non ci ho dovuto pensare molto, ho accettato volentieri e con entusiasmo mi sono messo a disposizione”.

Il primo periodo di lavoro – prosegue Mondini – mi servirà per ‘prendere le misure’ di questa realtà, vivendola dal di dentro. Dal punto di vista sportivo e tecnico ci sono già persone valide e lo hanno dimostrato in tutto questo tempo, il mio contributo alla causa biancorossa sarà più vicino al mio ambito lavorativo, insomma alla mia esperienza nella vita di tutti i giorni: parlo di aspetti finanziari, di gestione societaria, di accompagnamento ad una ulteriore crescita del club e anche, perché no, nel mettere a disposizione una rete di relazioni. Come detto negli ultimi anni mi sto occupando in prima persona di startup: il Quinto è ormai una realtà consolidata, ma i principi per crescere ancora in fondo sono sempre gli stessi. Spero che il mio contributo possa essere utile e confesso che inizia, per me, un’avventura nuova e appassionante, con la quale sarà stimolante confrontarsi”.

spot_img

Articoli correlati

AuxDance brilla al Teatro della Tosse

Prima uscita dell' anno di AuxDance con il gruppo...

MySport festeggia dieci anni al servizio dei genovesi

Un compleanno speciale per MySport. E’ infatti dal 1°...

Invernale di Loano: al via la seconda manche

Dopo la pausa del periodo natalizio e la sosta...

Iren Genova Quinto, Molina: “Con il Savona test importante, tutto è possibile”

Turno infrasettimanale, domani, nel campionato di serie A1, per...

La Lega Navale di Chiavari-Lavagna compie 115 anni

Il 26 gennaio 2023 la Lega Navale di Chiavari-Lavagna...
- Advertisement -spot_img