Gamma Innovation Sarzana liquida Forte dei Marmi e vola al secondo posto

Condividi

Gamma Innovation Sarzana di Paolo De Rinaldis continua a stupire ancora e trova il quinto risultato utile consecutivo e la terza vittoria esterna della stagione.

I liguri sono corsari a Forte dei Marmi nell’anticipo della dodicesima giornata di andata del campionato di A1. I rossoneri, detentori della Coppa Italia vinta proprio al Palasport di Vittoria Apuania il 17 Aprile scorso, si sono imposti per 6 a 4 nei confronti di una formazione rossoblu nelle cui fila rientrava in pista il fuoriclasse Pedro Gil.  Il primo tempo è altalenante con i padroni di casa in vantaggio con Gual poi i rossoneri ribaltano con Ortiz due volte e Festa e si va al riposo  3 a 1  a favore della squadra di Paolo De Rinaldis. Nella ripresa è un susseguirsi di emozioni con l’ Hockey Sarzana che incassa la rete di Torner ma si scatena in contropiede si porta sul 5 a 2 con Festa e Borsi. Ma in una manciata di secondi il Forte dei Marmi con due eurogol di Torner e Iluzzi riapre la sfida. Il Forte dei Marmi accelera ma Corona e Garcia lo frenano: il portiere, prestazione mostruosa la sua, parando a cinque minuti dal termine il rigore a Torner e l’argentino segnando il 6 a 4 finale.

“Una vittoria molto importante, una vittoria voluta, cercata e anche meritata, frutto di una prestazione, soprattutto dal punto di vista del carattere notevole molto forte, forse la migliore prestazione dell’anno da questo punto di vista anche come qualità di gioco” – commenta il tecnico Paolo De Rinaldis a fine partita –  i ragazzi sono stati bravi hanno gestito molto bene le situazioni abbiamo avuto un po’ di difficoltà nel secondo tempo quando loro hanno messo in pista tutta la forza e il carattere che avevano per cercare di recuperare però la squadra ha reagito, ha retto nei momenti di difficoltà, è ripartita sempre con lucidità, è chiaro che noi al confronto loro come roster e come lunghezza di panchina eravamo in difficoltà. Loro hanno lamentato l’assenza di Ambrosio è vero che mancava Ambrosio a loro ma anche noi è un mese che giochiamo senza un giocatore fondamentale. Però chi ha giocato ha veramente giocato al massimo delle possibilità – conclude il mister rossonero – quindi devo dire che sono molto felice e contento per la prestazione dei miei ragazzi che hanno dato veramente l’anima, il nostro percorso di crescita continua ci troviamo in una posizione inaspettata ma anche di grande soddisfazione e di grande responsabilità ed adesso starà a noi cercare di continuare e di far vedere che questa responsabilità la vogliamo e ce la siamo meritata.  Il Presidente Corona non sta più nella pelle al termine della partita: “abbiamo assistito ad una partita vibrante ed emozionante. Siamo partiti andando subito in svantaggio, abbiamo reagito e ribaltato la gara sino a portarsi nel secondo tempo sul cinque a due a nostro favore, poi abbiamo subito il loro ritorno, ma la squadra non ha mai mollato nemmeno quando si è trovata sul 5 a 4 a metà del secondo tempo in pieno forcing dei padroni di casa. Un vittoria strameritata, conquistata col cuore e senza perdere la testa. Complimenti a tutta la squadra – continua il  Presidente – sono soddisfatto dei miei ragazzi, stanno dando tutto quello che hanno: di testa, gambe e cuore. La  vittoria è tutta loro e del loro condottiero anche grazie al lavoro che tutti i giorni stanno facendo, dal primo all’ultimo. Per ciò che concerne la classifica noi non guardiamo da nessuna parte, anzi con la vittoria di ieri abbiamo conquistato la certezza di non essere ottavi nella griglia della final-eight di Coppa Italia, traguardo impensabile alla vigilia della stagione. Noi restiamo con i piedi ben saldi a terra dobbiamo lavorare sodo tutti i giorni, per dare il nostro meglio. I ragazzi devono innanzitutto divertirsi e tenere il profilo basso solo in questo modo si riesce a giocare bene ottenendo i risultati. Quella di oggi è stata una super prestazione considerando le gare che avevamo disputato negli ultimi dieci giorni. Ora nessuna scusa – conclude il Presidente – mercoledì 21 Dicembre contro il Trissino, ultima gara del girone d’andata, voglio il Vecchio Mercato che metta paura, lo meritano questi ragazzi, lo merita il mister, lo merita la società. Tutta la città è convocata vogliamo la bolgia e la curva degli Incessanti straboccante e noi promettiamo che se il Trissino vuole vincere ci deve almeno chiedere il permesso.

spot_img

Articoli correlati

L’Iren Genova Quinto non sbaglia: Anzio superato 9-5

Un primo tempo combattuto, fatto di una serie di...

Coppa del Mondo Under 20: bronzo per Benedetta Madrignani

Benedetta Madrignani ha portato l’Italia sul podio nella prova...

China Plan: Genova “sbarca” in Cina grazie a The Ocean Race

Si chiama “China Plan” ed è il percorso multimediale...

Portofino Run: vincono Lhoussine e El Kannoussi

Si parte alle 15 in punto, sulle note dell'hit...

Sampdoria a Monza con la testa alle vicende societarie

La partita di Monza? È laggiù, sullo sfondo, un'immagine...

Giancarlo Abete all’Assemblea LND Liguria: “Il calcio ligure è in salute”

Numeri e sfide del calcio ligure sono stati analizzati...
- Advertisement -spot_img