Champions League, alle Piscine di Albaro l’esordio casalingo della Pro Recco contro il Radnicki

La Champions League della Pro Recco ritorna alle Piscine di Albaro: nella vasca intitolata a “Marco Paganuzzi” i campioni d’Europa affronteranno domani, alle ore 21, il Radnicki. La partita sarà trasmessa in diretta su Sky Sport Action con telecronaca di Daniele Barone e Sandro Campagna. I vice campioni di Serbia, ancora imbattuti nella competizione, sono allenati da Uros Stevanovic, fresco di nomina alla guida della nazionale al posto di Dejan Savic, e hanno in Milos Cuk e Josip Vrlic i loro punti di forza.

“Affrontiamo una squadra giovane che da anni gioca in Champions League e vuole dimostrare il suo valore qualificandosi alla Final Eight – afferma il portiere Marco Del Lungo -. Noi ci siamo preparati in common training con l’Ortigia, vogliamo imporre il nostro gioco e vincere: sappiamo che per farlo dovremo limitare i loro contropiedi e i rifornimenti per i loro centroboa. Queste due gare alle Piscine di Albaro prima di Natale sono importanti in chiave classifica e ci possono dare tanta fiducia anche in vista delle tre trasferte consecutive che ci attenderanno a inizio 2023. Mi aspetto una bella cornice di pubblico, non solo da Recco ma anche da Genova: sarà una grande sfida”.

Il match sarà arbitrato da Andreas Moiralis (Grecia) e Radoslaw Koryzna (Polonia). Delegato Paulo Ramos (Portogallo). La prima partita casalinga europea della stagione porterà con sé una iniziativa che rinsalda la vocazione sociale del club: l’ingresso sarà libero fino ad esaurimento posti, ma all’entrata delle tribune sarà collocato un contenitore nel quale inserire un’offerta destinata all’Associazione “Tene Ti Ala”, realtà che sostiene la missione di Maigaro, un villaggio nella savana a pochi chilometri da Bouar, in Repubblica Centrafricana, ed in particolare l’infaticabile lavoro del dispensario gestito dalle Suore Francescane.

La classifica dopo due giornate: Olympiacos, Barceloneta (6 punti), Radnicki (4), Pro Recco, Jadran Spalato (3), Vouliagmeni (1), Hannover, Dinamo Tbilisi (0).

Condividi