Domenica la quinta edizione della “4Chiese Trail”

E’ ormai tutto pronto per la quinta edizione del “4Chiese Trail #solopercaviglieforti – Trofeo Csen Memorial Lucio Burastero”, la gara di trail-running organizzata dall’Asd Krav Maga Parabellum di Loano con il patrocinio dell’assessorato a turismo, cultura e sport del Comune di Loano, del Comune di Pietra Ligure, del Comune di Giustenice, del Comune di Boissano e di Csen (Centro Sportivo Educativo Nazionale). La competizione si svolgerà domenica 13 novembre rientra nel calendario di gara nazionale.

Il trail è intitolato a Lucio Burastero, figura importante del panorama verzino il cui ricordo è sempre vivo nel cuore degli abitanti della frazione loanese e di tutte le persone che hanno avuto modo di conoscerlo ed apprezzarne l’impegno nella valorizzazione e nel rispetto della montagna e della natura.

Lucio Burastero è nato il 15 aprile 1931. Cresciuto a Verzi di Loano, è venuto a mancare ai sui cari il 13 settembre 2015. Nel 1940, a causa della guerra, rimase orfano di padre e perciò si mise presto al lavoro con lo zio, che lo portava su per Monte Carmo con i muli a tagliare il fieno da dare al bestiame e a raccogliere castagne e funghi. Quest’ultima divenne presto una delle sue più grandi passioni e lo portò a percorre il  comprensorio in lungo e in largo su e giù per pendii e sentieri. Pendii e sentieri che oggi sono diventati l’arena della competizione: proprio grazie alle sue memorie e alle sue indicazioni, molti di questi tracciati sono stati riscoperti e portati a nuova vita. “Lucio Burastero è sempre stato un amante delle nostre montagne – spiegano gli organizzatori – Protagonista nella posa della prima croce di Monte Carmo, fu presente e partecipe anche alla costruzione dei rifugi Amici del Carmo e Pian delle Bosse, costruito dal Club Alpino Italiano, del quale fu membro per ben 35 anni dal 1972 al 2006”.

“Anche quest’anno – spiegano ancora gli organizzatori – le ‘parole d’ordine’ del 4Chiese Trail sono tre. La prima è ‘natura’, perchè lo sport della corsa in montagna viene vissuto direttamente sul territorio e nella scelta del tracciato abbiamo cercato di inserire sia passaggi tecnici per i puristi del trail running, sia scorci e panorami mozzafiato per mostrare le bellezze del nostro comprensorio. La seconda è ‘sicurezza’, dato che l’obiettivo della manifestazione è divertirsi e fare del bene in tutta tranquillità; per questo abbiamo previsto numerosi punti-soccorso, punti-ristoro e squadre pronte a ogni evenienza, oltre ovviamente al servizio ‘scopa’, che significa alcuni nostri atleti procederanno in coda alla competizione per assicurarsi che nessun concorrente possa perdersi o rimanere indietro; inoltre sarà garantita l’assistenza su tutta la lunghezza del percorso. La terza e ultima è ‘solidarietà’, in quanto parte del ricavato della manifestazione andrà ad aiutare importanti associazioni benefiche”.

La competizione deve il suo nome al fatto che il tracciato toccherà le quattro chiese situate nei dintorni della località loanese (la Cappella della Visitazione, la chiesa di Santa Maria delle Grazie, la chiesa di San Martino, la chiesa di Santa Libera) e transiterà nel territorio di quattro comuni, Loano, Pietra Ligure, Giustenice e, per un brevissimo tratto, Boissano.

La gara si svilupperà su due differenti percorsi. Il 4Chiese Trail “classico” interesserà il territorio dei quattro comuni per una lunghezza totale di 20 chilometri ed un dislivello positivo di 1.450 metri. La gara prenderà il via dalla frazione loanese di Verzi e toccherà le quattro chiese situate nei dintorni. Il 3Chiese Trail, invece, non prevede il passaggio dalla chiesa di Santa Libera e avrà una lunghezza totale di 13 chilometri con uno sviluppo altimetrico positivo di 780 metri.

Entrambe le corse prenderanno il via alle 9.30 dalle ex scuole di Verzi in Borgata Borgarino. Un primo tratto di strada asfaltata condurrà gli atleti attraverso il paese, passando davanti alla cappella della Visitazione e successivamente fino alla chiesa di Santa Maria delle Grazie. Da qui si imboccherà un sentiero in salita che condurrà su di una strada bianca e successivamente, dopo un breve tratto, alla chiesa di San Martino. Oltrepassata la chiesa il sentiero prosegue verso nord-ovest fino al primo bivio: qui gli atleti della “corsa lunga” proseguiranno verso Cascina Porro e nei pressi di quest’ultima imboccheranno il sentiero che porta al rifugio di Pian delle Bosse (con il primo punto di ristoro) passando per lo spettacolare sentiero Botanico; il percorso “breve” taglierà direttamente verso il rifugio di Pian delle Bosse dove si riunirà con la gara “lunga”.

Raggiunto il rifugio, gli atleti lo oltrepasseranno proseguendo in discesa a sud ovest verso la Rocca dell’Avio e da qui verso il parcheggio della Castagna. In prossimità del parcheggio un ripido sentiero porterà gli atleti a imboccare il tratto finale del Karma Trail (sentiero divenuto famoso grazie all’Enduro World Series di MTB); da qui si attraversa in sicurezza il torrente e si raggiungere la ripida salita che porta a “Cian Luaio” (anche in questo caso gli atleti della “corta” taglieranno in direzione Pastunè verso Verzi per raggiungere il traguardo). La salità proseguirà dura ed incessante fino a raggiungere i primi Prati di Peglia: da qui si scollina su di un ripido e spettacolare sentiero ghiaioso fronte-mare che condurrà gli atleti fino ad un breve tratto di strada bianca e succesivamente a via Santa Libera, strada sterrata che passa di fronte all’omonima chiesa e prosegue fino a tornare a Verzi. Da qui l’ultimo breve tratto di asfalto riporterà gli atleti alle ex scuole di Verzi dove è previsto l’arrivo ed il “Polenta Party”.

Novita di quest’anno è il “2Chiese Trail”, percorso di 5 chilometri di lunghezza con 250 metri di dislivello positivo che condurrà i piccoli atleti e i camminatori fino alla chiesa di San Martino per poi ridiscendere a Verzi lungo il “Criceto Trail”, percorso adatto a tutti che permette di godere di scorci unici sulla vallata di Verzi e Giustenice.

Condividi
Nato a Genova il 7 febbraio 1984, inizia a scrivere all'età di 17 anni. E' coordinatore del portale LiguriaSport.com, autore dell'Annuario Ligure dello Sport e tra gli organizzatori del progetto Stelle nello Sport per la valorizzazione dello sport in Liguria. Collabora con RTL 102.5 ed Il Messaggero. E' autore della trasmissione "Stelle nello Sport" su PrimocanaleSport. Dal 2009 al 2012 è responsabile del settore Comunicazione della Federazione Italiana Canottaggio. Dal maggio 2013, lancia il portale CanottaggioMania.com. Dal 2009 a oggi è presidente ligure della FICSF. Dal 2009 a oggi è membro del Consiglio Regionale del Coni Liguria. Dal 2013 a oggi è membro della Giunta Regionale del Coni Liguria. Stella di Bronzo al Merito Sportivo 2017.