Il Savona non sbaglia e si impone 10-5 sull’Iren Genova Quinto

IREN GENOVA QUINTO-RN SAVONA 5-10

IREN GENOVA QUINTO: F. Massaro, N. Gambacciani 2, A. Di Somma 1, Villa, G. Molina Rios, R. Ravina, A. Fracas, A. Nora 1, N. Figari 1, P. Mijuskovic, M. Gitto, J. Gambacciani, Valle. All. Bittarello

RN SAVONA: G. Nicosia, N. Rocchi, A. Patchaliev 1, P. Giovanetti, F. Panerai 1, V. Rizzo 4, A. Caldieri, L. Bruni, E. Campopiano 2, M. Guidi, B. Durdic 2, G. Lanzoni, N. Da Rold. All. Angelini

Arbitri: Nicolai e Severo

Note: Parziali: 0-2 1-2 3-4 1-2 Spettatori 400 circa. Superiorità numeriche: Quinto 3/8 più un rigore sbagliato (traversa) da Molina nel primo tempo, Savona 5/7 più un rigore. Uscito per limite di falli Panerai (S) nel quarto tempo.

 

Troppo Savona per l’Iren Genova Quinto, che nella seconda giornata di serie A1 cede il passo 10-5 alla squadra di Angelini nel match andato in scena alla “Marco Paganuzzi” di Albaro. La formazione ospite parte subito forte e va al riposo ‘lungo’ in vantaggio 4-1. I padroni di casa si riportano sotto nel corso del terzo tempo, ma non riescono mai a pareggiare i conti e allora la Rari Nantes Savona, trascinata da Rizzo, riparte all’attacco e vince con ampio margine, sfruttando a dovere le occasioni avute in superiorità numerica. Per la formazione genovese, adesso, l’occasione per ripartire è data dalla gara di sabato prossimo in casa dell’Anzio.

 

“Il risultato è sempre giusto – commenta il tecnico biancorosso Luca Bittarello – Sapevamo che il Savona è una squadra forte, molto ben organizzata e ne ha dato ampia prova. Noi non siamo stati abbastanza cinici, soprattutto nei primi due tempi, a stare sotto a livello di risultato, li abbiamo lasciati andare. Poi nella terza frazione c’è stata una reazione, ci siamo rifatti sotto ma sono arrivati due loro gol che in qualche modo ci hanno un po’ tagliato le gambe. Ci sono state cose comunque positive, e altre meno chiaramente, su entrambe lavoreremo per fare sempre meglio. A partire dalla gara di sabato in casa dell’Anzio: in questo campionato, soprattutto in trasferta, non esistono partite facili: sarà un’altra battaglia, dobbiamo essere pronti“.

Condividi