Coppa Italia Serie A2, Gamma Innovation Sarzana raggiunta nel finale dal Forte dei Marmi

Non sono mancate certamente le emozioni alla pista del Vecchio Mercato dove i “ragazzini terribili” del Gamma Innovation Sarzana, guidati magistralmente da Paolo De Rinaldis dalla panchina, sono stati raggiunti solo nel finale dal quotato Forte dei Marmi. Un folto pubblico entusiasta ha sorretto i giovani rossoneri per tutta la gara. Una formazione, quella sarzanese, composta per nove decimi da atleti usciti dal vivaio della società di Piazza Terzi, un solo “straniero” Mirko Tognacca ma oramai sarzanese di adozione per come si sta ambientando nel gruppo e nella città. “Sono entusiasta per il risultato e per il numeroso pubblico presente al Vecchio Mercato che ha spronato i ragazzi per tutta la gara, il Forte dei Marmi è una grandissima squadra, noi invece continuiamo con il nostro progetto che è quello di far crescere i giovani della cantera. La serie A2 per noi è di vitale importanza, ha il compito di far crescere definitivamente tutti i nostri ragazzi che in questi anni hanno fatto tutta la trafila nelle giovanili, onorando la maglia e facendo sacrifici. Vogliamo preparare il cambio generazionale, un progetto societario importante in cui ho coinvolto mister Paolo De Rinaldis e Matteo Pistelli, che è il capitano, nonché il vice allenatore e il punto di riferimento per questi ragazzi”. Per il “farm team” rossonero questa è la terza partita nel girone di Coppa Italia nella prima gara la formazione rossonera è stata sconfitta al Pardini Sporting Center dalla Rotellistica Camaiore dopo essere stata in vantaggio sino a dieci minuti dalla fine e nella seconda partita ha impattato a Viareggio contro la Pumas Viareggio.

Ma veniamo alla gara: l’allenatore Massimo Mori schiera il suo starting-five titolare, con Chereches assieme a Petrocchi sulla linea difensiva in attacco Poletti e Lombardi con capitan Bertozzi a difesa della porta, con a disposizione Ballestero, Giovannelli, Bicicchi, Cacciaguerra e il secondo portiere Ciupi. De Rinaldis risponde con Venè tra i pali, Rispogliati, capitan Pistelli, Angeletti e Tognacca. Partita subito densa di emozioni e al 2’,19” Forte dei Marmi passa in vantaggio grazie ad un’ azione personale di Petrocchi finalizzata in rete da Poletti che supera Venè. La formazione di Paolo De Rinaldis reagisce ed inizia a macinare gioco, la partita si fa avvincente, i due portieri salgono sugli scudi con interventi spettacolari. Sarzana al 5’,05” pareggia grazie a Tognacca che riprende una respinta del portiere Fortemarmino sulla conclusione di Angeletti e mette la pallina in rete. Passano quattro minuti e i rossoneri passano in vantaggio con Rispogliati che mette in rete un delizioso assist di Pistelli. La reazione della formazione di Mori è veemente e Lombardi trova il pareggio al 14’,55” con una palombella che beffa Venè. Al 18’,02” ghiotta occasione per i rossoneri per portarsi in vantaggio, fallo di Bicicchi, punito con il cartellino blu, e tiro di prima per i rossoneri, va alla battuta Angeletti ma Bertozzi si supera e respinge con l’aiuto della traversa e poi è bravo nel power play successivo. Ma a due minuti dalla fine del primo tempo azione devastante di Angeletti che si beve la retroguardia toscana e confeziona a Pistelli un delizioso assist che il capitano rossonero mette alle spalle di Bertozzi. Il suono della sirena manda le squadre negli spogliatoi con i sarzanesi avanti 3 a 2. Nel secondo tempo i rossoneri hanno la ghiotta occasione per il doppio vantaggio quando Chereches finisce sotto le forche caudine arbitrali reo di un aggancio a Tognacca. Tiro di prima per i rossoneri affidato a Tognacca ma ancora una volta Bertozzi si supera e respinge l’alza e schiaccia dell’attaccante rossonero, poi nel power play susseguente i toscani conquistano il tiro diretto per il decimo fallo ma Venè strega Lombardi. La formazione di Mori produce il massimo sforzo ma trova sulla sua strada un Venè in formato “monster” e al 16’,52” i sarzanesi trovano il doppio vantaggio con Ungari che mette alle spalle di Bertozzi una palla servita da Angeletti. Forte dei Marmi mette il Sarzana alle corde ma i rossoneri sono micidiali nelle ripartenze e Bertozzi tiene in partita la sua squadra con interventi miracolosi. Nel finale la beffa per i rossoneri che subiscono il 4 a 3 a tre minuti e mezzo dal termine ad opera di Cacciaguerra che sfrutta un batti e ribatti in area e il pareggia a 47 secondi dalla suono della sirena ad opera di Lombardi; la beffa poteva essere atroce se Petrocchi non avesse messo a lato la punizione del quindicesimo fallo a trentadue secondi dalla conclusione. Il punteggio finale di 4 a 4 è comunque un ottimo risultato contro una squadra costruita per primeggiare. Alla fine tutto il pubblico in piedi ad applaudire una partita entusiasmante.

Condividi