Per la Sampdoria lo Zini è sempre lo Zini: prima vittoria in campionato

Serie A 2022/23 | Cremonese-Sampdoria Omar Colley-Emil Mulyadi Audero - Esultanza finale www.sampdoria.it

Condividi

La Sampdoria si scrolla di dosso il pesantissimo fardello dell’ultimo posto in graduatoria, sbanca lo Zini – teatro di mille glorie, non poteva essere che così – e conquista tre punti fondamentali per il proprio campionato, anche se la strada sarà ancora lunga e difficile.

Il cerino in mano resta alla Cremonese di Mister Alvini, che potrebbe avere stasera vissuto la sua ultima panchina alla guida dei grigiorossi, anche se per il gioco espresso la formazione di casa ha tranquillamente le carte in regola per riprendersi.

Serie A 2022/23 | Cremonese-Sampdoria
Massimiliano Alvini (allenatore Cremonese-Dejan Stankovic (allenatore Sampdoria) – Saluto iniziale

La Cremonese si schiera con un 3-5-2 molto propositivo, cercando di valorizzare al massimo le fasce e di mettere in difficoltà i due esterni giallocerchiati (eh, sì, stasera esordio ufficiale – e fortunato – con la terza maglia). Il giochetto riesce bene per mezz’ora sulla sinistra, con Valeri che fa girare la testa a capitan Bereszynski, un po’ meno con Sernicola dall’altro lato, dove gli spazi sono più intasati. Ma la lettura del dispositivo da parte di Stankovic sarà una delle chiavi di volta della partita.

Da parte sua, il mister doriano ripropone un 4-2-3-1 spurio e all’apparenza coraggioso, con Sabiri, Djuricic e Pussetto sulla tre quarti a scambiarsi spesso la posizione e Verre arretrato in quella posizione di regia in cui aveva ben figurato in Coppa Italia contro l’Ascoli. L’altra novità è l’esordio dal primo minuto di Amione al fianco di Colley.

Serie A 2022/23 | Cremonese-Sampdoria
Sampdoria – Formazione iniziale (in piedi: Abdelhamid Sabiri-Emil Mulyadi Audero-Valerio Verre-Ignacio Pussetto-Bruno Agustin Amione-Omar Colley; accosciati: Bartosz Bereszynski-Tomás Eduardo Rincón-Francesco Caputo-Filip Djuricic-Nicola Murru)

Davanti a oltre tremila sostenitori blucerchiati, che mettono in costante soggezione la tifoseria locale, l’inizio è da trauma. Dopo quattro minuti, la squadra di casa è in area con Okereke che colpisce senza forza. Dopo il calcio, sul piede dell’ex spezzino transita quello di Amione, ma ad azione ampiamente terminata. Quanto meno bizzarro, ma ormai ci siamo abituati, che dopo due minuti di VAR (comprensivi di arbitro che se la va a riguardare), Maresca decida di assegnare un rigore francamente ridicolo.

Sta di fatto che si presenta sul dischetto Dessers, il quale evidentemente non conosce Audero. Il portiere blucerchiato respinge la conclusione – non perfetta, in verità – e tiene i suoi a galla.

Serie A 2022/23 | Cremonese-Sampdoria
Emil Mulyadi Audero-Cyriel Kolawole Dessers – Rigore parato
Serie A 2022/23 | Cremonese-Sampdoria
Bruno Agustin Amione-Emil Mulyadi Audero-Tomás Eduardo Rincón-Ignacio Pussetto-Valerio Verre – Esultanza rigore parato

Potrebbe essere una di quelle porte girevoli su cui costruire un canovaccio diverso, eppure no, non cambia. La Cremonese non sa cosa sia il vitello nella pancia, e gioca di qualità e di forza, mettendo costantemente in difficoltà i ragazzi in giallocerchiato, che da parte loro sbagliano qualsiasi appoggio, sia che provino a scendere con la palla a terra, sia che tentino il lancio lungo (Caputo non è quel tipo di attaccante, quindi questa soluzione è perfettamente inutile).

La Sampdoria è così brutta che prima della mezz’ora Stankovic manda a scaldarsi Gabbiadini. La Cremo imperversa, ma in realtà non tira, sebbene le situazioni da gol – le occasioni sono qualcosa di diverso – non siano poche. Ci prova Okereke dopo una bella combinazione, ma sparacchia alto.

Poi, attorno alla mezz’ora, subito dopo un assurdo cartellino giallo per Sabiri che cerca il pallone, lo trova, ma trova anche la testa abbassata di un difensore, la sensazione che le cose possano cambiare si fa sentire. Al 35’, dopo una grossa mischia in area, Pussetto tira debolmente verso Carnesecchi, e al 39’ Djuricic ruba palla a Lochoshvili servendo Sabiri, che colpisce malissimo e spara alle stelle.

L’ultima occasione del tempo è della squadra di casa, con Sernicola, di testa, ma è nuovamente bravo Audero a deviare in calcio d’angolo.

Si va al riposo con un pareggio stretto ai locali e largo al Doria, con Stankovic carico quanto contrariato per quanto visto (o non visto) nella prima frazione.

Serie A 2022/23 | Cremonese-Sampdoria
Matteo Bianchetti-Francesco Caputo

C’è da chiedersi, ad esempio, cosa spinga Verre a sbagliare la partita immediatamente successiva a quella ben giocata. Con questo continuo alternare prestazioni convincenti ad altre irrilevanti, il pur talentuoso centrocampista non riesce mai ad assurgere al ruolo di colonna, di trascinatore, che le sue qualità sicuramente farebbero ipotizzare.

Sta di fatto che, al rientro, Verre non c’è, lasciando posto e ruolo a Villar, così come Murru – infortunatosi in finale di frazione – viene rilevato da Augello.

Serie A 2022/23 | Cremonese-Sampdoria
Leonardo Sernicola-David Chidozie Okereke-Gonzalo Villar Del Fraile

Stankovic sa leggere la partita, ma anche i propri uomini. La Sampdoria del secondo tempo è davvero un’altra cosa: pressa, recupera, non lascia più ripartire gli avversari, che però dispongono nei primi minuti di due eccellenti occasioni.

Al 50’ Dessers – stretto nella morsa Amione-Colley e forse poco motivato dopo l’errore dal dischetto – gira a lato un traversone basso di Valeri, e un minuto più tardi Audero è ancora una volta provvidenziale su Pickel, e sul prosieguo dell’azione la squadra di casa non trova poi la porta.

Ma, appunto, la partita sta cambiando. Anzitutto Bereszynski costringe Valeri – un fattore, nel primo tempo – a stare decisamente più basso. Poi entra Leris, che mette in campo la sua consueta foga, rilevando un timido Pussetto. E al quarto d’ora Stankovic chiude i cambi con Gabbiadini per Sabiri e Yepes per Rincon. L’unico trequartista ancora in campo è Djuricic, il migliore e il più continuo.

Adesso è la Sampdoria a pressare alto, a riconquistare la palla, ad asfissiare il centrocampo grigiorosso. Da una di queste ripartenze, al 62’, nasce l’opportunità più ghiotta per Gabbiadini, che si invola da solo sulla destra e da una posizione dalla quale solitamente è una sentenza, col suo sinistro, telefona a Carnesecchi.

Al 65’ Leris conclude altissimo da buona posizione dopo un’azione insistita, e due minuti più tardi Augello colpisce di testa un traversone da destra e sfiora di pochissimo l’incrocio dei pali.

Serie A 2022/23 | Cremonese-Sampdoria
Tommaso Augello-Leonardo Sernicola

Insomma, la Sampdoria c’è, fa la partita, e va riconosciuto che l’ingresso di Yepes Laut – iniquamente trascurato per due mesi – cambia decisamente il controllo del centrocampo, adesso saldamente in mano alla truppa di Stankovic. Né può essere trascurato il contributo di Villar, apparso più rapido di pensiero rispetto alle precedenti esibizioni.

In questo contesto matura, non del tutto inatteso, il vantaggio della Sampdoria, dove si vedono messe in pratica tutte le situazioni di cui si parlava poc’anzi. Una punizione dalla trequarti di Villar viene respinta dalla retroguardia di casa. I Doriani però sono adesso più reattivi e rimandano il pallone nella zona di Gabbiadini, che di testa fa sponda per Colley, rimasto in avanti dalla punizione precedente. Carnesecchi non ci arriva e il gambiano, di sinistro, tocca nella rete sguarnita per il vantaggio giallocerchiato.

Serie A 2022/23 | Cremonese-Sampdoria
Gol Sampdoria (0-1): Omar Colley

Una liberazione, con abbracci e festeggiamenti sotto la Sud in trasferta – un colpo d’occhio eccezionale, non esistono tifoserie così – e palla al centro.

Adesso è Alvini che corre, tardivamente, ai ripari. Quattro cambi quattro in contemporanea, ma mentre quelli di Stankovic apparivano correzioni (che, tra l’altro, hanno funzionato), questi sembrano più che altro un “tutto per tutto” disordinato, come il finale di gara, che vede – come è giusto – la Sampdoria in trincea e la Cremonese a testa bassa. Troppo. L’unico tiro arriva proprio allo scadere di un interminabile recupero con Okereke, che non trova la porta su un traversone da sinistra.

Finisce così nel tripudio per questo primo successo della stagione, primo anche per Dejan Stankovic, che vince una partita con le proprie scelte e il coraggio di cambiare gli schemi. Nel dopopartita Alvini dirà: “Gli abbiamo fatto girare la testa, al punto che hanno dovuto cambiare 27 volte modulo!”.

Sì, proprio questa è la lettura più corretta. Stankovic ha saputo cambiare ciò che non gli piaceva – e non piaceva a nessuno – e così ha vinto una partita di fondamentale importanza.

Ci permettiamo di dire che Yepes non deve, non può più uscire dalla formazione titolare. Fa cose che gli altri non fanno, governa la zona centrale con rara sagacia. E che Amione, al di là di un rigore che forse non era neanche da assegnare, ha fisico, muso buono, corsa, e non disdegna la percussione centrale.

Non è cambiato niente e la Sampdoria non ha ancora fatto niente. Ma questo tassello andava messo.

Giuseppe Viscardi

 

Tabellino Cremonese-Sampdoria 0-1 Serie A 2022-23

Cremonese (3-5-2): Carnesecchi 6; Aiwu 6, Bianchetti 6,5, Lochoshvili 5,5 (82’ Buonaiuto n.g.); Sernicola 6, Meitè 5,5 (82’ Afena-Gyan n.g.), Pickel 5,5 (81’ Castagnetti n.g.), Ascascibar 6, Valeri 6,5 (81’ Quagliata n.g.); Okereke 6, Dessers 5 (65’ Ciofani 5,5). All. Alvini 6.

Sampdoria (4-2-3-1): Audero 7; Bereszynski 6, Amione 6, Colley 6,5, Murru 6 (46’ Augello 6,5); Rincon 5,5 (60’ Yepes 6,5), Verre 5,5 (46’ Villar 6); Sabiri 5,5 (60’ Gabbiadini 6), Djuricic 6,5, Pussetto 5,5 (54’ Leris 6); Caputo 5,5. All. Stankovic 6,5.

Arbitro: Maresca (Perrotti/Garzelli – Miele – Fourneau/Colarossi): 5,5

Ammoniti: Colley 6’, Sabiri 30’, Amione 59’, Sernicola 67’, Pickel 69’, Gabbiadini 74’, Meitè 75’, Stankovic 90’.

Espulso Sakic al 90’

Caci d’angolo 5-1

Recupero 3’ e 6’

Condividi

Articoli correlati

A Palermo pagato l’approccio sbagliato. Per la Samp stagione comunque positiva

Col senno di poi, siamo tutti Guardiola e potremmo...

La Sampdoria saluta i playoff, 0-2 a Palermo

La Sampdoria esce sconfitta malamente a Palermo e dice...

Samp, credici! Blucerchiati superiori al Palermo

“Cosa andiamo a fare in serie A? Società e...

Tripletta Borini e la Samp passa anche a Catanzaro, ma resta 7°

Una tripletta di Capitan Borini permette alla Sampdoria di...

Samp a Catanzaro a caccia del sesto posto

Andrea Pirlo non è uno sprovveduto e fa benissimo...

Momento d’oro Samp, condizione atletica e infortunio Pedrola uniche macchie

Meglio non svegliare il can che dorme, procedere quatti...