Codice della strada e guida corretta: 150 studenti genovesi coinvolti con “ACI Driving Experience”

Condividi

L’Automobile Club Genova e ACI Ready2Go, in collaborazione con Polizia Stradale e 118 Liguria, hanno promosso “ACI Driving Experience”, riservato ad oltre 150 studenti delle Scuole Secondarie Superiori (Licei D’Oria e Leonardo Da Vinci, Istituto Immacolatine), che ha come obiettivo quello di sensibilizzare i ragazzi, futuri automobilisti, al rispetto delle regole del Codice della strada ed alla consapevolezza dei comportamenti corretti di guida.

Nel corso della parte teorica, svolta sul terrazzo della sede dell’Automobile Club Genova, sono stati affrontati i concetti fondamentali della Guida in Sicurezza utili a prevenire un incidente stradale: a partire dal rispetto dei limiti di velocità, della sicurezza attiva e passiva, fino ad arrivare alla necessità di mantenere sempre la massima concentrazione al volante, particolarmente apprezzato dai ragazzi il nuovo Simulatore didattico di Guida “Ready2Go” presente nelle oltre 200 autoscuole del Network ACI. In virtù della realtà virtuale, infatti, l’allievo non si trova più, semplicemente, davanti a uno schermo ma, indossando il visore VRvive la sensazione di trovarsi all’interno dell’abitacolo dell’auto, per affrontare le diverse situazioni che gli si presenteranno, guidando su strada, ogni giorno.

La parte pratica, invece, sul piazzale Kennedy, è iniziata illustrando la corretta posizione di guida, per poi affrontare lo slalom dinamico, l’utilizzo del dispositivo Abs ed alcuni esercizi su fondo a scarsa aderenza con evitamento dell’ostacolo.

Sulla base degli ultimi dati sugli incidenti stradali ACI – Istat a Genova nel 2021, si sono verificati 4.411 incidenti con 25 morti e 5.268 feriti, in confronto con il 2020 rispettivamente +26% di incidenti (erano 3.492), -22% dei morti (32 l’anno precedente) e +37% dei feriti (4.135 nel 2020). Nella classe di età fino a 29 anni, nel 2021 si sono verificati 2 decessi (1 uomo ed 1 donna, entrambi conducenti) e 1.636 feriti tra conducenti, passeggeri e pedoni (1.160 maschi e 476 femmine).

“Non solo sessione di teoria, ma esercitazioni pratiche come i ‘driving test’ nei quali istruttori qualificati insegnano a gestire in maniera corretta gli imprevisti che si potrebbero incontrare ogni giorno in città alla guida del nostro veicolo – ha sottolineato Carlo Bagnasco, presidente dell’Automobile Club Genova – sono altrettanto importanti e formative le simulazioni per la comprensione delle dinamiche di un incidente stradale”.

“Per essere efficaci nella comunicazione con i ragazzi – ha concluso Bagnasco – occorre colpire la loro emotività, solo in questo modo possiamo sperare di formare una categoria di automobilisti più avveduti e preparati”.

Condividi

Articoli correlati

8° Rally Val d’Aveto – Arzà al comando a metà gara

Partenza asciutta nel sabato pomeriggio per l’8° Rally Val...

Il Rally Val d’Aveto è pronto al via con 60 equipaggi

Hanno chiuso a quota 60 le iscrizioni per l’ottava edizione...

8° Rally Val d’Aveto: iscrizioni prorogate fino a lunedì 17 giugno

Il comitato organizzatore Lanternarally comunica ufficialmente che le iscrizioni...

Domani a La Spezia la 2°Tappa della 42° rievocazione 1000 miglia

Mercoledì 12 giugno La Spezia ospiterà la 2° tappa...

Novelli 1934: serata di “gala” per il lancio della nuova Mercedes CLE

https://www.youtube.com/watch?v=S3bWtKtz0w4 Una serata emozionante sulla terrazza di Novelli 1934,...

Sale l’attesa per l’8° Rally Val d’Aveto in programma il 22-23 giugno

Cresce, in Val d’Aveto e nelle province circostanti, l’attesa...