2-2 spettacolare tra Spezia e Cremonese

9 punti per lo Spezia di Gotti, tutti nel nido degli Aquilotti, il Picco; conquistati in 10 giornate. Quasi una perfetta media salvezza, anche se forse la caratura dell’avversaria pretendeva di provare a conquistare i 3 punti. Il bicchiere è comunque tutto pieno: la Cremonese anche se partiva ultima a parimerito con la Sampdoria e come i blucerchiati non ha ancora mai vinto in questo campionato, esattamente come i padroni di casa ha dato battaglia e spettacolo. E, parlando ancora di Sampdoria, come ha detto Claudio Ranieri al termine di un derby finito in pareggio nonostante un netto dominio del campo, “quando non riesci a vincere, meglio non perdere”. Vale anche per il primo confronto in Serie A tra Spezia e Cremonese, per entrambe le contendenti, anche se sono stati i Liguri ad andare più vicini a brindare  a una vittoria.

Gotti deve fare a meno di 3 pedine fondamentali come Recs, Bastoni e Kovalenko, e opta per coprire maggiormente la retroguardia rispetto alle ultime uscite allargandola a 4, con Amian a destra e Ampadu centrale affianco a Caldara, Nikolau esterno sinistro; Bouwar, Kiwior e Agudelo dovrebbero costituire un centrocampo di corsa e fantasia, Holm a destra, Gyasi a sinistra e Nzola centravanti chiudono il 4-3-3.

Dall’altra parte manca l’ex genoano Radu, torna Carnesecchi dopo un lungo infortunio e il portiere 22nne si rivelerà il migliore in assoluto della partita. Alvini propone un 4-2-3-1 con la trequarti Okereke, Zanimacchia, Pickel a supporto dell’aquisto di punta del mercato, Dessers, capocannoniere dell’ultima Conference League col Feyenoord ma sino a questo  momento non particolarmente brillante coi lombardi.

Fuochi d’artificio dall’inizio alla fine

Si fa però trovare prontissimo a inizio match: passa appena un minuto, Sernicola trova un varco sulla destra e crossa, il difensore centrale Lochoschvili impatta e trova Dragowski, sulla ribattuta va il bomber belga naturalizzato nigeriano.

Lo Spezia però non si scoraggia, si muove bene in contropiede negli ampi spazi lasciati da una Cremonese sin troppo arrembante, e tra il 19′ e il 22′ ribalta tutto: prima Nzola apre per Agudelo, il terzino Bianchetti pasticcia intercettando, il pallone resta comodo per la stoccata dell’angolano; poco dopo Nikolau raccogliendo con la capoccia la respinta di un corner allunga per  Holm, che infila di prepotenza giovanile da pochi passi.

Viene quindi il momento di Carnesecchi: due paratone su Gyasi, in particolare la seconda: su tiro di Nzola, l’italo-ghanese devia a sorpresa in porta mentre il portiere si stava già per buttare; è però bravissimo a invertire la direzione e a salvare il risultato.

Al 52′ però Pickel raccogliendo il cross di uno scatenato Sernicola incorna, e viene sostituito poco dopo; il suo rimpiazzo, Ascacibar, in capo a 5 minuti va un passo dal controribaltone: insidiosa conclusione morbida su cui Dragoswki deve distendersi con attenzione.

La ripresa vede una Cremonese vivace e aggressiva tirare molto più spesso, lo Spezia tirare meglio: l’occasionissima è al 34′, il subentrato Daniele Maldini non riesce ad angolare alla perfezione un cross di Amian e Carnesecchi può compiere l’ennesima paratona del suo match.

Un 2-2 che attizza le speranze salvezza di entrambe le contendenti in una lotta per non retrocedere accesissima sin dalle prime giornate del campionato.

Federico Burlando

Tabellino Spezia-Cremonese 2-2 Serie A 2022-23

Spezia (4-3-3): Dragowski; Amian, Ampadu, Caldara, Nikolaou; Bourabia, Kiwior (73′ Ekdal), Agudelo (64′ Maldini); Holm (81′ Verde), Nzola, Gyasi. Allenatore: Luca Gotti

Cremonese (4-2-3-1): Carnesecchi; Sernicola, Bianchetti, Lochoshvili (77′ Vazquez), Valeri; Meité (46′ Ascacibar), Castagnetti; Zanimacchia (59′ Felix), Pickel (59′ Quagliata), Okereke; Dessers (72′ Ciofani). Allenatore: Massimiliano Alvini

Arbitro: Manganiello

Marcatori: 2′ Dessers (C), 18′ Nzola (S), 22′ Holm (S), 51′ Pickel (C)

Ammoniti: Agudelo, Caldara (S)

 

Condividi
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.