Blessin ricorrerà ai “nuovi” per scardinare la fortezza di Ferrara? Spal molto solido in casa

Chissà che la beata abbondanza in prima linea non porti consiglio a mister Blessin. Di sicuro, le attenuanti e gli alibi sono scomparsi completamente grazie alla sosta al campionato, che ha permesso di recuperare appieno i giocatori indietro di forma. a, mai il tedesco ha potuto disporre di così numerose alternative in ogni settore, ma specialmente in avanti.

Le partite internazionali gli hanno restituito un Frendrup a segno con la Danimarca e un Puskas autore addirittura di una doppietta. Formidabili iniezioni di fiducia per i due giocatori e anche un messaggio perentorio rivolto proprio al tecnico, che è caldamente pregato da tutta la tifoseria genoana di apportare alla prima linea le necessarie, improrogabili modifiche.

Negli allenamenti infrasettimanali e nell’amichevole a ranghi ridotti di Montecarlo, mister Alexander ha rimescolato le carte effettuando alcuni esperimenti tattici destinati al successo. Tocca a lui, adesso, decidere in merito al modulo, magari accantonando per una volta i cavalli di battaglia 4-2-3-1 e 4-2-2-2 per sposare un più equilibrato 4-3-3.

Più che la disposizione in campo, tuttavia urge scegliere finalmente giocatori a trazione anteriore, dotati di tecnica superiore alla media, fantasia, propensione all’assist e soprattutto al gol. In soldoni, Coda, ancora alla ricerca del primo sigillo su azione, abbisogna di compagni che parlino il suo stesso linguaggio e non lo costringano a rinculare per poter giocare qualche pallone. Gudmundsson è tornato disponibile e, se il trainer non intenderà punirlo per quella sua leggerezza costatagli una gratuita espulsione, sarà certamente in campo. Dirimpetto a lui, ci si augura tutti che tocchi a quell’Aramu presentato come la ciliegina finale di una torta già allettante e sinora trascurato per presunti ritardi di condizione. Nel tradizionale 4-2-3-1 i due potrebbero agire fra i trequartisti alle spalle di Coda e al fianco di Portanova (favorito) o Jagiello. Nel 4-3-3, formerebbero invece con il centravanti uno stuzzicante tridente offensivo, supportato da un centrocampo formato dai soliti Badelj (acciaccato ma disponibile) e Frendrup e da uno dei sunnominati (il polacco avanti sul figlio d’arte).

Detto delle varie disposizioni in campo e degli uomini in lizza, ci si attende dal lavoro di Blessin un’altra novità, forse la più significativa: la piena consapevolezza da parte dei singoli dei movimenti da operare, ovviamente in sintonia con quelli dei compagni. In soldoni, servirebbe scorgere la traccia del gioco impostato da un allenatore che, consacrato come un maestro della fase difensiva, deve ancora convincere la nutrita falange degli scettici sul suo nei periodi di possesso palla.

Una risposta in tal senso potrebbe contare più del risultato stesso, che a volte dipende da infinite variabili, ma è chiaro che il Grifone, dovendo recuperare terreno rispetto alle due battistrada, avrebbe bisogno di un altro colpaccio esterno. Missione non impossibile pur considerando che la compagine ferrarese ha sinora raccolto 7 punti in tre gare sul terreno amico, mietendo una vittima illustre come il Cagliari. Le velleità di promozione in casa spallina sono appena abbozzate e non certo strombazzate, ma non quelle di un approdo ai playoff. La squadra biancazzurra vanta due punte ficcanti come La Mantia e Moncini ed un sontuoso regista come Salvatore Esposito, che Roberto Mancini ha già convocato in azzurro, ma il reparto difensivo ha sinora presentato più di una lacuna.

Trasferta alla portata, insomma, per la truppa rossoblù, forte di una retroguardia tra le più affidabili a prescindere da chi tra Dragusin, Bani e Vogliacco sarà prescelto in zona centrale. Stavolta, però, gli osservati speciali saranno i ragazzi in avanscoperta.

PIERLUIGI GAMBINO

 

Condividi
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.