Esordio amaro per Gamma Innovation Sarzana

E’ un Trissino davvero già in grande forma nella prima partita ufficiale contro Gamma Innovation Sarzana. Una vittoria rotonda 7-2 al Vecchio Mercato e ben cinque gol da gestire nella gara di ritorno tra sette giorni.

Abbiamo perso contro la squadra Campione d’Italia, contro una squadra dal budget altissimo, almeno 5 volte il nostro,  che si era  ulteriormente rinforzata in estate con l’arrivo di giocatori esperti come Mendez, stecca d’ora del passato campionato con la maglia del Lodi, e l’ex rossonero Joan Galbas e che non nasconde le proprie ambizioni di vincere tutto in questa stagione. Sotto 2 a 0 dopo la rete nostra del 2 a 1 abbiamo giocato molto bene e siamo stati colpiti nel nostro miglior momento, quando i blucelesti avevano perso lo smalto di inizio gara,. in seguito siamo crollati e abbiamo commesso anche errori personali che ci hanno fatto chiudere con un passivo che non rappresenta certamente quanto avremmo meritato – queste le parole a caldo del Presidente Maurizio Corona a fine gara.  Comunque sono contento della prestazione al di là del risultato perché ho visto un bel Sarzana a sprazzi. E’ importante ricordarci sempre che abbiamo una squadra per sei decimi rinnovata e dobbiamo sempre ricordare che la nostra squadra è costruita principalmente per puntare prima di tutto alla salvezza e ogni obiettivo realizzato oltre alla permanenza in serie A1 è una conquista e quella di questa sera  certamente non era la nostra partita, una partita che ci siamo meritati con la vittoria della Coppa Italia, ma che vedeva sfidarsi due formazioni sulla carta costruite per obiettivi totalmente opposti”.  Poi Corona conclude ringraziando il pubblico: “Voglio ringraziare tutto il nostro meraviglioso pubblico che questa sera ha sostenuto la squadra. A partire dalla nostra fantastica  curva,  con gli Incessanti che non hanno mai smesso di cantare e poi a tutto il pubblico della tribuna con i tifosi, i nostri atleti con i genitori. Era una partita difficilissima che purtroppo abbiamo buttato via nel finale del primo tempo. Ma il vostro calore e il vostro affetto hanno reso, però, un po’ meno amara la serata”.

Ma veniamo alla cronaca della partita il Trissino schiera dal primo minuto Joao Pinto e Malagoli in attacco e gli ex rossoneri  Ipinazar e Galbas con Zampoli a difesa della porta, Paolo De Rinaldis risponde con Corona in porta, capitan Borsi e il trio argentino Garcia, Facundo Ortiz e Bruno Alonso. Ritmo intenso fin dalle prime battute di gioco, con le due squadre a provarci da subito, e con la formazione di Alessandro Bertolucci  decisamente più intraprendente che impensierisce più volte Corona.  Al 5’59” Trissino in vantaggio grazie ad uno degli eroi di Forte dei Marmi della passata stagione, il fresco ex turno Joan Galbas che  servito da Malagoli sotto porta supera l’ex compagno di squadra Corona e porta in vantaggio i Campioni d’Italia: 0-1. Il Sarzana prova a rialzare la testa, attacca e si fa vedere dalle parti di Zampoli, ma a trovare il gol del raddoppio è il Trissino, al 9’15, con Jordi Mendez, lasciato colpevolmente libero davanti a Corona, che devia in rete uno splendido assist di Galbas.

I rossoneri  accusano il colpo, ma poi riordinano le idee, e al 13’ e 21” dimezzano lo svantaggio con un tap in di Jeronimo Garcia. Il gol trovato dà carica ai rossoneri, ma Zampoli chiude in tuffo su De Rinaldis. Al 17’ Gol del Trissino annullato per un evidente fallo di pattino di Mendez. Preme il Trissino, e al 19’ è Cocco a sfiorare il gol, ma Corona si salva in qualche modo. Il portiere ligure è decisivo pure trenta secondi dopo sull’alza e schiaccia di Mendez. Al 21’20, Mendez firma la doppietta con una carambola fortunosa. Ironia della sorte i rossoneri sono stati colpiti nel miglior momento, quando i blucelesti avevano perso lo smalto di inizio gara. Sarzana scosso e Trissino cinico che approfitta dello scoramento  dei rossoneri. Al 21’,30 Galbas, offre un assist  volante che  viene schiacciato in rete da Malagoli sul secondo palo per il poker dei Campioni d’Italia. Passa poco più di un minuto, e il Trissino approfitta di una amnesia della difesa del Sarzana, Malagoli serve a Gavioli la pallina del quinto gol di serata. Con il risultato di 5 a 1 le due squadre vanno al riposo.  Nel secondo tempo i rossoneri partono con il piglio giusto, De Rinaldis e Borsi impensieriscono Zampoli che si fa trovare pronto, ma il portiere bluceleste si deve inchinare al 6’,09” al diagonale dal limite dell’area di Festa per il 2-5. Reazione immediata del Trissino, ma Corona chiude il primo palo su tiro di Galbas, e poi sul tiro al volo di Malagoli. Attacca il Trissino, ma il Sarzana si fa pericoloso in contropiede con Zampoli che chiude su Festa e Garcia. Sul fronte opposta Corona si supera su Malagoli, Mendez e ancora su Malagoli nella stessa azione. Lo stesso Malagoli al 16’,18” sfrutta un errore in disimpegno dei rossoneri e fulmina Corona con una fucilata dal limite dell’area. Al 18’ Zampoli  si supera su una conclusione  a botta sicura di Borsi. Al 20’,56” il Trissino trova la settima rete con una magia di Ipinazar. A soli 13” dalla sirena i rossoneri si guadagnano il decimo fallo, Garcia si fa ipnotizzare da Zampoli che però anticipa il movimento, sulla ripetizione l’argentino mette la sfera al lato. Il suono della sirena mette fine alla gara che  vede il Trissino battere il Sarzana con il punteggio di 7 a 2. Con cinque gol di scarto la strada è tutta in discesa per il Trissino che dovrà confermarsi davanti al suo pubblico per alzare il suo primo trofeo stagionale.

SUPERCOPPA ITALIANA – GARA DI ANDATA

GAMMA INNOVATION H. SARZANA – G.S.H. TRISSINO = 2-7 (1-5, 1-2)

GAMMA INNOVATION H. SARZANA : Corona, Borsi (C), Garcia J, Alonso, Ortiz – De Rinaldis F, Festa, Perroni, Rispogliati, Bianchi – Allenatore Paolo De Rinaldis

G.S.H. TRISSINO: Zampoli, Malagoli, Galbas J, Ipinazar, Pinto – Cocco, Mendez, Gavioli, Schiavo, Langaro – Allenatore:  Alessandro Bertolucci

Marcatori: 1t: 5’59” Galbas J (T), 9’15” Mendez (T), 13’21” Garcia J (S), 20’11” Mendez (T), 21’30” Malagoli (T), 22’59” Gavioli (T) – 2t: 6’09” Festa (S), 16’18” Malagoli (T), 20’56” Ipinazar (T)

Arbitri: Joseph Silecchia di Giovinazzo e Alfonso Rago di Giovinazzo

Condividi