Musetti da sogno. Prima vittoria ATP ad Amburgo

HAMBURG, GERMANY - JULY 24: Lorenzo Musetti of Italy celebrates winning the Men's Single Final during day nine of the Hamburg European Open 2022 at Rothenbaum on July 24, 2022 in Hamburg, Germany. (Photo by Alexander Scheuber/Getty Images)

Impresa favolosa quella compiuta da Lorenzo Musetti. È sua la vittoria  dell’“Hamburg European Open”, torneo ATP 500 con un montepremi di 1.770.865 euro. Il Next Gen toscano, una delle colonne della squadra di A1 del Park Tennis Genova, si regala così anche un “best ranking” a ridosso dei top trenta: da lunedì salirà infatti al n.31 ATP.

Lorenzo Musetti regala al tennis italiano un dolcissimo tiramisù dopo il boccone ingoiato per la sconfitta di Matteo Berrettini. Si aggiudica la sfida del terzo millennio con Carlos Alcaraz, impresa inimmaginabile alla vigilia, in tre set 6-4 6-7 6-4 . Eccolo Lorenzo, è arrivato anche lui. Con i suoi tempi e le sue difficoltà, ma con un tennis che fa sognare.

Una giornata, quella di Amburgo, che conferma ancora una volta quanto il tennis del futuro sia in buone mani. Carlos Alcaraz, il numero 5 al mondo più giovane da Nadal nel 2005, il ragazzino che ha già battuto ogni record di precocità e non aveva mai perso nemmeno un set nelle cinque finali giocate (e vinte) in carriera si arrende così anche a Musetti dopo aver perso a Wimbledon contro Jannik Sinner, un altro esponente della generazione Zeta.

Il primo set parte con un Musetti spavaldo, per nulla intimidito dal campioncino che sta dall’altra parte della rete e che a 19 anni è già 5 al mondo. Risponde bene, si infila nelle fessure che gli lascia Alcaraz e va avanti di un break. Ma la reazione del giovane allievo di Juan Carlos Ferrero è immediata, reagisce col controbreak e sale di sicurezza. Non si spaventa Musetti, spinto dal suo box da Simone Tartarini e Umberto Rianna. Il servizio funziona alla grande, la risposta pure e nel settimo e spesso decisivo game, Lorenzo strappa ancora il servizio ad Alcaraz. Questa volta non si distrae, lotta, e consolida il vantaggio andando poi a chiudere il primo set 6-4 con un bellissimo vincente di dritto. Il secondo set si apre con Musetti ancora carico. Non vuole strafare ma ha capito come mettere in difficoltà il rivale, gli dà palle senza peso a cui non riesce ad appoggiarsi, inducendo Carlitos all’errore. È break in apertura, subito consolidato, con fermezza dall’italiano già certo del best ranking e della top 40 da domani. Si continua in equilibrio, con Lorenzo che detta il gioco, cambia angoli e traiettorie, offre palle sempre diverse al rivale e lo costringe all’errore. Capolavoro nel 7° game: tre palle del controbreak per Carlos Alcaraz che recupera con scatto felino una palla corta di Musetti. Lorenzo annulla la prima, poi anche la seconda con una bella stop volley nascosta come solo Carlitos saprebbe fare. La terza è un servizio vincente. La chance del 5-3 è una difesa eccezionale con smorzata in rete di Alcaraz, ma un errore di dritto rimette la situazione in parità. Ace! A 212 km orari. Tiene il servizio. Ma non è finita. Carlitos annulla due match point e ha la palla del controbreak. Non sbaglia, e per Musetti è tutto da rifare. Si gioca il tie break. Lorenzo da 3-1 rimonta 3-3. Minibreak di Musetti che va 5-3, poi 6-3 e Lorenzo ha di nuovo tre match point. Non conclude nemmeno questa volta e con un doppio fallo permette ad Alcaraz di giocarsi il titolo al 3°. Tiene Musetti che nel 6° game ha anche una palla break ma non riesce a concretizzarla. Sul 5-4 però, il sesto match point. Questa volta ce la fa. E’ tutto vero

Condividi
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.