Mondiali Sincro: Linda e Costanza quarte nel Libero

Era quasi una “missione impossibile” ma è stato bello poterci credere. Linda Cerruti e Costanza Ferro, più di vent’anni a nuotare ed allenarsi insieme, quinte nella finale del tecnico e di bronzo con le compagne nel combo e nel team, avevano messo nel mirino le austriache ma soprattutto volevano dimostrare alle giurie che i loro progressi erano completi. “Facciamo del nostro meglio, gareggiamo libere di testa e che vincano le migliori”.

Sono state un pochino più brave le gemelle d’Austria Anna Maria e Eirini Alexandri che hanno alzato il punteggio del preliminare (92.0667) salendo il terzo gradino del podio con 92.8000 punti. Le azzurre, che insieme all’amicizia condividono società militare e di club (Marina Militare e Rari Nantes Savona), ricevono anche loro molto di più rispetto alla prima prova alzando l’asticella da 90.5333 e 91.3333 punti (27.3 per l’esecuzione, 36.5333 per l’impressione artistica e 27.5 per le difficoltà). Non sono ancora sufficienti per mettersi al collo una medaglia mondiale ma significano un progresso sostanziale e rappresentano un buon viatico verso i campionati d’Europa di Roma2022 dove ad agosto le nostre eroine vogliono e possono essere protagoniste.

Le due medaglie d’oro vanno al collo delle gemelle cinesi Liuyi e Qianyi Wang che abbagliano e superano quota novantacinque, ottenendo 95.5667 e le due d’argento alle gemelle ucraine, nostre sorelle d’adozione, Maryna e Vladyslava Aleksiva con 94.1667 (28.0, 37.8667 e 28.3). Confermato il podio del doppio tecnico, anche nelle posizioni delle “sei gemelle”.

Le dichiarazioni delle protagoniste. “Sapevamo già che sarebbe stato difficile – comincia Costanza Ferroe alla fine possiamo ritenerci abbastanza soddisfatte dei piccoli progressi. Ci attendono altre due finali con squadra e highlight per le quali siamo molto fiduciose”.

“Dopo le qualificazioni la distanza dalle austriache era più di un punto – continua Linda Cerrutima volevamo avvicinarci il più possibile e per gli Europei di Roma 2022 vogliamo fare molto meglio. Qui ci mancano ancora due finali di squadra: nel team free siamo costrette a rincorrere per colpa di un nostro errore nel preliminare che non abbiamo nuotato come sappiamo fare veramente e dove forse siamo andate con un po’ di paura ed è anche un esercizio che non provavamo da diverso tempo; con gli highlight un’altra finale molto, molto impegnativa”.

Condividi
Nato a Genova il 7 febbraio 1984, inizia a scrivere all'età di 17 anni. E' coordinatore del portale LiguriaSport.com, autore dell'Annuario Ligure dello Sport e tra gli organizzatori del progetto Stelle nello Sport per la valorizzazione dello sport in Liguria. Collabora con RTL 102.5 ed Il Messaggero. E' autore della trasmissione "Stelle nello Sport" su PrimocanaleSport. Dal 2009 al 2012 è responsabile del settore Comunicazione della Federazione Italiana Canottaggio. Dal maggio 2013, lancia il portale CanottaggioMania.com. Dal 2009 a oggi è presidente ligure della FICSF. Dal 2009 a oggi è membro del Consiglio Regionale del Coni Liguria. Dal 2013 a oggi è membro della Giunta Regionale del Coni Liguria. Stella di Bronzo al Merito Sportivo 2017.