“Terzo Tempo”: la Junior Tim Cup contro il razzismo

Si è svolto mercoledì 27 aprile presso l’oratorio La Salle di Genova il “Terzo Tempo” del progetto Junior Tim Cup Keep Racism Out, realizzato dalla Lega Serie A e dal Centro Sportivo Italiano.

Davanti ad una sessantina fra ragazze e ragazzi  hanno parlato in modo semplice ma efficace dei temi della discriminazione, non solo nel calcio ma anche nella vita di tutti i giorni, Felice Tufano, allenatore della “Primavera”  della Sampdoria e Fabrizio Ferrari, CSR Manager del Genoa.

“Il razzismo è nella nostra società con atteggiamenti di prevaricazione ed esclusione del tutto sbagliati dei quali forse neppure sempre ci accorgiamo, lo sport, che fa parte della società, non è purtroppo immune da questa malattia. La diversità- ha detto Fabrizio Ferrari- è una forma di preconcetto che deve essere assolutamente vinta . Nello sport , che ha anche un valore educativo, ancora di più. Si deve competere con altri parametri e la diversità semmai è un confronto di culture ed esperienze per migliorarci e crescere”.

L’incontro è stato moderato da Enrico Carmagnani, presidente CSI Genova: fra gli altri relatori Padre Andrea De Caroli, Presidente APS Centro Storico Ragazzi, Carlo Maggi, Vice Presidente “Pio Istituto Negrone Durazzo Brignole” e Stefano Terrile, Vice Presidente ASD La Salle.

I ragazzi  che trascorrono pomeriggi interi sul campetto di calcio o nella palestra di questo oratorio sono di diverse nazionalità, perfettamente integrati fra di loro, e non sembra proprio che il colore della pelle sia un problema.

“Anche io da bambino giocavo a calcio all’oratorio , un ambiente di fondamentale importanza per la crescita delle donne e degli uomini di domani perché consente di stare insieme, socializzare, avere rispetto uno dell’altro. In luoghi come questi- ha detto Felice Tufano-così come nell’ambiente del calcio giovanile, si gioca, ci si diverte, si cresce tutti insieme e non può assolutamente esserci spazio per atteggiamenti che sono da condannare e stroncare sul nascere come razzismo e discriminazione”

I ragazzi dell’oratorio La Salle sono stati invitati però a “ non rovinarsi “ da grandi, a mantenere sempre questo atteggiamento di apertura mentale, a non usare parole che, anche inavvertitamente possano offendere un’altra persona.

Condividi
Nato a Genova il 7 febbraio 1984, inizia a scrivere all'età di 17 anni. E' coordinatore del portale LiguriaSport.com, autore dell'Annuario Ligure dello Sport e tra gli organizzatori del progetto Stelle nello Sport per la valorizzazione dello sport in Liguria. Collabora con RTL 102.5 ed Il Messaggero. E' autore della trasmissione "Stelle nello Sport" su PrimocanaleSport. Dal 2009 al 2012 è responsabile del settore Comunicazione della Federazione Italiana Canottaggio. Dal maggio 2013, lancia il portale CanottaggioMania.com. Dal 2009 a oggi è presidente ligure della FICSF. Dal 2009 a oggi è membro del Consiglio Regionale del Coni Liguria. Dal 2013 a oggi è membro della Giunta Regionale del Coni Liguria. Stella di Bronzo al Merito Sportivo 2017.