Playoff Scudetto: le ragazze del Bogliasco a testa altissima contro la Roma

Sconfitte ma a testa altissima. Nella gara d’andata dei quarti di finale dei play-off scudetto, disputata questa sera alla Vassallo, le ragazze del Bogliasco escono come da pronostico battute dalla Sis Roma. Ma come da promessa rendono alle capitoline la vita durissima.

Per almeno due tempi e mezzo infatti il punteggio tra la compagine più giovane del campionato e una delle più serie candidate alla vittoria del tricolore è rimasto in bilico, con le ospiti avanti ma incapaci di scrollarsi di dosso la pressione avversaria. Soltanto nella seconda parte di gara l’incontro ha preso la via di Roma, complice la fatica accumulata dalle biancazzurre in precedenza.

Finché fiato e braccia lo hanno permesso la compagine levantina non ha sfigurato affatto dinanzi ad una delle corazzate del movimento nazionale. La dimostrazione è arrivata fin dall’avvio di gara, con le bogliaschine subito avanti con Gaia Gagliardi e capaci di reagire al successivo poker romano riequilibrando l’incontro a cavallo della prima sirena grazie ad un altro squillo di Gagliardi e alla doppietta di Emma De March. La SIS ha quindi provato un nuovo allungo ma Bogliasco ha saputo tenere bene il campo, supportato anche dalle parate di Carlotta Malara e dal rigore trasformato da Giulia Cuzzupè.

Malgrado la resistenza ferrea, alla lunga l’insistenza della Roma è stata ripagata e la squadra di Capanna ha cominciato lentamente ma inesorabilmente a prendere il largo. Nel finale Bogliasco è tornato comunque a gioire grazie ai graffi di capitan Millo e della solita Gagliardi che reso meno amaro il divario e più fragorosi i sinceri applausi del pubblico della Vassallo.

“Bene per due tempi – ha commentato il tecnico ligure Mario Sinatra – quando siamo riuscite a fare il nostro gioco e a tenere testa ad un avversario fortissimo. Poi alla lunga inevitabilmente abbiamo pagato un po’ di stanchezza e di inesperienza e la loro classe è venuta fuori. Peccato per il passivo che è un po’ troppo pesante ma d’altronde questi sono i valori. Loro sono una corazzata che punta allo scudetto, noi un gruppo di giovani che vuole crescere. Ora andiamo a Roma e proviamo a ripetere quanto di buono fatto oggi”.

La sfida tra biancazzurre e giallorosse avrà infatti il suo secondo e ultimo round domenica ad Ostia, in casa SIS.

TABELLINO:

BOGLIASCO 1951-SIS ROMA 7-17

BOGLIASCO 1951: Malara , De March 2, Cavallini, Cuzzupè 1, Mauceri, G. Millo 1, Lombella, Rogondino, Paganello, Rayner, Carpaneto, Gagliardi 3, Perazzoli. All. Sinatra

SIS ROMA: Eichelberger, Cocchiere, Galardi, Avegno 2, Giustini 4, Ranalli 2, Picozzi, Tabani 6, Nardini, Di Claudio, Storai 2, La Roche 1, Brandimarte. All. Capanna

Arbitri: Bensaia e Romolini

Note. Parziali: 3-4 2-4 0-4 2-5 Nel secondo tempo Rogodino (B) fallisce un rigore (palo). Uscite per limite di falli: Picozzi (SR) nel terzo tempo, Rayner (B), Di Claudio (SR) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Bogliasco 2/6 +3 rigori, Sis Roma 6/9 + 1 rigore. Spettatori: 150.

Condividi
Nato a Genova il 7 febbraio 1984, inizia a scrivere all'età di 17 anni. E' coordinatore del portale LiguriaSport.com, autore dell'Annuario Ligure dello Sport e tra gli organizzatori del progetto Stelle nello Sport per la valorizzazione dello sport in Liguria. Collabora con RTL 102.5 ed Il Messaggero. E' autore della trasmissione "Stelle nello Sport" su PrimocanaleSport. Dal 2009 al 2012 è responsabile del settore Comunicazione della Federazione Italiana Canottaggio. Dal maggio 2013, lancia il portale CanottaggioMania.com. Dal 2009 a oggi è presidente ligure della FICSF. Dal 2009 a oggi è membro del Consiglio Regionale del Coni Liguria. Dal 2013 a oggi è membro della Giunta Regionale del Coni Liguria. Stella di Bronzo al Merito Sportivo 2017.