Gamma Innovation Sarzana: vittoria senza passaggio del turno contro Grosseto

Il miracolo non c’è statoGamma Innovation Sarzana, pur battendo l’ Edilfox Grasseto 4-2 alla pista “Parri“ di via Mercurio, esce di scena ai preliminari playoff. I rossoneri danno così l’addio alla fase finale del campionato, quella che assegnerà lo scudetto Tricolore 2021-2022.

Un addio amaro dopo aver conquistato la storica Coppa Italia nella finale di Forte dei Marmi. Il quintetto ligure ha compromesso largamente la qualificazione nella partita di mercoledì al Vecchio Mercato dove, un sorprendente Grosseto aveva messo in ginocchio la squadra di Mirko Bertolucci espugnando la pista sarzanese con un netto 8-3.

Purtroppo la partita giocata dopo 48 ore appena dalla storica conquista della Coppa Italia ha trovato un Sarzana ancora affaticato sia fisicamente  che mentalmente contro un Grosseto decisamente più fresco e riposato.  Nel ritorno i maremmani hanno badato a controllare la partita avendo in loro favore un divario di reti nettissimo. Ed in effetti, dopo un primo tempo combattuto, terminato 2 a 2, i biancorossi hanno badato a contenere le offensive del Sarzana capitolando altre due volte.

I complimenti ai ragazzi di Federico Paghi che sfideranno l’Amatori Lodi nei quarti di finale. Ottima la partita di Simone Corona che ha sfoggiato una serie di buoni interventi parando tre tiri diretti. Il Presidente Maurizio Corona accetta il verdetto della pista e a fine gara dichiara “Abbiamo pagato in gara uno la troppa vicinanza alla finalissima di Coppa Italia era umano non riuscire a resettare la testa e il Grosseto è stato bravo ad approfittarne, in Maremma abbiamo dimostrato tutto il nostro valore andando a vincere in una pista non facile ma ribaltare il risultato dell’andata era un’impresa improba” Sono orgoglioso del comportamento dei miei ragazzi – continua il Presidente –  hanno dato tutto quello che avevano per uscire da Grosseto con una vittoria. La vittoria è tutta loro e del mister Mirko Bertolucci, sono contento di questa prova d’orgoglio è comunque il frutto di una squadra che ha voluto reagire a quel brutto passo falso di mercoledì.  Volevo ringraziare i cinque eroici Incessanti – conclude il Presidente – che sono arrivati a Grosseto e, nonostante il numero esiguo , non hanno mai smesso di cantare, sono stati anche loro gli artefici di questa vittoria, sono rimasti al nostro fianco per tutta la gara e ci hanno condotto  per mano alla vittoria”.

Ma veniamo alla gara, l’allenatore Federico Paghi schiera il suo starting-five titolare, con Mario Rodriguez assieme a Paghi sulla linea difensiva in attacco Mount e Saavedra con Menichetti a difesa della porta, con a disposizione Nacevich, Franchi, Cabella, Biancucci e il secondo portiere Sassetti. Mirko Bertolucci risponde con Corona tra i pali, Joan Galbas, Pol Galbas, Najera e Rossi in più la vecchia guardia Davide Borsi e Francesco De Rinaldis e il giovanissimo Angeletti con Bianchi vice di Corona. Ma veniamo alla cronaca grossettani che fin dalle prime battute tengono in mano il bandolo della matassa, attaccando senza prestare il fianco agli ospiti. La gara si scalda al 8’,05: Joan Galbas con una bella azione personale entra in area e fa secco Menichetti. Il Circolo Pattinatori impiega però otto secondi per pareggiare grazie ad una bella combinazione tra Nacevich e Mount, con quest’ultimo che supera Corona. Al 13’48” il Grosseto passa in vantaggio con Franchi, che da due passi mette in rete su un delizioso assist dalla destra di Saavedra. A 7 minuti dalla fine il Gamma va vicino al pareggio, con il tiro di De Rinaldis che sbatte sul palo e torna in campo. Il Circolo Pattinatori è però padrone della pista, Corona si supera in diverse occasioni e i rossoneri riescono con Najera, a sette decimi dalla sirena a trovare il pareggio e andare al riposo con il punteggio 2-2.

Nella ripresa Sarzana parte all’assalto,  ma la difesa grossetana non molla di un centimetro, anzi è l’Edilfox crea ancora diverse occasioni sfruttando al meglio le ripartenze.  All’8’,22  espulsione di Francesco De Rinaldis per un fallo su Saavedra e tiro diretto affidato a Stefano Paghi ma la sua battuta sbatte sul palo. In superiorità numerica susseguente Rodriguez sciupa una bella opportunità. Al 10’ decimo fallo dei rossoneri, dai 7 metri e 40 Mount manda alto di un soffio un tiro diretto. Al 14’ e 58” Pol Galbas ridà fiato alle speranze dei vincitori della Coppa Italia con una conclusione da centro pista che si infila alle spalle di Menichetti, ma il Grosseto non rischia nulla ed è in totale controllo del match. A 2’,29” dal suono della sirena finale, quindicesimo fallo del Sarzana, va alla battuta  Saavedra ma Corona si esalta e para e poi si supera sull’alza e schiaccia dell’italo argentino. Najera firma la doppietta personale a 42 secondi dalla fine il Grosseto non ci sta e lo stesso Najera commette fallo a 5 secondi dalla fine su Nacevich. Va alla battuta Cabella che potrebbe accorciare ma Corona ferma la punizione diretta  e la ribattuta successiva.

Il suono della sirena finale sancisce la vittoria della formazione ligure con il punteggio di 4 a 2. Ora sabato 30 aprile e sabato 7 maggio finalina per il nono posto con la sfida con il Montebello. Poi la testa all’ Eurolega quando il 14-15 maggio i rossoneri saranno impegnati nella finale europea di Eurolega, pronti  di nuovo a sorprendere tutti.

Condividi
Nato a Genova il 7 febbraio 1984, inizia a scrivere all'età di 17 anni. E' coordinatore del portale LiguriaSport.com, autore dell'Annuario Ligure dello Sport e tra gli organizzatori del progetto Stelle nello Sport per la valorizzazione dello sport in Liguria. Collabora con RTL 102.5 ed Il Messaggero. E' autore della trasmissione "Stelle nello Sport" su PrimocanaleSport. Dal 2009 al 2012 è responsabile del settore Comunicazione della Federazione Italiana Canottaggio. Dal maggio 2013, lancia il portale CanottaggioMania.com. Dal 2009 a oggi è presidente ligure della FICSF. Dal 2009 a oggi è membro del Consiglio Regionale del Coni Liguria. Dal 2013 a oggi è membro della Giunta Regionale del Coni Liguria. Stella di Bronzo al Merito Sportivo 2017.