Toro solido e doppietta Lukic, lo Spezia accorcia su rigore al 96′

Lo Spezia ha di fatto raggiunto la salvezza con svariate giornate d’anticipo, ma a livello di volontà non rinuncia a onorare il campionato, soprattutto contro un’altra squadra senza obiettivi di classifica come il Torino. Contro i Granata però non basta il semplice impegno: la squadra dell’ex genoano Juric è organizzata, fisica e dispone di alcune individualità importanti, ingranaggi che spiccano in un meccanismo perfettamente oliato. Lo Spezia è rimasto completamente schiacciato da tale complesso.

Nonostante siano andati subito sotto, i ragazzi di Thiago Motto invece che di pareggiare si sono preoccupati soprattutto  chiudere gli spazi per impedire agli avversari di concretizzare il netto dominio in occasioni troppo nette. Una missione riuscita a metà: i padroni di casa hanno comunque tirato spesso verso Provedel nella prima frazione, e hanno placato la loro furia agonistica solo nella ripresa. In compenso i possessi palla dei Liguri sono stati decisamente sterili, e non ci sono state nemmeno intuizioni di singoli a supportare una manovra mai decollata.

Formazioni iniziali

Thiago Motta, come all’andata, si schiera con un 3-4-2-1 speculare a quello dell’amico Juric. compagno di reparto nella storica annata di grazia per il Grifone Gasperiniano 2008-09. Hristov completa il terzetto difensivo con Erlic e Nikolaou mentre a centrocampo accanto a Kiwior  l’ucraino Kovalenko affiancato da Gyasi e Agudelo, con le consuete funzioni ibride, un po’ trequartisti, un po’ falsi nueve, a sostegno Manaj in avanti. Ai lati Amian e Ferrer.

3-4-2-1 anche per il Pirata di Spalato, con tante novità rispetto al precedente incontro con la Lazio.  Esordio dal 1′ per Demba Seck, arrivato a gennaio dalla Spal, con lui tornano titolari i due ex rossoblù Sanabria e Pjaca. Tra i passati genoani -una vera e propria rimpatriata!- si accomoda in panchina Mandragora, mentre è un ex Spezia a partire titolare, Ricci, col futuro uomo della partita Lukic.

TORINO (3-4-2-1) Milinkovic Savic; Zima, Bremer, Rodriguez; Singo, Lukic, Ricci, Vojvoda; Seck, Pjaca; Sanabria. All. Juric

SPEZIA (3-4-2-1) Provedel; Hristov, Erlic, Nikolaou; Amian, Kiwior, Kovalenko, Ferrer; Agudelo, Gyasi; Manaj. All. Thiago Motta

Subito Lukic dal dischetto, poi controllo Granata

La partita è stata indirizzata subito al 2′ da un’imbucata di uno scatenato Lukic per Sanabria, atterrato da Erlic in area. Dal dischetto va il regista serbo, 1-0 e partita in discesa.

Tutto il primo terzo di incontro è un susseguirsi di affondi piemontesi che però non sfociano nell’occasionissima che fa sussultare il pubblico ed eventualmente strappare i capelli. Ad esempio, al 12′ un triangolo Seck-Pjaca si risolve in una conclusione molto debole da discreta posizione da parte del primo, che al 21′ prova a rifarsi impegnando più seriamente il numero uno spezzino. Appena un minuto dopo un colpo di testa di Singo trova solo l’esterno della rete.

Più rilevanti le occasion attorno alla mezz’ora: al 29′ Pjaca è servito alla perfezione da uno scarico all’indietro di Lukic, è fortunato Erlic a deviare quanto basta la conclusione da altezza dischetto da mandarla sul palo; due minuti dopo il vicecampione del Mondo solo contro Provedel viene ostacolato dall’eccellente uscita del portiere.

Il primo vero spunto dello Spezia arriva solo al 41′: Amian immette in area per Manaj che, dopo un velo di Agudelo, non riesce a impattare per una pronta uscita di Milinkovic Savic.

In apertura di ripresa i padroni di casa ci provacchiano con un paio di piazzati, ma è il Torino a sfiorare il gol, con Sanabria che al 56′ vede il suo tocco sotto sbattere su un Provedel dai riflessi felini.

Al 68′ Lukic chiude i giochi, abile a raccogliere una respinta corta della retroguardia bianca su un calcio d’angolo.

Al 95′ la rete della bandiera: fallo di Djdji su Manaj in area, passaggio dal Var, si apre e chiude tutto con un rigore insaccato: va proprio l’albanese in prestito dal Barcellona e regala almeno una mezza gioia al pubblico del Golfo dei Poeti.

Federico Burlando

Tabellino Spezia-Torino 2-1Serie A 2021-22

TORINO (3-4-2-1): Milinkovic-Savic; Zima, Bremer (31′ st Djidji), Rodriguez (1′ st Buongiorno); Singo (40′ st Ansaldi), Lukic, Ricci, Vojvoda; Seck (17′ st Praet), Pjaca (16′ st Brekalo); Sanabria. A disposizione: Berisha, Gemello, Aina, Mandragora, Pellegri, Linetty, Anton. Allenatore: Juric.

SPEZIA (4-3-1-2): Provedel; Amian, Erlic (1′ st Antiste), Nikolaou, Hristov; Ferrer (25′ st Strelec), Kiwior, Kovalenko; Agudelo; Manaj, Gyasi. A disposizione: Zoet, Zovko, Bourabia, Sala, Verde, Bastoni, Salcedo, Sher, Nguiamba, Bertola. Allenatore: Motta.

ARBITRO: Ghersini

MARCATORI: 4′ pt Lukic (T, su rig.), 24′ st Lukic (T), 52′ st Manaj (S, su rig.)

NOTE: Ammoniti: Erlic, Nikolau (S). Recupero: 0′ pt, 7′ st.

 

 

 

 

 

Condividi
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.