Belgrado: Fognini in semifinale

Fabio Fognini (GettyImages)
Fabio Fognini (GettyImages)

Nonostante il forte vento e un inizio non proprio incoraggiante è uscito fuori alla distanza archiviando la pratica senza complicarsi eccessivamente la vita. Così Fabio Fognini è approdato al penultimo atto del “Serbia Open”, ATP 250 con un montepremi di 534.555 euro in corso sulla terra rossa del Novak Tennis Center (l’impianto dove si allena regolarmente il numero uno del mondo) di Belgrado.

Nei quarti il 34enne di Arma di Taggia, n.62 del ranking e sesto favorito del seeding, dopo essersi aggiudicato in rimonta il derby contro Marco Cecchinato, n.108 ATP, ed aver lasciato cinque giochi allo sloveno Aljaz Bedene, n.164 ATP, in gara con il ranking protetto, ha battuto 75 64, in poco meno di un’ora e tre quarti di gioco, il tedesco Oscar Otte, n.67 ATP, che al secondo turno aveva eliminato il russo Aslan Karatsev, n.30 del ranking e quarto favorito del seeding.

Tra il ligure ed il 28enne di Colonia non c’erano sono precedenti. Fabio è partito male, nonostante una palla-break avuta nel primo game (durato 14 punti): nervoso e contatto, l’azzurro è stato tradito in più di un’occasione dal diritto e a farne le spese è stata la malcapitata racchetta (insieme alle nocche delle mani…), mentre Otte ne ha approfittato per salire 3-0. Fognini è riuscito ad entrare nel match (3-1) e nel quinto gioco ha mancato una chance per il contro-break spedendo fuori uno smash a dirla tutta abbastanza complicato (4-1) anche a causa delle raffiche di vento. Nel nono game, però, Fabio, dopo aver annullato due set-point, alla terza palla utile ha messo a segno il contro-break grazie ad una gran risposta (5-4), e poco dopo ha riagguantato il suo avversario (5-5). Con il quarto gioco consecutivo il 34enne di Arma di Taggia è passato in vantaggio (6-5) e con il quinto ha archiviato il primo set per 7-5.

In avvio di seconda frazione Fognini ha allungato a sette la striscia di game vinti consecutivamente (2-0) ma Otte si è rimesso subito in pari (2-2). Nel settimo gioco il ligure si è ripreso il break di vantaggio (4-3): in quello successivo ha recuperato da 15-40 salendo 5-3 e poi ha chiuso 6-4 con una prima esterna.

Per Fabio due ace (e nessun doppio fallo), il 65% di prime in campo con il quale ha conquistato il 64% dei punti e un eccellente 67% di punti vinti anche con la seconda. Da segnalare poi il 70% dei punti ottenuti rispondendo alla seconda di servizio di Otte.

Sabato in semifinale – la 41esima per lui in carriera, la seconda in questo 2022 (dopo quella raggiunta nel “500” di Rio de Janeiro – Fognini attende il vincente del match tra il giapponese Taro Daniel, n.104 del ranking, proveniente dalle qualificazioni, ed il russo Andrey Rublev, n.8 ATP e secondo favorito del seeding.

Condividi
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.