Cestistica Spezzina, che peccato! In Coppa Italia la spunta Castelnuovo Scriva 63-67

Un’indomabile Cestistica non riesce nell’impresa di accedere alle semifinali di Coppa Italia: al PalaBenedetti di Udine è Castelnuovo Scrivia a passare 63-67. Un vero peccato perché le bianconere erano riuscite ad andare all’intervallo lungo sul +17 grazie ad una prova di altissima qualità fatta di tanta intensità e buon basket, gestendo bene il rientro delle piemontesi nel terzo quarto. Fatali gli ultimi dieci minuti, in cui le spezzine hanno accusato un blackout che poi, è costato la partita. Non bastano tre giocatrici in doppia cifra: N’Guessan con 14 poi Templari e Castellani con 13. La Cestistica tornerà così con la testa al campionato, in vista della sfida con Patti del prossimo weekend.

La Partita

Il canestro inaugurale lo segna Castelnuovo con Ravelli, a cui risponde Castellani con palleggio-arresto-tiro. Le piemontesi poi allungano sul +4 col contributo di Rulli, prima che la Cestistica registri la difesa e piazzi un 7-0 veloce che porta avanti le bianconere sul 12-9. L’intensità delle spezzine, però, è altissima: arriva così un altro parziale di 9-2 che permette il primo allungo della gara (21-15). Nel finale di periodo Colli ricuce e si va al riposo sul 25-20 per le ragazze di coach Corsolini. La seconda frazione è tutta di matrice bianconera: Castelnuovo segna solo cinque punti, bloccata dalla difesa asfissiante della Cestistica, che mette pressione sulle piemontesi e trova anche ritmo in attacco. Arriva così il 13-0 che permette alle liguri di andare all’intervallo lungo in vantaggio sul 42-25.

La ripresa comincia con una Castelnuovo Scrivia furiosa: 0-8 del duo Bonasia-Ravelli e piemontesi che tornano sotto con distacco in singola cifra (42-33). Da qui il punteggio è un elastico, con le due squadre che danno vita ad un botta e risposta continuo. L’Autosped prova ad avvicinarsi ma le bianconere sono brave a resistere e riescono a mantenere un discreto vantaggio. Nel finale di periodo, però Castelnuovo ricuce con un 4-0 di Bonasia e Rulli, per il 53-44 con cui si va all’ultima pausa. I successivi 6 minuti, però, sono un incubo per la Cestistica: le piemontesi trovano un’intensità sopita fino a quel momento e piazzano un break di 4-20 che manda in blackout le liguri. Arriva così il sorpasso dell’Autosped, che va addirittura sul +7 (57-64) con tre minuti ancora sul cronometro. La Spezia però non demorde e, con un controparziale di 6-0 firmato dal duo Castellani-N’Guessan, arriva fino al -1 (63-64), anche se la play/guardia bianconera fa solo 1/2 dalla lunetta lasciando un punto di vantaggio a Castelnuovo, che successivamente fa 1/2 con De Pasquale, ma sul secondo tiro libero è determinante il rimbalzo offensivo di Gatti che regala un altro giro in lunetta a Gatti per chiudere la partita sul 63-67.

CESTISTICA SPEZZINA 63-67 AUTOSPED CASTELNUOVO SCRIVIA (25-20, 42-25, 53-44)

LA SPEZIA: Colognesi 7, Templari 13, Zolfanelli 7, Serpellini, Castellani 13, Pini 7, N’Guessan 14, Meriggi ne, Guzzoni 2, Guerrieri ne, Ratti ne, Amadei ne. ALL: Corsolini.

CASTELNUOVO SCRIVIA: Ravelli 7, D’Angelo 5, Rulli 23, Bonasia 14, Castagna ne, De Pasquale 6, Colli 6, Bernetti, Bonvecchio 1, Cassani ne, Francia ne, Gatti 5. ALL: Balduzzi.

Ufficio Stampa Cestistica Spezzina 

Condividi
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.