Spezia-Salernitana 2-2, tutto nel primo tempo, due rigori rispondono a due punizioni di Verde

Dopo le imprese mirabolanti contro Napoli e Milan, le vittorie nei derby salvezza regionali, arriva per lo Spezia un punto utilissimo per restare in Serie A contro la Cenerentola d’Italia, quella Salernitana che non si sapeva se sarebbe riuscita a iscriversi e che sino ad ora ha dovuto affrontare persino più avversità degli Aquilotti. Due squadre che hanno dovuto affrontare ogni genere di sfida negli ultimi anni, ma ora sono i Liguri a essere usciti indenni dal turbinio degli eventi e poter godere di un punto, mentre i campani, sebbene il pareggio abbia riflesso l’equilibrio che ha regnato in campo, hanno perso un’ottima occasione per recuperare, o non far allungare ulteriormente, il distacco dall’ultimo posto. La sfida contro il Genoa di domenica prossima assume per entrambe i connotati del Dentro o Fuori. Con il rapace Spezia che può permettersi di osservare beato e annidato sui suoi 26 punti.

Succede tutto nella prima frazione: già al 3′ è spettacolo, Ribery si conquista un calcio di punizione dal limite, lo batte il nuovo acquisto Verdi e con un calcio a giro fa scoppiare di gioia l’Arechi.

L’Undici di Thiago Motta però è abituato a fronteggiare situazioni anche più difficili e si getta subito in avanti alla ricerca del pareggio. Che arriva presto: al 11′ Fazio calcia Erlic in area, Var, Calcio di Rigore:  Manaj insacca.

La partita ha i ritmi di un thriller, un po’ anche perché tra punizioni e rigori la storia la tirano avanti gli abbattuti: al 15′ Amian atterra un pimpante Castanos, dalla distante punizione va ancora Verdi e batte ancora una traiettoria semplicemente imparabile per Provedel.

Ci potrebbe essere una prima per il calcio italiano, notevole per gli amanti delle statistiche bislacche: singolare e plurale di un comune aggettivo che vanno assieme in rete! Se ne vedono proprio di tutti i colori e di tutte le variazioni quando giocano i Bianchi del Golfo dei Poeti. Ci sarà infatti tempo per filosofeggiare sulle scale cromatiche nella ripresa, bloccatissima salvo 3 lampi granata. Prima però non si può rifiatare: Verde prova a eguagliare balisticamente il suo quasi omonimo, prima va vicino al gol con una conclusione da fuori e poi al 30′ su punizione trova la mano di Mousset. Va proprio lui dal dischetto, spiazza Sepe e Verde pareggia Verdi.

Al 48′ della seconda frazione Castanos liscia un assist al bacio di Mazzocchi, al 64′ una sua diagonale a sorpresa si spegne a pochi centimetri dal palo, mentre al 89′ Nikolau frapponendosi sulla linea di porta respinge tra la rete e il pallone respinge due conclusioni ravvicinate in mischia. La ripresa è tutta qua.

Al triplice fischio i Bianchi vedono roseo, per i Granata che già la vedevano nera è stata una serata in chiaroscuro che comunque regala lampi di luce e speranza. Alla fine il pallone è più rotondo di una tavolozza e gira che ti rigira insegna che come nell’Arte ci può sempre essere l’occasione per stupire.

Federico Burlando

 

SALERNITANA (4-3-2-1): Sepe; Ranieri, Fazio, Dragusin, Mazzocchi (36′ st Gyomber); Kastanos (20′ st Perotti), Radovanovic, Coulibaly L.; Verdi (20′ st Bohinen), Ribery (31′ st Mikael), Mousset (1′ st Djuric). A disp.: Belec, Kechrida, Gyomber, Gagliolo, Zortea, Bohinen, Ederson, Obi, Jaroszynski, Perotti, Mikael, Djuric. All. Stefano Colantuono

SPEZIA (3-5-2): Provedel; Amian, Erlic, Nikolau; Gyasi, Sala (23′ st Agudelo), Kiwior, Maggiore, Reca; Verde (23′ st Nguiamba), Manaj (32′ st Nzola). A disp.: Zoet, Zovko, Ferrer, Hristov, Antiste, Agudelo, Kovalenko, Bourabia, Bertola, Strelec, Nzola, Salcedo. All. Thiago Motta

Arbitro: Paolo Valeri di Roma

Reti: 3′ pt Verdi, 11′ pt Manaj, 16′ pt Verdi, 29′ st Verde

Ammonizioni: 15′ pt Amian, 30′ pt Mousset, 8′ st Fazio, 43′ st Kiwior, 45′ 2′ st Nguiamba

Recupero: 5′ pt, 3′ st

 

 

 

 

Condividi
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.