“Pillole di Movimento”: un progetto per l’incremento dell’attività fisica

Anche Genova sarà tra le città coinvolte in “Pillole di Movimento”, campagna
nazionale Uisp-Unione Italiana Sport Per tutti di contrasto alla sedentarietà e di
promozione della cultura del movimento, che vede protagonisti 31 Comitati Uisp e
da gennaio coinvolgerà oltre 235 Comuni italiani e 370 tra associazioni e società
sportive dilettantistiche.

Il progetto è finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per lo Sport nell’ambito del Bando EPS 2020 e attraverso la collaborazione con le farmacie dei circuiti Gruppo Lloyds e Federfarma provinciali, partner del progetto, verranno distribuite 480.000 confezioni di “Pillole di movimento”.

Le confezioni di “Pillole di movimento” che verranno distribuite in tutta Italia, contengono coupon gratuiti che permetteranno di scegliere tra una rosa di oltre 1200 attività sportive e motorie promosse in tutta Italia. Ovvero, il bugiardino contenuto nella scatola, molto simile a quella di un farmaco da banco, consente di poter usufruire di un mese gratuito di attività fisica e verrà consegnato dal farmacista, così come un qualsiasi medicinale.

Lodo Guenzi, attore e cantante nella band Lo Stato Sociale, è il testimonial nazionale della campagna ed ha realizzato uno spot promozionale.

STORIA E OBIETTIVI DEL PROGETTO – Il progetto è nato a Bologna nel 2011, grazie ad una rete molto capillare creatasi tra UISp, le aziende Asl e le farmacie coinvolte. Un’idea vincente e assolutamente innovativa, che si è affermata nel territorio e che grazie a questo progetto nazionale verrà lanciata per la prima volta a livello nazionale.

Un progetto urgente per andare a contrastare i numeri che ci indicano un crescente tasso di sedentarietà nel nostro Paese, accresciuto ancor più dalla pandemia. Se è statisticamente provato che all’aumentare dell’età aumenti la percentuale di persone sedentarie, in Italia è il 36,6% della popolazione (dati Epicentro) a non svolgere regolarmente attività fisica. Spesso per motivi di salute o di età, ma frequentemente anche per ragioni economiche.

Il progetto UISP “Pillole di Movimento” mira proprio a questo, ad abbattere con una formula semplice e diretta le barriere che spesso ci dividono dallo svolgere attività fisica. Progetto partito da Bologna undici anni fa, oggi raggiunge un respiro nazionale in 31 Comitati territoriali della stessa UISP che andranno a coinvolgere 370 Società e Associazioni Sportive Dilettantistiche (estese su 235 Comuni e Aree Metropolitane). In tutta Italia verranno distribuite 480mila confezioni di Pillole di Movimento su un’estensione di territorio che toccherà 235 Comuni italiani. I Comitati UISP liguri di Genova e La Spezia aderiranno al Progetto Pillole di Movimento partendo da un dato, quello che vede la Liguria nona per tasso di sedentarietà in Italia, seppur con una percentuale più bassa della media nazionale.

“Pillole di Movimento è un’esperienza avviata nel 2011 e da buona pratica territoriale, oggi diventa campagna nazionale – ha spiegato alla presentazione nazionale del Progetto presso Palazzo D’Accursio, a Bologna, il Presidente UISP Nazionale, Tiziano PesceSi configura come una campagna di comunicazione e contrasto alla sedentarietà incentivando princìpi di vita attiva. Dobbiamo superare indici di sedentarietà molto negativi nel nostro Paese e dobbiamo farlo con la fiducia e con l’ottimismo di superare prima possibile questa pandemia. In questo momento diviene fondamentale la condivisione delle azioni progettuali, nonché il finanziamento di questa progetto dal Dipartimento dello Sport. E anche Federfarma ci supporterà, assieme agli interlocutori della sanità pubblica”.

Le istituzioni, a partire dal Dipartimento dello Sport del Governo presieduto da Michele Sciscioli, hanno risposto presente sostenendo Pillole di Movimento. “Ringrazio UISP perché un progetto come Pillole di Movimento non risponde solo alle esigenze specifiche della crisi pandemica, ma aumenta anche l’accesso alla pratica sportiva promuovendo le pari opportunità, contrastando ogni forma di discriminazione e incentivando la partecipazione attiva. Il Governo ha investito 10 milioni per progetti di questa tipologia nell’anno 2021, e continuerà a farlo anche nel 2022, e questo perché tutto il mondo dell’associazionismo sportivo è stato messo in difficoltà dalla pandemia”.

LA CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE – Nella giornata di mercoledì 2 febbraio 2022 si è tenuta la conferenza stampa di presentazione del Progetto Pillole di Movimento sul territorio di Genova e della Liguria. La conferenza stampa, tenutasi presso il Centro formazione UISP con sede in Piazza Campetto 7, ha visto la partecipazione di:
– Dott.ssa Lucia Zucca, Consiglio Direttivo Federfarma Genova
– Tommaso Bisio, Presidente Regionale UISP
– Attilio Venturelli, Presidente Territoriale UISP di Genova
– Diana Battistini, Presidente Territoriale UISP di La Spezia
– Stefano Anzalone, Consigliere Comunale delegato alla Promozione dell’Attività Sportiva

“Parliamo di un progetto promosso dalla UISP Nazionale, sostenuto dal Consiglio dei Ministri attraverso il Dipartimento per lo Sport e organizzato grazie al fondamentale supporto di due organizzazioni che coordinano le farmacie: Federfarma e Lloyds Farmacie – ha dichiarato in apertura Tommaso Bisio, Presidente Regionale UISP – Pillole di Movimento vive dell’impegno delle associazioni di base UISP coi loro spazi, le loro competenze, i loro tecnici. Il tutto per mettere a disposizione di tutti coloro che ne faranno richiesta un mese di attività gratuita, offerta dal progetto stesso”.

“Il percorso nazionale di questo progetto nasce in un periodo antecedente alla pandemia – ha precisato ancora Bisio – La sedentarietà è causa di molte patologie e questa pandemia ha acuita tale situazione, coi lockdown più o meno locali che hanno costretto a un fermo forzato. Questa iniziativa, quindi, assume oggi ancora maggiore rilevanza. Ci auguriamo che coinvolga le persone più giovani e anche quelle meno giovani e più fragili, che risentono, oltre che dell’inattività fisica, anche di un isolamento sociale dettato da questa condizione. Sappiamo che sport, al di là di benessere fisico e salute, significa anche
socializzazione. Il fatto di stare con altre persone, anche solo un paio di volte a settimana, trovando un impegno costante nel tempo, aiuta a saldare nuovi rapporti di amicizia. Rapporti che aiutano a vivere meglio”.

“In una regione come la nostra, e con la conformazione della nostra città di Genova, siamo in presenza di tantissimi nuclei familiari composti soprattutto da anziani – ha concluso Tommaso Bisio – e se pensiamo a come sono configurati i nostri centri storici, ci sono tantissime persone che vivono pressoché isolate, senza riuscire a uscire di casa. Questo progetto ha proprio lo scopo di consentire alle persone, soprattutto quelle meno giovani, di mantenere quella attività di base che assicura azioni di mobilità banali, ma che non lo sono affatto. Salire le scale, fare qualche passo un pochino più veloce, aspetti che a un certo punto delle nostre vite diventano fondamentali”.

“Le parole di Tommaso Bisio hanno sottolineato l’importanza dell’attività fisica per
tutte le età, ma soprattutto nelle persone più fragili – ha proseguito Diana Battistini, Presidente UISP La Spezia – Abbiamo di fronte fragilità che non sempre sono date dall’età, ma anche dal momento che stiamo vivendo. UISP è sempre attenta non solo all’attività fisica, ma anche a tutto ciò che sta dietro: il frequentare persone, luoghi, riuscendo a vivere la giornata in maniera migliore. Quando si parla di sedentarietà, si parla soprattutto di sedentarietà mentale ed è importante la promozione di questo progetto Pillole di Movimento”.

“Siamo molto felici di sostenere il progetto “Pillole di Movimento” proposto dalla UISP – ha dichiarato Stefano Anzalone, Consigliere Comunale delegato alla Promozione dell’Attività Sportiva – La sua formula innovativa che va oltre la proposta di contrastare la sedentarietà, sempre più in crescita a causa della situazione pandemica, la rende più che mai un’iniziativa lodevole. Ringrazio personalmente tutti i soggetti coinvolti in questa particolare, quanto importante, offerta di sviluppo gratuito dell’attività fisica. Lo sport è stata una categoria colpita duramente dalla pandemia, che ha danneggiato coloro che fanno attività motoria. Pillole di Movimento è invece una iniziativa che dà l’opportunità, anche se solo per un mese, di avvicinarsi a questo mondo”.

“A Uisp va il mio plauso per questo progetto che ha un grande valore sociale – ha evidenziato con una nota Ilaria Cavo, Assessore alle Politiche sociali di Regione
Liguria – Crediamo molto nei principi dello sport di base e inclusivo e da tempo Regione Liguria lavora anche con UISP per progettualità che si muovono in questa direzione. Penso al patto di sussidiarietà per i disabili, ma soprattutto al patto di sussidiarietà per lo sport inclusivo che mette in primo piano il benessere e l’inclusione sociale oltre alla promozione di abitudini sane e corrette. Principi che animano anche questa iniziativa di Uisp con il contrasto alla sedentarietà che le ‘pillole’ propongono”.

Il progetto Pillole di Movimento ha due importanti partner locali a livello di Associazioni sportive: Sisport, che gestisce il Palazzetto dello Sport di Piazza delle Erbe a Genova, e Danza Luccoli 23, associazione specifica di danza che è situata nell’omonima via Luccoli. In Liguria il Progetto Pillole di Movimento potrà contare, inoltre, sulla proficua collaborazione di Stelle nello Sport per una più ampia divulgazione in tutto il mondo sportivo e scolastico coinvolto nel progetto, giunto alla 23esima edizione.

L’ELENCO DELLE FARMACIE ADERENTI – Per ogni altra informazione legata alle attività che si potranno svolgere attraverso il progetto Pillole di Movimento è possibile consultare anche il sito
https://pilloledimovimento.uisp.it/

Condividi
Nato a Genova il 7 febbraio 1984, inizia a scrivere all'età di 17 anni. E' coordinatore del portale LiguriaSport.com, autore dell'Annuario Ligure dello Sport e tra gli organizzatori del progetto Stelle nello Sport per la valorizzazione dello sport in Liguria. Collabora con RTL 102.5 ed Il Messaggero. E' autore della trasmissione "Stelle nello Sport" su PrimocanaleSport. Dal 2009 al 2012 è responsabile del settore Comunicazione della Federazione Italiana Canottaggio. Dal maggio 2013, lancia il portale CanottaggioMania.com. Dal 2009 a oggi è presidente ligure della FICSF. Dal 2009 a oggi è membro del Consiglio Regionale del Coni Liguria. Dal 2013 a oggi è membro della Giunta Regionale del Coni Liguria. Stella di Bronzo al Merito Sportivo 2017.