Dalle ansie alla tranquillità, da salvare il girone d’andata della Samp

Probabilmente è una semplice combinazione, ma dal momento in cui il patron ha dovuto dimettersi da presidente la Sampdoria è imbattuta e sta gradatamente ritrovando la verve della scorsa stagione. Se occorreva un’ulteriore riprova, ecco il pareggio strameritato dell’Olimpico, dove la Roma ha esercitato maggior possesso palla ma non l’ha spuntata a livello di gioco e di qualità.

Gabbiadini ha trascinato la squadra da una palude a un porto tranquillo

Gabbiadini, che nel momento più critico della stagione era ospite fisso in infermeria, si sta confermando un formidabile valore aggiunto, tanto da detronizzare Candreva dalla vetta dei meriti individuali. Il bergamasco segna con regolarità disarmante: non sempre i suoi gol sono spettacolari come un tempo, ma cosa significa? La maturità calcistica lo porta ad essere sempre puntuale con e imbeccate dei compagni: non più, insomma, uno stoccatore efficace dalla distanza, ma un attaccante cinico e fulmineo.

Alla Samp serviva particolarmente un cannoniere come Manolo in grado di ovviare al prevedibile declino di capitan Quagliarella – non lontano dalle 39 candeline – e alle pause anch’esse preventivabili di Caputo. Così, risolto il problema del gol che un Candreva eccezionale aveva masch7erato per mesi, ecco che arrivano soddisfazioni a josa. L’ultima, il pari nella Capitale, vale quanto una vittoria e i consensi raccolti a fine gara sono un ulteriore attestato di valore.

Al giro di boa i conti della graduatoria non tornano ancora, ma dopo un lungo periodo trascorso nella paura di precipitare nel baratro i novi punti attuali di argine attivo rappresentano un… lusso. Risalire altre posizioni non appare immediatamente raggiungibile, ma mantenendo il ritmo delle recenti settimane altre formazioni saranno superate e il centroclassificadiventerà una realtà consolidata.

D’Aversa è rimasto in sella più per una serie di circostanze sgradevoli che per le convinzioni del Viperetta, attivatosi per sostituirlo. Sarà anche questo un caso, ma appena la sua panca si è rinsaldata, il tecnico abruzzese ha saputo forgiare una Samp eccellente ed ora non c’è un solo tifoso che si ostini a contestarlo.

Samp nel mare della tranquillità, ma calciomercato, indagini e il futuro societario preannunciano tempesta

Purtroppo, è impossibile godere in serenità i passi avanti della squadra ignorando tutto quanto le sta accadendo attorno.

Tre sono le questioni aperte, in grado di disturbare il sonno e le vacanze dei tifosi blucerchiati. La meno allarmante, a ben vedere, deriva dall’ipotesi di un indebolimento tecnico, dovuto a qualche cessione indifferibile per ragioni di bilancio. Già si sa di una trattativa riguardante Ekdal, ma se scaturisse un’opportunità per altri giocatori, anche titolari, la società non potrebbe ignorarla, anzi. La rosa doriana, specialmente in certi reparti, non è né pletorica né perfettamente assortita, sicchè anche una sola perdita non compensata da un arrivo potrebbe risultare pesante. Ecco perché il margine attivo al confronto con la terz’ultima è una condizione indispensabile per non precipitare nell’ansia. Ma attenzione: anche la scorsa estate era viva l’intenzione di vendere parecchi pezzi smobilitando, ma alla prova dei fatti è partito il solo Jankto, ovviamente non contando il fine prestito di Keita,

Secondo motivo di preoccupazione: le conseguenze sportive qualora fosse accertato – ma qui occorre un condizionale grande come un grattacielo – che il presidente ha dirottato su canali extracalcistici i finanziamenti Covid ottenuti dalla Sampdoria. La giustizia sportiva potrebbe intervenire e di sicuro non si limiterebbe ad una multa.

In terza linea piazziamo il futuro della società blucerchiata. Qui si apre un infinito ventaglio di ipotesi, la migliore delle quali sarebbe una cessione in tempi ridotti ad un soggetto disponibile ad accollarsi i cospicui deitti accumulati negli ultimi anni. Già, ma sarebbero legalmente autorizzati una trattativa e l’eventuale passaggio di proprietà senza il coinvolgimento della Sampdoria nelle vicende giudiziarie ed eventualmente fallimentari del suo attuale patron?

Chi vivrà vedrà, ma occorre fare presto, per scongiurare una crisi finanziaria che possa sfociare in un inadempimento verso i giocatori e gli altri dipendenti.

PIERLUIGI GAMBINO

Condividi
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.